Opzioni Binarie: opinioni, strategie di trading, demo e broker
EnglishItalian

Money Management e gestione del capitale nelle opzioni binarie

Nel mondo delle opzioni binarie, possedere un trading system funzionale e vincente non è abbastanza per definire il proprio successo. Infatti per avere successo nel trading, non è sufficiente sapere quando comprare o vendere, ma risulta indispensabile in abbinato a queste due tecniche anche sapere in anticipo come investire e gestire il capitale (gestione del rischio) in ciascun trade. La tecnica o la regola per soddisfare al meglio le vincite e ridurre le perdite tratta il money management.

money-management

Cos’è il money management?

Il money management viene definito come “gestione del capitale”! Questo rappresenta la corretta gestione del danaro che deve essere destinato ad una specifica attività. Nel nostro caso riguarda il trading in opzioni binarie. possiamo ancora definire il money management, come il complesso di regole atte alla gestione del patrimonio.

Il money management, non deve essere per nessuna ragione confuso con il risk management. I due sono completamente distinti, in quanto quest’ultimo si occupa esclusivamente del rischio del trade, come gestire lo stop e come seguire l’evoluzione del trade stesso. l’obbiettivo infatti principale di questa tecnica è quella di evitare che una posizione sfugga di mano al trade e generare perdite difficilmente riassorbibili. Infatti tutte le tecniche del money management sono sviluppate pensando alla promozione degli investimenti in modo da moltiplicare il proprio portfolio, portando al minimo le possibilità di perdita del capitale.

Tra le attività che rientrano in questo campo ricordiamo:

  • la formazione del portafoglio;
  • la diversificazione (quanto investire e/o rischiare nel mercato);
  • l’impostazione di stop loss;
  • il rapporto tra rischio e rendimento di ogni trade;

Schematicamente possiamo dividere in 3 gruppi una singola azione, dove avremo:

  1. il processo di analisi (indica cosa comprare);
  2. il timing (indica quando comprare);
  3. il money management (indica quanto investire).

Sappiamo bene che le opzioni binarie sono uno degli strumenti finanziari più semplici da utilizzare, molto pubblicizzati sul web, semplici nell’utilizzo che fa di loro una caratteristica unica. Nonostante tutto dobbiamo tenere presente che si tratta pur sempre di strumenti con un alto rischio di perdita! il nostro consiglio è sempre quello di di utilizzarle in modo professionale e con coscienza.

Un corretta gestione del money management prevede che si stabilisca a priori, un budget di spesa in parallelo ad un’analisi degli introiti. Non solo, nel trading, la gestione del rischio ha un ruolo importante tanto quanto la stessa strategia di trading.

Detto questo, sappiamo anche quanto sia facile aprire un conto con un broker di opzioni binarie e tentare di fare qualche investimento, grazie anche agli account demo, ma pochi sono in realtà coloro i quali riescono a generare profitti. Questo è dovuto ad un utilizzo del money management in maniera errata associata ad un assente valutazione del rischio.

Molti affermano che il money management è l’aspetto più importante nell’attività di trading. Noi teniamo invece a dire in maniera molto generale, che esso rappresenta un elemento irrinunciabile per avere successo nel medio e lungo periodo.

E’ veramente importante la gestione del capitale nelle opzioni binarie ?

rischio-profitto

Quanti di voi, come me si saranno posti centinai di volte la domanda: La gestione del capitale è veramente importante? Oggi possiamo dirvi con certezza che è veramente importante la gestione del capitale. Scopriamo insieme il perché.

Nel parlare di gestione del capitale, in maniera generale, risulta essere troppo riduttivo, perché non possiamo andare ad approfondire l’argomento sotto ogni punto di vista. Sarebbe cosa inutile e non renderebbe il risultato sperato.

Non si può parlare di money management se non parliamo delle «aspettative».

Con questo termine intendiamo indicare la media di denaro che il trader mette in conto di vincere o di perdere. Secondo quanto detto, l’aspettativa può essere così calcolata:

  • Aspettativa:  (A*B)-(C*D)

dove:

  • A: probabilità di successo nel Trading.
  • B: la media delle vincite.
  • C: possibilità di insuccesso nel Trading.
  • D: media delle perdite.

Attenzione quindi a concentrarci sulla gestione del capitale attraverso trattazioni semplici e basilari. Questo vi consente a voi traders di preservare il capitale, mettendolo al riparo dagli elevati rischi di perdita. Da che mondo e mondo, risulta che una corretta gestione del capitale ne riduce il rischio di perdite, facendone aumentare il profitto insieme alle chances di rimanere nel settore.

E’ possibile gestire in maniera corretta il proprio capitale?money-management

A questa semplice domanda possiamo rispondere semplicemente in maniera schematica:

  • possibilità di minimizzare le perdite;
  • possibilità di massimizzare i profitti;
  • essere coscienti di investire solamente quanto possiamo perdere;
  • investire in base al capitale disponibile.

Vediamo di spiegare meglio e dettagliatamente quanto detto.

Partiamo con il dire che per minimizzare le perdite e massimizzare i profitti, dobbiamo avere già in mente un’ottima strategia e non andare ad investire investire a casaccio; con questo intendiamo dire che abbiamo bisogno di un trading system ben definito, ovvero un vero e proprio piano d’azione.

Successivamente, in fase di acquisto di un’opzione dovete farlo secondo la strategia pianificata in precedenza, secondo la vostra teoria ma con l’aiuto di softwares, grafici, indicatori, ecc, messi a disposizione dai vostri broker. Questo perché teniamo a sottolineare il fatto che non potete accedere alla piattaforma, prendere il primo asset che vi passa sotto la punta del mouse e puntare una certa somma.

Se volete perdere tutto e subito, potete procedere in questa direzione, diversamente affidatevi ai nostri consigli!

Sembra superfluo ricordarlo ma da ipocriti non crederci, che lo si voglia o no, le perdite fanno parte del gioco. La cosa più importante da fare nel caso si verifichi una perdita è minimizzare il più possibile e questo è possibile solo quando si investe con coscienza e razionalità. Un buon traders questo lo sa!

Il nostro obbiettivo è dunque quello di massimizzare i profitti e ridurre al minimo le perdite. Non importa quale sistema di trading voi utilizziate, l’equazione sarà sempre la stessa: probabilità di perdita% > probabilità di vincita%.

Passiamo ora ad analizzare un altro importante elemento, il denaro da destinare al trading. Anche se sembra sciocco, la prima cosa da fare e porsi la mano sulla coscienza e chiedersi: Quanto posso permettermi di perdere, senza avere rimorsi? Con questo volgiamo solo consigliarvi di non privarvi mai di  denaro necessario per acquistare ciò che serve giornalmente a voi e alla vostra famiglia, ma di investire solo quello che avete risparmiato e che volete far fruttare; questo corrisponderà alla somma massima di denaro che potete rischiare di perdere.

Merita di essere accennato anche un altro concetto molto importante, utile a contenere le perdite e a cui dovete dedicare la massima attenzione. Questo concetto è rappresentato dal drawdown, ovvero la quantità di denaro che si può perdere nella attività di trading, espressa in percentuale rispetto al capitale che si ha a disposizione. Rappresentato sul grafico, come dimostra l’immagine, il drawdown viene inteso come la differenza tra un picco ed una valle di una equity line.

grafico drawdown

grafico drawdown

La strategia da voi adottata deve quindi essere tale da non presentare un drawdown che può andare a colpire tutto il vostro capitale. Il drawdown, può quindi essere inteso come una serie negativa e consecutiva di trade perdenti.

L’ultimo punto riguarda la gestione del capitale. Quello che dovete fare è semplicemente il calcolo per capire quanto investire in ogni singola operazione. Dovete avere ben in mente il rapporto ottimale tra capitale posseduto e singolo investimento.

Molti dei luminari in materia del money management, parlano anche di una legge, nota come legge di Gresham o Legge della rovina statistica, che indica la performance necessaria che deve tenere il trader per recuperare una determinata percentuale di perdita. Il grafico sottostante ne dimostra la spiegazione;

LA LEGGE DI GRESHAM

LA LEGGE DI GRESHAM

Il grafico rappresenta quindi la percentuale di perdita (il loss sull’asse delle ascisse, nel grafico rappresentato dal tratto azzurro a confronto con la strategia necessaria per recuperare la perdita espressa anche in percentuale nella tabella (sull’asse delle ordinate e rappresentata dalla curva viola).

Se analizziamo bene il grafico, possiamo notare come la percentuale di recupero cresce in maniera esponenziale all’aumentare delle perdite. la tabella accanto al grafico ne indica la percentuale necessaria.

Questo grafico serve a farvi capire come, una volta perso il capitale iniziale, sia veramente difficile recuperarlo, o meglio quasi impossibile.

Molti traders consigliano di non investire mai più del 2% del proprio capitale per ogni singola operazione. Questo rappresenta un money management opzioni binarie abbastanza conservativo!

Calcolo del money management

Ora, possiamo passare a vedere come calcolare correttamente il money management.

La formula da utilizzare per una corretta determinazione è la seguente:

C/100 * T = S

dove avremo:

  • C = Capitale posseduto;
  • T = Propensione al rischio;
  • S = Somma che potete investire sulla singola operazione

Facciamo un semplice esempio per capirne meglio, passando dalle lettere ai numeri.

money-management

Esempio:

Se si possiede un capitale di 1.000 € potete investire 20€, ovvero il 2% del capitale.

Se invece volete azzardare un po di più ed arrivare a rischiare il 5%, allora avremo, sempre su un capitale di partenza di 1.000€, la possibilità di investire anche 50€.

Sostituendo nella formula C/100 * T = S i numeri avremo 1.000€/100 * 2 = 20€

Altro Esempio:

Capitale iniziale = 100.000€

Dimensione della posizione = 15%

Dimensione dello stop = 2%

Di conseguenza, in base alla formula si ottiene: [100.000 x 15%] / 2% = 7,5

Se opero in Future arrotonderò a 7 o 8 contratti per ogni operazione. Se opero in titoli semplicemente acquisterò un controvalore complessivo di titoli pari ad un totale di 15.000€

Esempio-Money-Management

Osservazioni sul calcolo del money management 

L’esempio proposto in precedenza, espone un esempio di strategia. Questo potrà essere modificato ed adattato ad ogni singola esigenza, a vostro piacimento.

A questo punto possiamo anche vedere di adattare il nostro guadagno in base alla perdita massima che volgiamo o possiamo supportare.

Se ad esempio supponiamo che la perdita massima per singolo trade che possiamo supportare sia pari all’1% del capitale (in questo caso pari a 10 €), le variabili su cui si può lavorare sono:

  • il capitale da investire per singolo trade;
  • la perdita massima per singolo trade.

Linee guida del money management

Tutte le strategie di money management che si rispetti, deve essere pianificata su una serie di regole:

  • L’obiettivo principale non è guadagnare, ma salvaguardare il capitale;
  • operare seguendo una strategia definita a priori;
  • prendere le decisioni solo a mercati chiusi;
  • usare sempre stop loss protettivi impostandoli in momenti in cui si esegue un ordine;
  • ottimizzare le perdite e lasciare correre i profitti;
  • diversificare gli asset;
  • incrementare l’esposizione su un titolo;
  • utilizzare un rapporto di rischio rendimento in base alle proprie possibilità;
  • non farsi influenzare dai media finanziari.
  • destinare al trading non più del 50% del capitale totale;
  • diversificare i trade;
  • non rischiare più del 2% del capitale destinato al trading;
  • testate sempre le vostre strategie con i conti demo;
  • utilizzate il capitale reale solo quando sarete veramente degli esperti.

Conclusioni

Per concludere, vi possiamo dire con tutta franchezza, che l’utilizzo di una buona strategia di Money Management, deve necessariamente mirare alla conservazione del capitale. Questo dovrà avvenire attraverso la limitazione massima del rischio poiché rappresenta una  componente fondamentale di qualsiasi attività di trading.

Un sistema di trading adeguato, accompagnato con un adeguato money management sarà quindi sufficiente a garantirvi risultati positivi nel lungo periodo.

Quello che in questa pagina, viene espresso, rappresentano semplici concetti base, efficaci allo stesso tempo e che riguardano la complessa attività del money management. Questi metodi non potranno mai garantire al 100% il successo nel lungo periodo, ma ti permettono di avvicinarti al trading in modo semplice ed ordinato, evitando di incorrere nel trading emozionale che porta al fallimento nel lungo periodo. Quindi mantenete sempre una lucidità costante e una dose sempre di sangue freddo.

Infine siate sempre disciplinati, organizzate e pianificate per bene la vostra strategia, anche se ci dovreste mettere dei mesi non importa, siate rigidi e scrupolosi nell’applicare il vostro metodo. Solo seguendo queste semplici regole potrete ottenere dei grandi risultati.

Migliori Broker Opzioni Binarie
#BrokerDettagli
1 24option Bonus: 100%
Payout: 89%
Deposito min: 250$
VISITA
Opinioni 24option 5 stelle
2 IQ Option Bonus: 10000$
Payout: 90%
Deposito min: 10$
VISITA
Opinioni IQ Option 5 stelle
3 BDSwiss Bonus: 100%
Payout: 85%
Deposito min: 100€
VISITA
Opinioni BDSwiss 5 stelle
4 TopOption Bonus: 2500€
Payout: 85%
Deposito min: 100$
VISITA
Opinioni TopOption 5 stelle
Miglior Robot Opzioni Binarie
Broker Money Management e gestione del capitale nelle opzioni binarie
VISITA
Opinioni Binary Option Robot 5 stelle

Termini di ricerca:

  • money management
  • come gestire i ricavi delle operazioni binarie
  • esempio money management
  • money system piattaforma
Meteofinanza.com

Meteofinanza.com