Opzioni Binarie: opinioni, strategie di trading, demo e broker - Oggi è domenica, 11 dicembre 2016
EnglishItalian

Le basi del trading in opzioni binarie

Hai sentito parlare di opzioni binarie, ma non hai ancora ben chiaro di cosa si tratta? Il materiale che hai consultato fino ado ora ti sembra complicato? Molto bene, nel prosieguo di questo breve articolo avrai modo di comprendere in maniera molto semplice ed efficace le basi del trading in opzioni binarie, andrò infatti ad evidenziare quelli che sono i concetti essenziali che delineano questo splendido strumento finanziario.

In linea generale si può affermare che le opzioni binarie sono per eccellenza il miglior modo per entrare nel mondo del trading on-line, questo perchè rappresentano il mix perfetto tra la facilità di utilizzo, la grandezza dei profitti ed il tempo necessario per ottenerli. Il trading binario può regalare grandi soddisfazioni, ma attenzione, solo se fatto nel modo giusto.

In cosa consistono le opzioni binarie?

Ma cosa sono in soldoni le opzioni binarie? Sono uno strumento finanziario che permette di fare trading su uno specifico mercato, semplicemente prevedendo l’andamento del prezzo di un bene su quel mercato. Se prendiamo ad esempio un mercato importante come quello del petrolio, il prezzo di questo bene subisce molte variazioni nel tempo dovute a fattori di varia natura; lavorando con le opzioni binarie si deve semplicemente prevedere se nel prossimo intervallo di tempo prescelto il prezzo salirà o scenderà, se la previsione da te effettuata si rivelerà corretta incasserai immediatamente il rendimento dell’opzione che, in base al broker, può oscillare tra il 70 e il 90% della somma investita.

Certo le previsioni da effettuare non seguono una logica campata in aria, le informazioni atte ad ottenere i migliori guadagni sono fornite da esperti del settore dei mercati finanziari, e vi sono metodi molto semplici per ottenere queste informazioni attendibili. Non a caso infatti le opzioni binarie stanno riscuotendo un grande successo sia in Italia che nel mondo perchè consentono di guadagnare buone cifre in tempi relativamente ristretti, con un fattore di rischio sempre contenuto e controllabile in ogni momento dal trader stesso. Fare trading con le opzioni binarie ha permesso a molte persone di ottenre una cospicua rendita mensile che in alcuni casi non si è limitata ad un arrotondamento del proprio stipendio, ma ha permesso di abbandonare posti di lavoro poco soddisfacenti.

Opzioni Binarie: sempre più popolari

Le Opzioni Binarie stanno diventando sempre più popolari con il passare del tempo: le loro caratteristiche le rendono uno strumento finanziario ideale soprattutto per chi è alle prime armi con il Trading in generale. Un ottimo metodo con cui fare pratica nel Trading ma allo stesso tempo un ottimo metodo per guadagnare degli splendidi profitti, se ovviamente usate nella giusta maniera.

Ma allora, che cosa sono le Opzioni Binarie? In caso non abbiate minimamente una idea a riguardo, vi rimandiamo al nostro articolo introduttivo sulle Opzioni Binarie. La lettura è consigliata a chiunque non sappia niente a riguardo delle Opzioni Binarie, per potersi fare così una idea di base riguardo al funzionamento. Funzionamento che è alquanto semplice, comprensibile da chiunque. Leggere per credere.

Invece in quest’articolo, andremo un po’ più a fondo: analizzeremo passo per passo le singole componenti delle Opzioni Binarie, I punti chiave delle Opzioni Binarie. Senza I quali sarebbe impossibile comprenderle.

Le Opzioni Binarie: I Punti Chiave

Innanzitutto diamo una breve definizione: le Opzioni Binarie sono dei semplici contratti con rischio fissato e guadagno fissato. Dovrete fare una predizione sul movimento del prezzo di un Asset per un determinato tempo (Chiamato Scadenza), alla fine del quale a seconda della vostra predizione e del movimento del prezzo, otterrete o un guadagno o una perdita. Sia il guadagno che la perdita sono fissate fin dall’inizio: prima ancora di investire l’importo che vorrete su una Opzione Binaria, saprete già entrambe le due (Cruciali) informazioni. Un vantaggio, che non ci stancheremo mai di dire, fondamentale nel caso del Trading.

Andiamo perciò ad analizzare I punti chiave di una Opzione Binaria, proprio in ordine di scelta come quando si investe per davvero su una Opzione Binaria:

1. Tipo di Opzione

basi-opzioni-binarie

Vi sono svariati tipi di Opzioni Binarie, il più classico e noto è quello chiamato “High/Low” (Alto/Basso in italiano). Articolo che vi suggeriamo di leggere per proseguire nel vostro apprendimento relativo alle Opzioni Binarie. Ma possiamo tranquillamente elencare I vari tipi esistenti: Opzioni High/Low (Alto/Basso); Opzioni One Touch; Opzioni Touch o No Touch; Opzioni Boundary (Chiamate anche Opzioni Range). L’importante è ricordarsi che ogni tipo di Opzione Binaria ha una sua logica e un suo funzionamento: come al solito niente di complicato, ma vi è differenza tra un tipo di Opzione e l’altra.

2. Asset

Fattore fondamentale per la buona riuscita dell’investimento sull’Opzione Binaria. Così come per il tipo di Opzione anche per l’Asset sarete sempre voi a scegliere quale: la flessibilità dopotutto, è una delle caratteristiche fondamentali delle Opzioni Binarie.

cosa_sono_opzioni_11 (1)

La scelta in questo caso è davvero quasi illimitata: vi sono centinaia e centinaia di Assets disponibili con cui fare Trading di Opzioni Binarie. Ricordiamo però che molto dipende dal Broker con cui lavorerete: vi sono Broker che hanno una offerta più ampia, altri invece che hanno un’offerta più ristretta.

Normalmente comunque, vi sarà dato scegliere tra:

– Titoli Azionari (Ovvero le classiche azioni come Apple, Google, Amazon, Coca Cola, FIAT, etc…);

– Indici Azionari (Ovvero per esempio il DAX-30, l’IBEX-35, l’FTSE-100 o ancora l’S&P500 e così via);

– Le Valute (Ovvero le coppie di valute del mercato del Forex. Per chi conosce il Forex, fare esempi è superfluo. Per tutti gli altri invece: EUR/USD, GBP/USD, EUR/JPY, GBP/JPY, etc…);

– Materie Prime (C’è davvero poco da spiegare in questo caso, dato che stiamo parlando di: Oro, Argento, Petrolio, Grano, Caffè, etc…);

Vi anticipiamo che non esiste un Asset migliore rispetto ad un altro: ovvero in altre parole non esiste un Asset con il quale potrete assicurare profitti sicuri al 100%. La scelta dell’Asset deve essere personale, a seconda dell’Asset che più vi interessa e che più seguite, ma anche oggettiva nel senso di conoscenza riguardo al mercato dell’Asset. Sopratutto conoscenza della situazione corrente.

Ovvero se non conoscete il mercato dell’Oro e mai ne avete sentito parlare, è inutile che scegliate l’Oro come Asset con cui fare Trading con le Opzioni Binarie. Perdereste sicuramente. O almeno sareste costretti a fare la cosiddetta scelta con il lancio della monetina: Su o giù? Situazioni che ovviamente vi porterebbero a delle perdite. Perdite che sono sempre da limitare ed evitare se possibile.

Perciò il primo consiglio in questo senso, potrebbe proprio essere quello di non fare Trading con Assets di cui non si conosce il mercato e la situazione attuale. Infine, anche se siete a conoscenza del mercato di un Asset, dovete essere informati sulla situazione corrente ed attuale di tale mercato: posso pure aver fatto trading con l’Oro fino a 5 anni fa. Ma se è da 5 anni che non mi leggo un grafico relativo al prezzo dell’Oro o informazioni relative al mercato, è come se sapessi zero.

3. Direzione del prezzo ovvero la vostra Predizione

Questa è la decisione fondamentale per una Opzione Binaria, per qualsiasi tipo di Opzione Binaria. Come avevamo già detto e come si intuisce facilmente dal nome, le Opzioni Binarie possono avere due risultati. Per tal motivo, quando andrete ad investire su una Opzione Binaria vi troverete di fronte alla scelta A) oppure alla scelta B). É la classica situazione da 50-50.

Screen-Shot-2015-01-13-at-16.28.47

Un fattore a vostro favore: dopotutto, anche senza aver mai fatto Trading voi già partite con il 50% delle possibilità a vostro favore e vantaggio. Per niente male nella nostra opinione.

La vostra scelta riguarda interamente il movimento dei prezzi di un Asset: cioè se il prezzo dell’Asset da voi scelto in precedenza, aumenterà con il tempo oppure diminuirà. Per prendere tale scelta, lasciate da parte la vostra monetina: qui entra in gioco lo studio dei grafici e la conoscenza dell’analisi tecnica, oltre che al rimane costantemente aggiornate sulle più importanti notizie relative al mercato dell’Asset scelto d voi.

Tornando invece a noi, la scelta perciò dipenderà dai vostri “studi” ed analisi di tale Asset. Entrambe le cose vanno fatte con attenzione poiché è proprio da questa scelta che verrà calcolato, una volta raggiunta la Scadenza, il risultato della vostra Opzione Binaria.

In altre parole, se sceglierete per il Rialzo nei prezzi otterrete un profitto se e solamente se, a fine Scadenza, il prezzo dell’Asset si sia alzato da quello iniziale di quando avevate investito sull’Opzione (Tale prezzo viene chiamato “Strike Price”, in italiano: prezzo d’esercizio). Non importa di quanto, l’importante è che vi sia stato un aumento. Invece se il prezzo si sarà abbassato, subirete una perdita.

Nel caso contrario, se avevate optato per un Ribasso nei prezzi, se davvero vi sarà un decremento del prezzo a fine Scadenza, otterrete il vostro profitto. Viceversa, quindi in caso di rialzo, avrete una perdita.

E’ bene ricordare che il vostro Profitto è già calcolato fin dall’inizio così come la vostra perdita: queste due informazioni vitali, le saprete fin dall’inizio.

4. Scadenza

Anche in questo caso la scelta è sempre vostra. Ricordate? Il punto forte delle Opzioni Binarie è proprio la loro flessibilità, cosa di cui sicuramente ve ne state rendendo conto.

Screen-Shot-2015-01-13-at-16.25.48 (1)

La scadenza non è altro che il tempo che dovrà passare, per chiudere la vostra Opzione Binaria. Una volta passato il tempo della scadenza, verrà calcolata la vostra Opzione Binarie e saprete se avrete ottenuto un profitto oppure una perdita.

In pratica ciò che accade è il seguente: voi avete comprato la vostra Opzione Binaria ad un certo strike price. Passata la scadenza, tale prezzo è ovviamente cambiato: il prezzo dell’Asset potrà essere aumentato oppure diminuito. Perciò viene semplicemente fatto il controllo tra Prezzo Iniziale o Prezzo d’Acquisto e Prezzo Finale. A seconda della vostra decisione (Rialzo o Ribasso) e tenendo in conto la differenza tra il Prezzo Iniziale e Finale, avrete un profitto oppure una perdita.

Con un esempio rapido: se il Prezzo Iniziale è di 10.00 ed il prezzo finale è di 12.00 vi è stato un aumento di +2.00. Ora tenendo in considerazione tale prezzo, consideriamo la vostra predizione sul movimento dei prezzi: se avevate previsto un Rialzo, avrete quindi portato a casa un profitto (Il prezzo è aumentato infatti di +2.00). Viceversa, se avevate scelto per un Ribasso, avrete una perdita (Il prezzo è aumentato, non è diminuito dato che ora è di 12.00 ed il prezzo iniziale era 10.00).

Compresa cos’è la Scadenza e come funziona, concludiamo dicendovi che così come per gli Asset, vi sono svariati tempi di Scadenza. Che ricordiamo, non vi saranno imposti ma sceglierete voi. E come al solito: tempi flessibili.

Esatto, tempi flessibili: potrete scegliere da un minimo di 30 secondi (Si avete letto bene: 30 secondi) fino a settimane o mesi. Normalmente le scadenze vengono suddivise in:

– Brevi: chiamarle Brevi non rende molto il concetto, sarebbe meglio se si fossero chiamati “Brevissimi”. Di norma sono: 30 secondi, 60 secondi, 2 minuti e 5 minuti.

– Medi: una via di mezzo, ma anche questi sono alquanti brevi. Di norma sono: 15 minuti, 20 minuti, 30 minuti, 45 minuti, 1h, 3h.

– Lunghi: si intendono I tempi di 6h, 12h, 24h, 48h, 3 giorni, 5 giorni, 1 settimana e così via fino ad 1 mese.

I tempi sopracitati sono I tempi normalmente disponibili presso la stragrande maggioranza di Brokers. Non è detto che presso un Broker siano disponibili tutti I tempi di Scadenza sopracitati, ma di norma lo sono.

Ovviamente dovrete scegliere la Scadenza più adatta all’Asset scelto e a seconda dell’analisi da voi fatta sul movimento dei prezzi dell’Asset.

5. Importo da investire & Profitti

L’ultima cosa che dovrete scegliere, è quanto investire sull’Opzione Binaria da voi scelta. Tale cifra non è da prendere alla leggera: è vero che è l’ultimo tassello dell’Opzione Binaria, ma non per questo deve essere sottovalutato.

Screen-Shot-2015-01-13-at-16.28.31

La cifra da investire dipende molto da:

– Quanti soldi avete disponibili sul vostro conto di Trading;

– La vostra strategia di Money Management.

Ogni Trader, ha necessariamente bisogno sia di una Strategia con la quale operare ma anche di un buon piano di Money Management, ovvero di gestione dei fondi da investire nel Trading.

Parlare ora di Money Management, dilungherebbe eccessivamente l’articolo. Sappiate comunque, che in generale tutte le strategie di Money Management si basano sulla seguente regola (D’oro): Massimizzare I profitti, Limitare le perdite. Tutto ruota intorno a ciò.

Perciò l’importa da investire dovrebbe sempre seguire e rispettare la vostra strategia di Money Management. Mai investire più del dovuto soprattutto, poiché si rischiano forti perdite. Ecco perché è sempre meglio seguire una strategia di investimento sicura. Anche se comunque, il rischio rimarrà una parte fondamentale del Trading.

Indipendentemente da quanto desiderate investire, vi basti sapere che si parte di solito da un minimo di 10 EUR fino a massimi di 5000 EUR o anche 10.000 EUR o anche 50.000 EUR a seconda del tipo di Opzione, ma soprattutto a seconda del Broker con cui state lavorando.

Come già specificato prima, la percentuale di guadagno è già fissata all’inizio: si parte da un minimo del 70% fino ad un massimo del 100% nelle Opzioni classiche, per arrivare anche a percentuali del 200% o 300% in caso di altri tipi di Opzioni Binarie.

Fattori chiave da ricordare

Concludiamo l’articolo con un breve elenco di fattori chiave delle Opzioni Binarie:

  •  Il potenziale profitto e perdita sono fissati e conosciuti dall’inizio.
  •  Si può far Trading anche con soli 10 EUR.
  •  Non possederete mai l’Asset con il quale state facendo Trading, al contrario di quanto accade con le azioni.
  •  Per essere in positivo, dovrete vincere la maggior parte delle vostre Operazioni.
  •  Fare Trading di Opzioni Binarie non è complicato, ed è uno dei più facili approcci al mondo del Trading.
  •  Flessibilità è la parola chiave per le Opzioni Binarie: sceglierete Asset, Scadenza, Tipo di opzione.
  •  L’Opzione Binaria ha solo due possibili risultati.

Per provare le piattaforme di trading opzioni binarie puoi aprire un conto Demo, visita la pagina dedicata ai broker che offrono un conto demo gratuito >>

Migliori Broker Opzioni Binarie
#BrokerDettagli
1 24option Licenza: Cysec, Consob
Payout: 88%
Deposito min: 250$
VISITA
Opinioni 24option 5 stelle
2 IQ Option Licenza: Cysec, Consob
Payout: 91%
Deposito min: 10$
VISITA
Opinioni IQ Option 5 stelle
3 BDSwiss Licenza: Cysec
Payout: 85%
Deposito min: 100€
VISITA
Opinioni BDSwiss 5 stelle
Miglior Robot Opzioni Binarie
Broker Le basi del trading in opzioni binarie
VISITA
Opinioni Binary Option Robot 5 stelle
Meteofinanza.com

Meteofinanza.com