Forex Trading: opinioni, demo, strategie e broker Forex - Oggi è mercoledì, 07 dicembre 2016
EnglishItalian

Cosa si intende per day trading e swing trading nel Forex?

Oggi è possibile investire nel forex utilizzando un mix tra l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale. Questo metodo, ci consente di considerare l’importanza delle valute negli altri mercati, analizzando la storia del Forex, da Bretton Woods ad oggi. Per fare tutto questo è importante anche imparare a riconoscere quali sono i modelli di previsione utilizzati degli analisti e quali sono i dati economici che maggiormente influenzano le valute.

Esaminati questi aspetti, possiamo incominciare ad analizzare quali sono i momenti più propizi per fare trading Forex, basandoci anche sullo studio delle strategie operative nel Forex fino a comprendere e sviluppare un trading system vincente. Ma procediamo con ordine.

daytrading

L’andamento delle valute influisce sull’andamento delle azioni e delle obbligazioni

Per i traders che investono nelle aziende europee con forti esportazioni negli USA, monitorare il tasso di cambio euro dollaro (EUR/USD) è essenziale per prevedere gli utili delle aziende. Un euro forte verso il dollaro rappresenta un problema per le società europee. I traders esposti sul mercato nipponico devono controllare gli sviluppi del dollaro americano e come questo influenza il rally del Nikkei.

Caratteristiche del mercato Forex

  • È il mercato più liquido al mondo.
  • È aperto 24 ore su 24.
  • I traders possono guadagnare sia sui rialzi che sui ribassi.
  • Non ci sono limiti al trading.
  • Le piattaforme di trading eseguono istantaneamente gli ordini.
  • Possibilità di utilizzare una leva molto elevata.

Visto che il FX è un mercato OTC, la competizione tra i market makers impedisce che ci siano strategie di prezzo monopolistiche. Inoltre le commissioni sono talmente piccole da non influenzare i costi della posizione. Recentemente la tecnologia ha rivoluzionato il Forex, permettendo attraverso internet, ai trader di operare direttamente sul mercato allo stesso livello e alle stesse condizioni delle maggiori banche. In questo modo a tutti vengono offerte le stesse opportunità.

Nel Luglio 1944, i rappresentanti di 44 nazioni si incontrarono a Bretton Woods per creare un nuovo assetto istituzionale, per governare l’economia internazionale dopo la Seconda Guerra Mondiale. Dopo il 1971, l’Accordo di Bretton Woods fu sostituito dall’Accordo dello Smithsonian che eliminòla convertibilità dollaro/oro decisa nell’incontro di Bretton Woods, da oggi in poi la valutazione delle valute sarebbe stata affidata al libero mercato. Il Forex riaprì nel Marzo del 1973, e questa volta non vi erano limiti alle oscillazioni.

La migliore strategia da applicare nel Forex è una combinazione tra analisi tecnica e analisi fondamentale

analisi-tecnica-vs-fondamentale

L’analisi fondamentale si focalizza sulle forze economiche, sociali e politiche che guidano la domanda e l’offerta. Importanti strumenti per gli analisti fondamentali sono: Il tasso di crescita, il tasso degli interessi, l’inflazione e la disoccupazione.Ma come prevedere queste variabili? Ci sono molti i fattori da tenere in considerazione: I flussi dei capitali, i flussi commerciali, le esigenze speculative e la copertura dei rischi.I flussi di capitali e i flussi commerciali costituiscono la bilancia dei pagamenti di un paese, la quale quantifica la domanda di una valuta in un dato periodo. Teoricamente una bilancia di pagamenti pari a zero indica una corretta valutazione della valuta, mentre una bilancia negativa dovrebbe indicare un ribasso della moneta.

I flussi di capitali indicano l’ammontare netto di una valuta che viene acquistata e venduta attraverso i capitali investiti. I flussi commerciali sono alla base di tutte le transazioni internazionali e rappresentano la bilancia commerciale netta di un paese. I paesi che sono esportatori avranno una valuta molto forte, i paesi importatori vedranno la loro moneta deprezzarsi. Dal 1980, con l’avvento delle nuove tecnologie, l’influenza dell’analisi tecnica nel mercato del Forex è significativamente aumentata.

 Gli analisti delle principali banche di investimenti impiegano 7 differenti modelli di previsione

Gli analisti tecnici si focalizzano sullo studio dei movimenti di prezzo usando i dati storici delle valute per prevedere la futura direzione del prezzo. Per loro tutte le informazioni si riflettono sul prezzo. Gli studiosi e gli economisti basano i loro investimenti su modelli di previsione; questi sono:

  • La teoria della bilancia dei pagamenti (TBP);
  • la parità del potere d’acquisto;
  • la parità del tasso di interesse;
  • il modello monetario;
  • il modello differenziale del tasso di interesse reale;
  • il modello degli asset di mercato;
  • il modello di sostituzione delle valute.

La TBP dice che i tassi di cambio devono stare al loro livello di equilibrio, il quale combacia con il tasso che produce un conto corrente con un saldo stabile. Paesi con un disavanzo di commercio, sperimentano un aumento sulle loro riserve di valute estere. Il disavanzo porta ad una vendita della valuta domestica con conseguente caduta di prezzo.

Una valuta meno costosa a sua volta alimenta le esportazioni del paese riportando il valore della moneta in equilibrio. La teoria della parità del potere d’acquisto si basa sulla credenza che i tassi di cambio dovrebbero essere determinati dai prezzi di panieri di beni simili tra due paesi. Ogni variazione dell’inflazione di una nazione dovrebbe essere bilanciata da un cambiamento opposto del tasso di cambio di quella stessa nazione. Quindi, secondo questa teoria, quando i prezzi di un paese aumentano a causa dell’inflazione, quel paese dovrebbe deprezzare il tasso di cambio per tornare alla parità.

La teoria del tasso d’interesse dice che se due differenti valute hanno tassi d’interesse diversi, tale differenza sarà riflessa nel premio o nello sconto per il futuro tasso di cambio per prevenire rischi di arbitraggio.Per esempio, se i tassi d’interesse americani sono del 3% e quelli Giapponesi del 1%, il dollaro dovrebbe deprezzarsi contro lo yen del 2% per prevenire rischi di arbitraggi.Il modello monetario assume che i tassi di cambio sono determinati dalle politiche monetarie.

I paesi che seguono una politica monetaria stabile avranno un apprezzamento della loro valuta. Paesi con un politica monetaria espansiva sperimenteranno un deprezzamento della moneta.

Il modello differenziale del tasso di interesse reale asserisce che i tassi di cambio sono determinati dal livello dei tassi di interesse di una nazione. Paesi con alti tassi d’interesse dovrebbero vedere apprezzarsi la loro valuta, viceversa paesi con bassi tassi d’interesse.

La teoria degli asset di mercato dice che i flussi di fondi diretti in assets finanziari come azioni o bond, aumentano la domanda della valuta di quella nazione. Questo perché per acquistare gli asset di un paese si deve prima comprare la valuta, questo tenderà a farne aumentare il prezzo.

La teoria di sostituzione delle valute è una continuazione del Modello Monetario in quanto tiene conto dei flussi degli investimenti di una nazione. Assume che lo spostamento di portafogli privati e pubblici da un paese ad un altro può avere un forte impatto sull’andamento della valuta.

La capacità di un individuo di cambiare i propri beni da valute domestiche a straniere è conosciuta come sostituzione delle valute. Sia per gli analisti tecnici che per quelli fondamentali i dati economici non possono essere sottovalutati. Alcuni dati economici possono avere un significativo impatto su una valuta, altri non toccarla minimamente.

I dati economici più importanti per il dollaro U.S. sono:

  • Non-farm payrolls;
  • Tassi d’interesse (FOMC);
  • Inflazione;
  • Vendite al dettaglio;
  • Prezzi dei produttori;
  • Vendite nuove abitazioni;
  • Vendite case esistenti;
  • Ordinazioni beni durevoli;
  • Prodotto interno lordo.

Quando è consigliabile operare nel mercato Forex?

Essendo aperto h24, è preferibile individuare delle aree di tempo nel quale elaborare una strategia per massimizzare il profitto nel Forex. Ecco elencati i momenti più propizi per tradare le diverse valute nei diversi fusi orari. Nella sessione di trading asiatica del Forex, Tokyo prende il mercato più grande, seguito da Hong Kong e Singapore.

orari-mercato-forex

Per i trader più tolleranti al rischio, USD/JPY, GBP/CHF e GBP/JPY sono delle scelte ottime perché forniscono ai trader di breve periodo volatilità sufficiente per ottenere ottimi profitti. New York è il secondo maggiore mercato del Forex, e prende circa il 19% del volume totale.

Il maggior volume di transazioni si registra dalle 15:30 alle 19:30, periodo in cui sono ancora attivi anche i traders europei. Per i traders più tolleranti al rischio, GBP/USD, USD/CHF, GBP/JPY e GBP/CHF sono delle ottime scelte poiché hanno una volatilità media giornaliera di 120 pips. Questo perché quando gli investitori stranieri comprano titoli americani, devono cambiare la loro valuta in dollari, di conseguenza queste transazioni colpiscono direttamente il dollaro e le valute straniere come euro o sterlina.

Londra è il centro finanziario più grande ed importante del mondo, con un giro di affari che comprende circa il 30% di quello mondiale. Le maggiori banche del mondo hanno sede a Londra e le maggiori transazioni sul Forex avvengono durante la sessione inglese, questo è dovuto all’elevata liquidità e all’efficienza del mercato.

Le coppie di valute più volatili sono GBP/JPY e GBP/CHF raggiungendo un massimo rispettivamente di 140 e 146 pips di volatilità. La sessione europea è molto importante anche perché è direttamente collegata sia alla sessione americana che a quella asiatica, infatti non appena le grandi banche e gli investitori istituzionali finiscono di riposizionare il loro portafoglio, essi devono riconvertire gli asset europei in dollari in previsione della riapertura del mercato americano.

Sono molti i cross interessanti da tradare: EUR/USD, USD/CAD, GBP/USD e USD/CHF. Il primo passo verso il successo è quello di tenere un diario di trading, registrare le nostre operazioni passate ci aiuta a non commettere due volte lo stesso errore e a poter imparare dai nostri sbagli. La prima sezione del diario di trading dovrebbe consistere in un foglio elettronico da completare ogni giorno con l’obiettivo di tastare il sentiment di mercato ed identificare i trend.

Ci sono molti modi per determinare se una coppia di valute è in trend o in lateralizzazione. Molti trader lo fanno visivamente, ma avere un set di regole ci aiuta a valutare meglio la situazione. Una volta determinato se una coppia di valute è in trend oppure no, si deve procedere a stabilire quanto tempo abbiamo intenzione di tenere aperta la posizione.

Ad esempio breve, medio o lungo termine. Molti trader perdono soldi perché non danno importanza alla gestione del rischio, il quale ci dice quanto dobbiamo rischiare e quanto dobbiamo aspettarci di guadagnare. Il risultato è che alla fine si ritrovano ad avere un saldo profitto/perdite negativo, nonostante le posizioni chiuse in guadagno superino quelle chiuse in perdita.

I trader dovrebbero impiegare gli stop-loss come la massima perdita accettabile. L’uso dello stop-loss può infatti evitare lo scenario in cui una singola posizione chiusa in perdita ci elimini tutto il profitto generato precedentemente. È una buona idea quella di muovere lo stop-loss con il trend, avvicinandolo al prezzo corrente per minimizzare le perdite. Uno dei modi più profittevoli di operare nel trading è quello di analizzare e capire la struttura di mercato.

Sviluppare un trading system di successo analizzando ogni minimo dettaglio non lasciando niente al caso

Per i trader intraday è fondamentale individuare le zone di prezzo in cui affluiscono la maggior parte degli scambi, capire questo ci permette di posizionarci dalla stessa parte dei market maker. Determinare i livelli chiave ci aiuta a prevedere il punto sul quale il prezzo rimbalzerà, che è la strategia chiave per operare in intraday.

Una strategia per individuare facilmente i livelli chiave è quella del “doppiozero”, la quale dice che i livelli di prezzo in cui le ultime due cifre sono due zeri 1,2800, 0,900, 1,1500 sono spesso punti di supporto o resistenza dove quindi il grafico tenderà a rimbalzare.

trading-system

Sfruttare la volatilità del mercato per guadagnare è una delle strategie più profittevoli, semplici ed allo stesso tempo più utilizzate nel mondo del trading. Per questa strategia è necessario individuare un “inside day”. Un inside day è un giorno in cui le negoziazioni sono contenute all’interno del range di negoziazione del giorno precedente, o in altre parole, quando il massimo ed il minimo di un giorno non eccedono il massimo ed il minimo del giorno prima.

Per attuare questa strategia c’è bisogno di almeno due inside day, ed è consigliato applicarla in un time-frame giornaliero.

La strategia dice che sull’uscita dal range di mercato, il prezzo tenderà ad accentuare il movimento. Questa strategia può essere utilizzata anche per operazioni di lungo termine. La premessa è che dobbiamo sempre operare in linea con il momentum.

L’obiettivo è infatti quello di incassare i profitti nel minor tempo possibile. In questa strategia si devono utilizzare tre indicatori: una media mobile esponenziale a 20 periodi (EMA), una media mobile semplice a 100 periodi (SMA), ed il MACD.

La EMA è il grilletto della strategia, la SMA serve per assicurarci di operare solo in direzione del trend principale, mentre il MACD aiuta a valutare il momentum. Eventi come guerre, instabilità politica, disastri naturali e grandi meeting internazionali, sono così importanti a causa dell’impatto che possono avere sulla psicologia degli investitori.

Infatti questi eventi possono portare a grandi rialzi così come a crolli disastrosi, quindi mantenersi aggiornati su questi eventi e comprendere le reazioni del mercato può essere molto profittevole. Gli eventi da monitorare sono:

  • Meeting tra ministri delle finanze del G-7 o G-8;
  • Elezioni presidenziali;
  • Summit importanti;
  • Riunioni delle grandi banche centrali;
  • Possibili variazioni ai regimi di cambio;
  • Possibile default di un grande paese;
  • Possibile guerra come risultato di tensioni geopolitiche;
  • Testimonianza semestrale del presidente della FED al Congresso.

Il prezzo di una valuta si muove in maniera indipendente, o viene influenzato da fattori esterni?

Le commodities hanno una sostanziale correlazione con il mercato del forex. Comprendere queste relazioni aiuta i traders a gestire il rischio e prevedere il prezzo futuro. L’oro ed il petrolio sono tra le commodities, quelle che tendono a muoversi in base a fattori fondamentali simili al mercato valutario. Anche se gli USA sono il secondo produttore al mondo di oro dopo il Sud Africa, un rally del metallo giallo non produce un’apprezzamento del dollaro americano.

In realtà tra i due c’è una correlazione inversa, quando uno sale l’altro scende, questo perché l’oro è considerato un bene rifugio, dove investire nei momenti di difficoltà dell’economia.

Al contrario, coppie di valute come AUD/USD, NZD/USD e USD/CHF tendono a replicare l’andamento del lingotto; il prezzo del petrolio ha un grande impatto sull’economia mondiale, colpendo sia i consumatori che i produttori.

Tuttavia la correlazione tra questa materia prima e le valute è molto meno stabile e più complessa rispetto all’oro. Infatti tra tutte le valute, solo una sembra avere una parvenza di correlazione con il petrolio, ed è il CAD. L’intervento delle banche centrali è uno dei più importanti market-movers sul forex sia nel breve che nel lungo termine.

Per i trader di breve termine, un intervento può portare a brusche variazioni in intraday che possono andare dai 150 ai 200 pips nell’arco di un minuto. Per i trader di lungo periodo invece, un intervento può segnare un’inversione nella direzione del trend. Il miglior modo per sviluppare un trading system vincente è seguire questi cinque passi:

  1. Definire correttamente la strategia di trading.
  2. L’arte di entrare ed uscire.
  3. Test drive.
  4. Comprendere i drawdown.
  5. Auto-riflessione.

È importante per ogni trader avere una buona comprensione del carattere economico generale dei cross più comuni?

La prima cosa da fare è stabilire che tipo di trader vuoi essere e che tipo di stile vuoi seguire: Analisi fondamentale o tecnica? Quali valute negoziare? Con quale time-frame operare? Ci sono quattro modi primari per entrare ed uscire da una posizione:

  1. Entrata singola, uscita singola: In questa strategia, i trader aprono tutta la loro posizione ad un unico prezzo e chiudono tutta la posizione ad un unico prezzo.
  2. Entrata singola, uscita multipla:I trader aprono tutta la posizione ad un unico prezzo, ma chiudono la posizione a diversi livelli di prezzo.
  3. Entrata multipla, uscita singola: I traders scalano l’apertura della posizione a diversi livelli di prezzo ma chiudono la posizione tutta allo stesso livello.
  4. Entrata multipla, uscita multipla:I traders aprono diverse posizioni a diversi livelli di prezzo e la chiudono a diversi livelli di prezzo.

Il back-testing permette di verificare le performance del sistema nel passato. Infatti se questo non si fosse comportato bene nel passato, perché dovrebbe farlo nel futuro?

Comprendere i periodi negativi del tuo trading system ti aiuta a stabilire quando è meglio staccare e quando è meglio tenere duro. Infatti con il termine drawdown ci si riferisce alla riduzione del proprio conto capitale dopo una serie di posizioni negative. È quindi necessario conoscere il massimo drawdown del proprio sistema.

Ad esempio, io sapevo che il massimo drawdown del mio sistema nei passati 10 anni era del 15%. Con questo numero in testa sapevo che se stavo perdendo il 10%, non significava che la strategia aveva fallito. Ma se il drawdown iniziava a toccare il 20%, sapevo che dovevo iniziare a considerare seriamente la possibilità di modificare o di cambiare totalmente la mia strategia.

L’ultimo passo per sviluppare un sistema di trading vincente è l’auto-riflessione. Reputo importante ogni settimana o mese soffermarsi a ragionare sulla propria strategia cercando di individuare i punti di forza ed i punti di debolezza.

Esempi operativi

Doppio Zero:

  • Individua una coppia di valute che è scambiata ben al di sotto della sua media mobile a 20 giorni sul grafico 10/15 minuti.
  • Apri una posizione al rialzo alcuni pips sotto al figura.
  • Piazza uno stop-loss a circa 20 pips sotto il punto di entrata.
  • Quando il tuo profitto è il doppio di quanto avevi rischiato, chiudi metà posizione avvicinando lo stop-loss sul punto di pareggio.

Perforazione giornaliere:

  • Individuare un doppio inside day.
  • Compra 10 pips sopra il massimo dell’inside day precedente.
  • Piazza uno stop-loss 10 pips sotto il minimo dell’inside day precedente.
  • Chiudi la posizione quando stai guadagnando il doppio di quanto hai rischiato.
  • Individua una coppia di valute che è negoziata al di sotto sia della EMA a 20 giorni che della SMA a 100 giorni.
  • Attendi che il prezzo incroci al rialzo entrambe le medie mobili di almeno 15 pips, e assicurati che il MACD abbia girato in territorio positivo non più di 5 candele prima.
  • Compra.
  • Posiziona lo stop-loss sul minimo della candela che ha perforato le medie mobili.
  • Vendi metà posizione quando stai guadagnando l’ammontare rischiato, e piazza lo stop-loss sul pareggio.
  • Continua ad avvicinare lo stop-loss piazzandolo 15 pips sotto la EMA.
Migliori piattaforme di Trading & Forex
#BrokerDettagli
1 Markets.com Licenza: CYSEC, FSA, MIFID

Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni Markets.com 5 stelle
2 FXpro.it Licenza: CySEC - FSB

Deposito min: € 100
VISITA
Opinioni FXpro.it 5 stelle
3 Kawase Exchange Licenza: Cysec

Deposito min: 100$
VISITA
Opinioni Kawase Exchange 5 stelle

Termini di ricerca:

  • come funziona il forex
  • forex cosa e
  • trading forex
  • forex trading cosè
  • gps forex robot per quanto tempo funziona ?
  • trading online trading onlineforex
  • trading valute
Meteofinanza.com

Meteofinanza.com