Forex Trading: opinioni, demo, strategie e broker Forex
EnglishItalian

Il migliore indicatore per il Forex

Tutti i trader che operano nel mercato forex sono alla ricerca del migliore indicatore per migliorare le proprie strategie di trading, così da massimizzare i propri profitti. Dopotutto, le strategie di trading sono composte da differenti indicatori ed oscillatori dell’analisi tecnica. Vi sono trader che preferiscono utilizzare il minor numero possibile di indicatori; altri che invece riempiono, letteralmente, il loro grafico forex.

Per trovare il migliore indicatore per il forex, abbiamo deciso di compiere una prova: abbiamo fatto un backtesting riguardante gli ultimi 5 anni di scambi nel cambio EUR/USD, utilizzando solamente gli indicatori di trading più utilizzati dai trader forex. Lo scopo della nostra prova era quello di riuscire ad individuare l’indicatore tecnico con le migliori performance: in poche parole, trovare il migliore indicatore per il trading forex.

sell buy comprare vendere

Questi sono stati gli indicatori utilizzati nel nostro test, con relativi parametri:

  • Bande di Bollinger (parametri 30,2,2): Posizione long quando il prezzo di chiusura giornaliero terminava al di sotto della banda inferiore; posizione short quando il prezzo di chiusura giornaliero terminava al di sopra della banda superiore.
  • MACD (parametri 12,26,9): Posizione long quando la linea MACD1 (veloce) tagliava in rialzo la linea MACD2 (lenta); posizione short quando la linea MACD1 tagliava in ribasso la linea MACD2.
  • Parabolic SAR (parametri .02, .02, .2): Posizione long quando il prezzo di chiusura giornaliero tagliava in rialzo il ParSAR; posizione short quando il prezzo di chiusura giornaliero tagliava in ribasso Par SAR.
  • Stocastico (parametri 14,3,3): Posizione long quando la linea Stocastico% tagliava in rialzo il valore 20; posizione short quando la linea Stocastico% tagliava in ribasso il valore 80.
  • RSI (parametro 9): Posizione long quando l’RSI tagliava in rialzo il valore 30; posizione short quando l’RSI tagliava in ribasso il valore 70.
  • Ichimoku Kinko Hyo (parametri 9,26,52,1): Posizione long quando la conversion line tagliava in rialzo la baseline; posizione short quando la conversion line tagliava in ribasso la baseline.

Abbiamo utilizzato gli indicatori qui sopra menzionati, con i parametri impostati in tal modo. Abbiamo utilizzato l’EUR/USD, con timeframe giornaliero e prendendo in considerazioni gli ultimi 5 anni di contrattazioni. Le posizioni venivano aperte con 1 lotto (ovvero 100.000 unità), senza utilizzare stop loss oppure take profit. Cambiavamo posizione ogni volta che appariva un nuovo segnale sul grafico: ovvero, se avevamo una posizione long aperta e l’indicatore ci segnalava un nuovo segnale, stavolta di vendita, coprivamo la nostra posizione e ne aprivamo una nuova short (seguendo l’indicatore). Il tutto utilizzando un saldo esempio pari a $100.000.

Risultati per il migliore indicatore per il Forex

IndicatoreNumero OperazioniProfitto/Perdita in PipsProfitto/Perdita in %Massima perdita
Bande Bollinger20-19.535,97-19.54%37.99
MACD110+3937,67+3.94%27.55
Parabolic SAR128-9746,29-9.75%21.96
Stocastico74-20.716,40-20.72%30.64
RSI8-18.716,69-19.72% 34.57
Ichimoku Kinko Hyo53+30.341,22 +30.34% 19.51

Come potete vedere dalla tabella qui sopra, il migliore indicatore per il trading forex è risultato essere l’Ichimoku: in totale, ha generato profitti pari al 30.35% dell’account, quindi ben $30.341 durante l’arco di 5 anni; stiamo parlando di una media del 6% all’anno: niente male!

Sorprendentemente, i restanti indicatori tecnici hanno avuto performance alquanto pessime. L’indicatore stocastico è risultato essere il peggiore di tutti, con una perdita pari a -20.72% del totale dell’account. Non solo, questi altri indicatori hanno anche subito perdite massime peggiori rispetto all’Ichimoku (tutte tra il 20 – 30%).

Ovviamente, ciò non significa che tutti gli altri indicatori sono da buttare e che bisogna solo utilizzare l’Ichimoku, perché è il migliore indicatore per il forex. Ricordiamo che nelle strategie di trading forex vengono usati più indicatori contemporaneamente, proprio per migliorare le performance della strategia stessa. Quasi tutti i trader utilizzano più di un indicatore per operare nel mercato del forex; sono pochissimi quelli che decidono di affidarsi ad un solo indicatore tecnico.

Queste statistiche restano comunque interessanti e mostrano come “l’unione fa la forza”: indicatore come l’RSI e lo stocastico, sono degli ottimi indicatori, che vengono utilizzati (insieme ad altri indicatori) in svariate strategie di trading forex; nonostante ciò, da soli non riescono a garantire lo stesso livello di sicurezza, profitti ed affidabilità che invece garantiscono quando sono utilizzati in insergia con altri indicatori dell’analisi tecnica.

Vi consigliamo, alla luce di questi risultati, di provare comunque l’indicatore Ichimoku: si tratta di un indicatore a prima vista molto complesso; ma la sua complessità è dovuta proprio alla quantità di dettagli ed informazioni che riesce a darci quando viene applicato ad un grafico forex. Magari potreste anche pensare di aggiungerlo alla vostra strategia di trading, per trovare conferma o meno dei segnali che ricevete, consci che l’Ichimoku sembra essere il migliore indicatore quando utilizzato per conto proprio.

Migliori piattaforme di Trading & Forex
#BrokerDettagli
1 Markets.com Bonus: Fino a 2500 €
Payout: CYSEC, FSA, MIFID
Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni Markets.com 5 stelle
2 FXpro.it Bonus: Demo gratuita
Payout: CySEC - FSB
Deposito min: € 100
VISITA
Opinioni FXpro.it 5 stelle
3 Xtrade Bonus: 25 € gratuiti
Payout: CySEC-CONSOB-ASIC
Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni Xtrade 5 stelle
4 eToro Bonus: 20$ gratis
Payout: CySEC-CONSOB-BaFin
Deposito min: 200 $
VISITA
Opinioni eToro 5 stelle

Termini di ricerca:

  • eur usd ichimoku
Meteofinanza.com

Meteofinanza.com