Opzioni Binarie: opinioni, strategie di trading, demo e broker
EnglishItalian

Azioni Telecom trading: quotazione e grafico in tempo reale: come investire in azioni Telecom Italia?

Le azioni Telecom Italia sono quotate sul Ftse Mib, il paniere di Piazza Affari che include i titoli ad alta capitalizzazione. Grazie anche al ruolo storico che ha sempre ricoperto, Telecom è uno di quei titoli che sono spesso presenti nei portafogli di investimento degli italiani. Il successo delle azioni Telecom in Borsa è stato parallelo al successo dell’azienda Telecom. Erede in un passato glorioso, oggi alle prese con nuove sfide, Telecom Italia è comunque uno dei principali players europei del settore comunicazioni.

TIM Telecom

Nel corso degli anni la quotazione Telecom ha subito numerose variazioni a causa dei tanti nodi che l’ex monopolista ha dovuto affrontare. Le oscillazioni delle azioni Telecom sono state il frutto sia di variabili interne che dell’impatto del contesto generale. Tra le prime citiamo l’espansione e il fardello debito. Rientrano nel secondo ambito invece il boom di internet e l’irruzione sul mercato di concorrenti agguerriti. La dinamicità del comparto ha fatto di Telecom una buona occasione di investimento.

Quotazione Telecom oggi: grafico Azioni Telecom Italia in tempo reale




Se si vuole investire in azioni Telecom il primo parametro da tenere in considerazione è la quotazione real time. Partendo da qui è poi possibile allargare l’analisi ai grafici storici delle azioni Telecom, formulando poi le relative previsioni. Rispetto a quello che avveniva prima dello sviluppo di internet, oggi la possibilità di consultare i grafici sulla quotazione Telecom è alla portata di tutti. Non serve, infatti, rivolgersi alla propria banca o al proprio consulente per avere informazioni su Telecom. Grazie alla rete si possono avere, in tempi rapidi, tutte queste indicazioni.

A fornire informazioni sulla quotazione Telecom è in primo luogo il sito della società. Grafici sull’andamento delle azioni sono poi disponibili su tutti i siti di finanza ed economia.

Comprare o vendere azioni Telecom è una decisione che è ovviamente influenzata anche dall’andamento storico delle quotazioni. Chi vorrebbe investire in azioni Telecom, deve sapere che nell’ultimo anno la performance del gruppo è stata negativa. La quotazione Telecom, infatti, ha perso il 33% su base annua. Rispetto a 6 mesi fa, invece, il valore delle azioni dell’ex monopolista ha perso “solo” l’11% del suo valore. Positivo, per finire, l’andamento della quotazione Telecom nell’ultimo mese con un +13%.

Le deduzioni più interessanti su come investire in azioni Telecom, però, arrivano dall’analisi completa dei grafici. Solo allargando l’orizzonte a tutta la storia della quotazione Telecom, è possibile avere elementi su come investire oggi.

Dal 2009 ad oggi, infatti, le azioni Telecom hanno subito forti oscillazioni. L’andamento è stato si volatile ma senza quel trend tipico da montagne russe. Nel lontano 2008 il prezzo delle azioni Telecom era pari a 1,15 euro. La quotazione oggi è invece in area 0,8 euro. Fondamentalmente non c’è stato alcuno strappo nel corso di questi anni. Scendendo nel dettaglio del grafico, però, si notano continue oscillazioni tra quota 1,1 euro e quota 0,8 euro. Ad eccezione di una caduta verificatasi nel 2013, infatti, la quotazione Telecom si è mantenuta sempre in questo range. Apprezzamenti e deprezzamenti rapidi, però, sono stati l’occasione di guadagno per tanti traders.

In sintesi quindi: nel caso ipotetico di un investitore che ha tenuto per tutti questi anni azioni Telecom in portafoglio, si è determinata una leggera perdita. Nel caso di investitore che ha puntato sul trading online, si sono invece avute molte occasioni di guadagno.

 

Telecom Italia: storia e informazioni

cabina telefonica telecom

La storia di Telecom Italia si interseca con quella del Paese. Senza scendere troppo a ritroso con gli anni, soffermiamoci solo al passato più recente. Telecom nasce nel 1994 per incorporazione di una serie di realtà come SIP. La Telecom per come la conosciamo oggi, però, risale al 1997. In quell’anno il governo, per fare cassa, decide di procedere con la privatizzazione. La cessione di quote ai privati fu parallela all’uscita completa del Tesoro dal capitale di Telecom. In questo contesto maturò lo sbarco in borsa di quello che era oramai diventato l’ex monopolista.

I primi anni di quotazione Telecom furono tutto sommato tranquilli. La vera rivoluzione si ebbe solo verso la fine del millennio. A cavallo tra il 1999 e il 2000, infatti, fu evidente che la vera sfida del futuro sarebbe stata internet. Lo sviluppo della rete, prima, e l’irruzione sul mercato di nuove compagnie, mutarono profondamente il quadro di riferimento di Telecom Italia.

L’ex monopolista, assunse, nel corso del tempo, un carattere sempre più multinazionale puntando sui mercati emergenti. Questa scelta fu quasi obbligata per bilanciare la riduzione dei ricavi, causata dalla forte concorrenza, che si verificò in Italia. L’espansione all’estero fu presto costretta a fare i conti con la complessità della macchina organizzativa che da sempre caratterizzava la società. Il risultato di questo sbilanciamento fu la crescita del debito che, anche oggi, è uno dei nodi critici di Telecom. Per contenere l’indebitamento furono implementate varie strategie di taglio dei costi con una conseguente riduzione della forza lavoro.

Oggi Telecom Italia opera con il suo brand unico TIM. La società è attiva nel mercato dei servizi di telefonia fissa e mobile, internet, contenuti digitali e servizi cloud.

Telecom Italia in Borsa è quotata sul Ftse Mib. Il codice Isin è IT0003497168. La sede della società è in via G. Negri 1
20123 Milano.

Per avere tutte le informazioni sulla storia di Telecom Italia ma anche sui bilanci e la politica dei dividendi potete contattare l’Investor Relations. Ecco i recapiti: Alex Bolis, E-mail: alex.bolis@telecomitalia.it; Tel: +39 02 8595 1 / Fax +39 02 8595 4132. Gli stessi recapiti possono essere contattati per sapere come comprare azioni Telecom oggi.

 

Principali azionisti di Telecom Italia

azionisti Telecom Italia

Gli azionisti Telecom Italia sono oggi circa 480mila. Si tratta di un numero molto alto che pone Telecom al vertice della classifica delle azioni più popolari. In base agli ultimi aggiornamenti il principale azionista di Telecom Italia risulta essere Vivendi con una quota del 24,68%. Tra gli altri azionisti detentori di quote rilevanti c’è solo The People’s Bank of China che è accreditata al 2,068% del capitale.

Complessivamente gli istituzionali esteri hanno in mano il 54,51% di Telecom a cui si deve poi aggiungere un 4,31% in mano agli istituzionali italiani. C’è poi un 10,5% che viene attribuito ad azionisti italiani fisici.

Migliori piattaforme per investire in Borsa / Azioni Telecom Italia

piattaforme trading borsa

Quando un titolo è sottoposto a continue sollecitazioni che determinano cambi nella sua quotazione, la strategia migliore da adottare è quella di non comprare direttamente azioni preferendo invece il trading. Grazie al trading online, infatti, è possibile trarre il massimo beneficio derivante dai deboli ma innumerevoli cambi di direzione. Questo discorso calza a pennello su Telecom Italia.

Detenere a lungo in portafoglio azioni Telecom con la speranza di maturare un profitto consistente non ha senso. Come dimostrano i grafici Telecom, infatti, lo scostamento annuo della quotazione è sempre molto contenuto. Il trading online consente invece di guadagnare molto sulle oscillazioni di breve periodo. Rispetto all’acquisto tradizionale di azioni, il trading ha poi un altro importante vantaggio. Poichè quando si fa trading online sulle azioni Telecom non si comprano i titoli Telecom, le commissioni sono molto basse.

Il trader, inoltre, non è un’azionista e quindi non è dovuto a caricarsi delle incombenze che gravano sui possessori fisici di azioni Telecom.

Alla luce di tutte queste considerazioni, fare trading online su Telecom è certamente conveniente. Per scommettere sull’andamento del titolo due sono le strade a disposizione: il trading binario e il trading di CFD.

Oggi sul mercato sono presenti molti broker che offrono la possibilità di giocare con le azioni Telecom attraverso il trading. Per individuare le migliori piattaforme per investire in Borsa su azioni Telecom è sempre preferibile controllare che il broker sia autorizzato ad operare. In questo modo si evitano possibili truffe.

Le migliori piattaforme per investire in borsa su azioni Telecom si riconoscono anche dalla forte attenzione che esse dedicano alla formazione. Contrariamente a quello che si può pensare per guadagnare con il trading non si deve sperare nella fortuna. Sotto questo punto di vista è necessaria invece formazione e conoscenza della piattaforma operativa. Non solo. Come avviene anche quando si sceglie di comprare azioni Telecom in borsa, si devono anche analizzare prospettive e previsioni del titolo.

Investire in azioni Telecom: Comprare o Vendere?

buy sell

Attraverso l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale è possibile stabilire se oggi conviene comprare o vendere azioni Telecom. I fattori da tenere in considerazioni sono molteplici. Certamente un forte peso deve essere dato agli ultimi conti trimestrali di Telecom. L’ex monopolista ha chiuso i primi 6 mesi del 2016 con un utile in aumento a cui ha fatto da contraltare un calo dei ricavi. Buone indicazioni sono arrivate dal segmento mobile ma anche il comparto telefonia fissa ha lanciato segnali positivi. Il secondo trimestre dell’anno, in particolare, è stato il migliore dal 2009.

L’euforia per la trimestrale non deve però far passare in secondo piano il problema ricavi. Telecom, infatti, continua a subire un calo dei margini di ricavo per effetto dell’alta concorrenza domestica. La flessione non viene più compensata dall’andamento sul mercato estero, anche esso in sofferenza.

Rispetto al passato, invece, dei segnali positivi sono arrivati dall’assetto interno della quotata. Dopo la lotta intestina tra i vari soci, il clima adesso è decisamente migliore. La guerra interna aveva provocato un attacco speculativo che si era tradotto in vendite ma il ritorno della stabilità ha resettato tutto. Il futuro di Telecom oggi si chiama Flavio Cattaneo.

L’eliminazione di questo fattore di turbolenza è stata in realtà una sostituzione. Oggi il mercato, infatti, teme le insidie che possono arrivare da Enel sul fronte fibra ottica. Questo driver va tenuto molto in considerazione nell’elaborazione della strategia di investimento su Telecom Italia.

Alla luce dei tanti fattori che abbiamo messo in evidenza, è chiaro che stabilire se comprare o vendere azioni Telecom sia una decisione non affatto scontata. Un ulteriore aiuto per chi vuole investire in azioni Telecom può arrivare dalle previsioni sulla quotazione.

Previsioni quotazione Telecom

previsioni telecom

Un aiuto concreto all’elaborazione di previsioni sull’andamento di Telecom può arrivare alle agenzie di rating. A dimostrazione della difficoltà a stabilire se sia meglio comprare o vendere, anche in questo caso i giudizi non sono convergenti. Le previsioni più ottimistiche su Telecom Italia sono quelle di Credit Suisse. Per esperti elvetici le azioni Telecom sono da comprare. Nei prossimi mesi, quindi, è possibile un miglioramento della quotazione. Credit Suisse, quindi, conferma i risultati dell’analisi tecnica su Telecom.

L’upgrade che ha portato il rating a buy è sostenuto dalle positive previsioni sull’Ebitda. Secondo Credit Suisse il margine operativo lordo dell’ex monopolista dovrebbe quindi migliorare nel medio lungo termine. I fattori a sostegno della dinamica del MOL sono tre: il maggiore contenimento dei costi in Italia, il recupero della valuta brasiliana e il rallentamento del calo dell’Ebitda in Brasile.

In questo contesto, Credit Suisse vede il target price di Telecom crescere fino a 1 euro. Previsioni positive su Telecom sono arrivate anche dagli analisti di New Street Research secondo i quali l’Ebitda italiano di Telecom dovrebbe tornare a crescere già quest’anno ed aumentare ancora nel 2017.

Più freddi rispetto a Credit Suisse sono gli analisti di Moody’s. Gli esperti hanno confermato il rating a Ba1 con outlook negativo. Le previsioni sulle azioni Telecom sono quindi negative perchè l’ex monopolista necessita continuamente di risorse finanziarie.

Modello di business di Telecom Italia

modello business telecom

Il modello di business di Telecom è molto cambiato negli ultimi anni. Complice la rivoluzione determinata dallo sviluppo del web e poi del mobile, oggi Telecom è sempre meno un operatore telefonico. L’ex monopolista sta virando verso un modello “Digital Telco & Platform Company”. Tale modello si fonda su infrastrutture innovative ed e su un eccellente servizio al cliente. Il nuovo modello di business di Telecom punta  alla diffusione di servizi e contenuti digitali premium offerti su una piattaforma personalizzabile e fruibili ovunque e su qualsiasi dispositivo.

Italia e Brasile restano i mercati strategici di Telecom. Due le business Unit di Telecom:

  • Business Unit Domestic –  servizi voce e dati, da rete fissa e mobile, per i clienti finali (retail) e altri  operatori (wholesale), servizi wholesale internazionali (Telecom Italia Sparkle ) e soluzioni IT (Olivetti)
  • Business Unit Brasile  (TIM Brasil).

Opportunità e rischi di investire in Telecom

rischi opportunita

Per capire se investire oggi in azioni Telecom sia una opportunità o un rischio è assolutamente necessario fissare le coordinate del contesto di fondo. I mercati in cui opera l’ex monopolista sono essenzialmente due: quello italiano e quello brasiliano. E’ chiaro che l’espansione di Telecom in queste due aree geografiche sia legata al rispettivo andamento dell’economia. Se il quadro macro è positivo ed è caratterizzato da segnali di ripartenza, Telecom come società avrà più possibilità di fare business.

Di conseguenza le azioni Telecom saranno una opportunità. Viceversa difficoltà economiche sono sempre un rischio. Non è quindi un caso che laddove Telecom si sia trovata ad affrontare situazioni di recessione, le conseguenze sul business sono state immediate. Il rapporto tra contesto macro e andamento dell’ex monopolista è quindi innegabile anche se non strettissimo.

Telecom, infatti, opera in un comparto che potrà certamente rallentare in caso di problemi macroeconomici ma comunque non potrà mai crollare. Sotto questo punto di vista le azioni Telecom sono in parta anticicliche.

Venendo alle condizioni attuali dei mercati di riferimento sia il Brasile che l’Italia non stanno attraversando fasi economiche positive. Per molti anni il mercato carioca è stato il sostegno indispensabile per contenere i problemi incontrati sul mercato italiano. Oggi però anche l’economia brasiliana sembra essere in difficoltà a dimostrazione di come non ci siano più lidi di ripiego. In questo contesto il contenimento dei costo diventa il solo modo per non rischiare troppo.

A far pendere in una direzione anzicchè in un’altra la bilancia rischi/opportunità di Telecom non è però solo il contesto economico generale. Telecom, infatti, risente molto di quello che è lo sviluppo della tecnologia. In un settore caratterizzato da continue novità e trasformazioni, basta davvero poco per perdere importanti treni. In Italia, ad esempio, lo sviluppo di Telecom è insidiato dalla possibilità che sia Enel ad imbarcarsi per prima e con posizioni di dominio nell’avventura della banca ultralarga di ultima generazioni.

Mai come oggi, quindi, lo sviluppo tecnologico rappresenta una opportunità per Telecom. Di contro, la concorrenza è invece un rischio. Su questo fronte Telecom non ha maturato molta esperienza. Il calo dei margini sui ricavi che fino al 2016 ha caratterizzato i bilanci dell’ex monopolista è appunto da imputare all’irruzione della concorrenza sul mercato italiano. Su questo fronte oggi Telecom è più serena anche se nuovi rischi potrebbero arrivare dall’arrivo in Italia di operatori che offrono servizi alti a prezzi contenuti. E’ invece una opportunità la possibile concentrazione del settore. Da tempo, a tal riguardo, si parla di una possibile fusione sul mercato italiano tra Wind e 3 Italia. L’integrazione tra i due player porterebbe a maggiore chiarezza con benefici per Telecom.

Negoziare Azioni Telecom attraverso il Trading di CFD

azioni Telecom

Prevedere quella che è la direzione che le azioni Telecom possono prendere non è assolutamente facile. Le variabili da prendere in considerazione sono davvero tante. E’ per questo motivo che molti investitori piuttosto che comprare azioni Telecom preferiscono semplicemente fare trading sulle azioni dell’ex monopolista. Niente acquisto diretto, quindi, ma negoziazione sulle piattaforme trading.

Più che le opzioni binarie, sono soprattutto i CFD a poter permette di massimizzare le occasioni di guadagno offerte da Telecom. Per negoziare le azioni Telecom attraverso il trading di CFD è comunque necessaria una certa formazione. Pensare di poter guadagnare con il trading grazie alla fortuna, infatti, è un grave errore destinato prima o poi ad essere pagato in modo rovinoso.

La stessa formazione, del resto, consente di scegliere in assoluta tranquillità quella che è la piattaforma più idonea per quelle che sono le proprie caratteristiche. Quando si sente quindi parlare di studenti principianti e anche semplici disoccupati che guadagnano con il trading online non si è in presenza di falsità ma di casi reali avvenuti grazie allo studio delle migliori strategie di investimento.

Per imparare a fare trading un valido aiuto arriva non solo dai corsi e dai webinar ma anche dal conto demo. Tutte le migliori piattaforme per negoziare azioni Telecom per fare trading di CFD mettono a disposizione un conto demo per fare pratica. Grazie a questa sorta di simulatore di borsa è possibile definire quelle che sono le strategie di investimento più efficaci. Questo discorso vale sia nel caso del lungo periodo che nel caso del breve termine.

Con il trading di CFD sulle azioni Telecom si può guadagnare non solo scommettendo sull’aumento del prezzo della quotazione ma anche puntando su una perdita di valore. In pratica i CFD permettono di riprodurre quello che caratterizza il normale investimento di borsa senza gli svantaggi che da esso derivano. E’ proprio per questo che sempre più investitori scelgono di negoziare azioni Telecom con il trading di CFD. Un modo nuovo per investire in Borsa senza però passare da Piazza Affari.

Per aiutarvi nella scelta della migliore piattaforma per fare trading, abbiamo sintetizzato nello schema sottostante le offerte dei vari broker. Tutte le piattaforme incluse nell’elenco mettono a disposizione un conto demo del tutto free e utilizzabile senza nessun limite di tempo. Un’occasione per tutti i traders principianti.

Migliori piattaforme di Trading & Forex
#BrokerDettagli
1 Markets.com Bonus: Fino a 2500 €
Payout: CYSEC, FSA, MIFID
Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni Markets.com 5 stelle
2 FXpro.it Bonus: Demo gratuita
Payout: CySEC - FSB
Deposito min: € 100
VISITA
Opinioni FXpro.it 5 stelle
3 Xtrade Bonus: 25 € gratuiti
Payout: CySEC-CONSOB-ASIC
Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni Xtrade 5 stelle
4 eToro Bonus: 20$ gratis
Payout: CySEC-CONSOB-BaFin
Deposito min: 200 $
VISITA
Opinioni eToro 5 stelle
5 BDSwiss Bonus: 100 €
Payout: CySEC
Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni BDSwiss 5 stelle

<< Torna a:

Migliori Broker Opzioni Binarie
#BrokerDettagli
1 24option Bonus: 100%
Payout: 89%
Deposito min: 250$
VISITA
Opinioni 24option 5 stelle
2 IQ Option Bonus: 10000$
Payout: 90%
Deposito min: 10$
VISITA
Opinioni IQ Option 5 stelle
3 BDSwiss Bonus: 100%
Payout: 85%
Deposito min: 100€
VISITA
Opinioni BDSwiss 5 stelle
4 TopOption Bonus: 2500€
Payout: 85%
Deposito min: 100$
VISITA
Opinioni TopOption 5 stelle
Miglior Robot Opzioni Binarie
Broker Azioni Telecom trading: quotazione e grafico in tempo reale: come investire in azioni Telecom Italia?
VISITA
Opinioni Binary Option Robot 5 stelle

Termini di ricerca:

  • Negative signal to telecom shares
Meteofinanza.com

Meteofinanza.com