Meteofinanza search
Meteofinanza.com - mercoledì, 26 settembre 2018

Azioni Brembo: quotazione grafico in tempo reale (BRE)

Le azioni Brembo fanno parte dell’indice FTSE MIB della borsa italiana. La Brembo è infatti un’azienda italiana quotata in borsa a Piazza Affari, a Milano, ed è una delle 40 società italiane quotate con più capitalizzazione di mercato.

Le azioni Brembo sono presenti a Piazza Affari dal 1995, quando la società effettuò con successo l’IPO.

La Brembo produce impianti frenanti per veicoli di tutti i tipi, in particolar modo per le autovetture da corsa. La società è leader nel suo settore e vanta collaborazioni con le più grandi case automobilistiche come per esempio Ferrari, Aston Martin, BMW, Lamborghini e Pagani; ma anche motociclistiche come Ducati, Aprilia e Harley-Davidson.

L’azienda italiana monta inoltre i freni per molte scuderie di Formula 1, Ferrari compresa, e di Moto Gp come Honda, Yamaha e la già citata Ducati.

Azioni Brembo: quotazione grafico in tempo reale (BRE)

Freni Brembo

In questa pagina dedicata alla quotazione Brembo vedremo il grafico in tempo reale, una breve storia della società italiana e come poter comprare azioni Brembo in modo rapido e sicuro.

Grafico azioni Brembo in tempo reale

Il grafico qui presente rappresenta il valore delle azioni Brembo in tempo reale. Brembo si lanciò in borsa con un prezzo delle azioni pari a 3,21€. Oggi il valore azioni Brembo è di circa 11€, ma nella sua storia ha raggiunto vette ancora più alte, come i 15,28€ del maggio 2017.

La sigla di Brembo in borsa è BRE. Ricordiamo che è possibile comprare e vendere azioni Brembo solo negli orari in cui la borsa italiana è aperta, ossia dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 e 30.

Apri un conto di trading online su eToro!

Breve storia di Brembo

Il primo nome fu Officine Meccaniche di Sombreno, la denominazione attuale fu solo successiva. Brembo è in realtà un acronimo e sta per Breda Emilio Bombassei. Quest’ultimo fu il fondatore e controllava la società insieme a Italo Breda. Il nome deriva anche dal fiume Brembo che scorre vicino Sombreno, luogo di fondazione della società, avvenuta nel 1961.

Fino al 1964 la società era solo un’officina a carattere familiare, ma in quell’anno decise di puntare sui dischi freno, che cambieranno radicalmente la storia della piccola officina. Nel 1972 sviluppò dischi freno anche per le moto, in particolare per la Moto Guzzi.

Azioni Brembo: quotazione grafico in tempo reale (BRE)

Logo Brembo

Nel 1975 montò i freni per le monoposto Ferrari in Formula 1 e questa fu la vera consacrazione del marchio bergamasco, che da locale diventò prima nazionale e poi internazionale. Iniziò quindi a collaborare con le più prestigiose aziende automobilistiche e motociclistiche di tutto il mondo.

Negli anni le monoposto di Formula 1 che equipaggiarono i freni Brembo hanno ottenuto numerosi successi che hanno portato l’azienda a diventare leader del suo settore. Precisamente dal 1975 ad oggi le vetture che hanno montato freni Brembo hanno vinto 23 campionati piloti e 27 campionati costruttori.

Brembo ha in seguito aperto numerose filiali in tutto il mondo e conta oggi 9.000 dipendenti, di cui 3.223 in Italia, che resta il fulcro dell’attività della società. Brembo è presente in 15 Paesi diversi, tra cui Polonia, Cina, Repubblica Ceca, Stati Uniti, Messico, India, Brasile, Regno Unito, Argentina, Spagna e Giappone.

Assetto societario di Brembo

Come abbiamo già detto la società è stata fondata da Emilio Bombassei e Italo Breda. Nel 1983 nell’ottica di espansione, la Brembo accettò la partecipazione in società dell’americana Kelsey-Hayes, anch’essa attiva negli impianti frenanti. Emilio Bombassei venne nominato amministratore delegato e la Brembo mantenne l’autonomia nonostante il nuovo capitale sociale statunitense.

La collaborazione fu utile alla società per aumentare il suo carattere internazionale e per consolidarsi nel mercato, ma nel 1993 la Kelsey-Hayes cedette la sua quota e l’azienda tornò interamente italiana. Brembo ha infatti deciso di confermare il nostro Paese come centro della propria attività.

Azioni Brembo: quotazione grafico in tempo reale (BRE)

Brembo logo

Nel 1995 si quotò in borsa e dunque le azioni Brembo furono disponibili per tutti gli investitori. Il presidente della società è Alberto Bombassei, figlio del fondatore Emilio Bombassei, che già dal 1964 era entrato in Brembo come responsabile commerciale. L’amministratore delegato è invece Andrea Abbati Marescotti.

L’azionariato Brembo ha come azionista di maggioranza con il 53,52% NUOVA FOURB SRL, la società controllata dalla famiglia Bombassei. Azioni proprie della Brembo s.p.a costituiscono il 2,62%, mentre la COLUMBIA ACORN INT’L possiede il 2,02% e la CACEIS BANK FRANCE l’1,44%. Il resto appartiene al mercato libero.

Fai trading su IQ Option con un conto demo

Come comprare azioni Brembo

Per poter comprare azioni Brembo oggi è possibile ricorrere principalmente a due metodi: l’acquisto diretto o l’utilizzo di strumenti finanziari derivati. L’acquisto diretto di azioni Brembo in tempo reale è molto semplice, basta rivolgersi al proprio intermediario bancario ed effettuare l’acquisto.

Possedendo azioni Brembo diventerete soci dell’azienda a tutti gli effetti fino a quando non decidere di venderle. Con lo sviluppo di nuovi strumenti finanziari e con il trading online, ossia da casa tramite il vostro computer, comprare azioni Brembo è diventato ancora più semplice.

Non servirà fare una chiamata al vostro broker professionista o in banca o addirittura recarvici. Iscrivendovi a un broker online, che può essere anche la vostra banca, sarà possibile fare compravendita di titoli azionari.

Azioni Brembo: quotazione grafico in tempo reale (BRE)

Freni Brembo

La vera novità degli ultimi anni è costituita dai CFD, uno strumento derivato che vi consentirà di sfruttare a vostro vantaggio l’andamento del valore delle azioni Brembo senza però direttamente possederle nel vostro portafoglio.

Innanzitutto CFD è una sigla e sta per Contract for Difference, ossia “Contratti per Differenza“. Il trader investendo in CFD essenzialmente scommette sul rialzo (long) o sul ribasso (short) delle azioni Brembo senza mai possederle. Dunque quello che a voi interesserà sarà solo la differenza fra il valore quando le avete acquistate/vendute e quando deciderete di chiudere la posizione.

Solo i broker online autorizzati e regolamentati devono interessarvi perché sono quelli che hanno ottenuto le licenze necessarie per operare e questa è una garanzia per il vostro denaro.

Inoltre con i CFD potrete sfruttare l’effetto della leva finanziaria, che consente al vostro investimento di essere più ampio. Cosa significa? Per esempio con una leva pari a 2:1, un investimento di 500€ diventerà di 1.000€. Ciò significa che tutte le perdite o i guadagni dovranno essere relazionati a quest’ultimo importo.

Così come i guadagni, anche le perdite aumentano con la leva finanziaria. La cautela deve essere massima perché così come è più facile guadagnare importi maggiori, è anche più probabile subire perdite rilevanti. In caso di perdita eccessiva si può arrivare anche all’esaurimento del capitale investito.

Con le nuove norme dell’ESMA la leva finanziaria massima per i trader al dettaglio sui titoli azionari è pari a 5:1. Per i trader professionisti invece la leva massima è quella offerta dal broker.

Apri un conto demo su 24Option!

Commenti chiusi.

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra 74 e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Meteofinanza.com