Opzioni Binarie: opinioni, strategie di trading, demo e broker - Oggi è domenica, 11 dicembre 2016
EnglishItalian

Quotazione Enel e grafico in tempo reale: come investire in azioni Enel

Enel è uno dei punti fissi all’interno dei portafogli di investimento azionario degli italiani. Nonostante i tempi non siano più quelli delle crescite esponenziali, la quotazione Enel anche oggi è molto seguita da decine di migliaia di italiani. Come si può dedurre dai grafici relativi all’andamento delle azioni Enel, il prezzo della quotazione è calato rispetto al passato ma l’interesse non è certamente venuto meno.

azioni Enel

Tra le quotazioni del Ftse Mib, quella di Enel è una delle poche ad aver conservato intatto il suo prestigio. Sotto questo punto di vista, Enel è partita certamente con un importante punto di vantaggio. Al pari di Telecom, infatti, Enel è stata per decenni sotto il completo controllo dello Stato. La statalizzazione di Enel è stata, al tempo stesso, un male ma anche un bene. Lasciando gli aspetti negativi, se le azioni Enel ieri come oggi sono finite nei portafogli di molti investitori lo si deve proprio alla tranquillità psicologica derivante dall’essere stata una realtà sotto il controllo dello stato. Al pari di Telecom e, in tempi più recenti, anche di Poste Italiane, le azioni Enel hanno dato quella sicurezza che i titoli di altre quotate “private” si sono costruiti solo dopo tanti sacrifici.

Quotazione Enel oggi: azioni Enel grafico in tempo reale




L’interesse per la quotazione Enel si è tradotto concretamente in un livello di attenzione molto elevato nei confronti di tutti quegli strumenti che sono indispensabili per chi vuole investire in azioni. Comprare azioni Enel, infatti, non è mai stata una scelta automatica. L’investimento sui titoli dell’utility, al contrario, è sempre stato molto ragionato. In tal senso un aiuto concreto è sempre arrivato dall’analisi sui grafici storici dalla quale ogni investitore ha poi cercato di tracciare le previsioni sull’andamento futuro del titolo.

Essendo un titolo anti-ciclico, infatti, Enel non risente particolarmente di quello che è l’andamento dell’economia in generale. Questo perché sia nel caso in cui l’economia sia in espansione che nel caso in cui il quadro sia in contrazione, comunque si avrà bisogno di energia elettrica.

In questo contesto, fermo restando l’importanza dell’analisi fondamentale, è soprattutto l’analisi tecnica a fare la differenza. Da qui il forte interesse per i grafici sulla quotazione Enel. Grazie agli strumenti che sono stati messi a disposizione dalla tecnologia, è possibile oggi avere grafici in tempo reale sull’andamento della quotazione Enel che un tempo certamente non vi erano.

Tutti i broker e le piattaforme per investire oggi in Borsa, mettono a disposizioni grafici real time che ricalcano quello che l’andamento al secondo delle azioni Enel. Chiaramente accanto a questo modello di grafico, ve ne sono poi altri più storici e utili a tracciare un possibile quadro sul trend di breve-medio e lungo termine della quotazione. È possibile confrontare grafici a 1 mese, a 3 mesi, a 6 mesi e ancora a 1 anno, a 3 anni, a 5 anni e quello relativo a tutta la storia della quotazione. L’informazione è quindi completa e totale.

I grafici in borsa hanno un senso solo se sono comparativi e quindi se permettono di incrociare i dati. In tal senso se si sceglie di investire in Enel, è buona strategia è quella di confrontare il grafico su Enel con quello di un competitor. Essendo Enel un colosso nazionale è ovvio che il competitor vada trovato soprattutto all’estero tra i grandi colosso dell’energia elettrica. Sul mercato azionario italiano, Enel non conosce eguali e questo è evidente anche dai volumi di ricerca sulla quotazione Enel. Questo non significa che oltre Enel in Italia non vi siano altre utilities. Il tempo del monopolio è infatti finito (come nel caso di Telecom) ma il prestigio è ancora intatto.

 

Azioni Enel analisi: storia e informazioni

quotazione Enel

La storia di Enel, come affermano alcuni analisti, è la storia dell’Italia. Acronimo di Ente Nazionale per l’Energia Elettrica, Enel è nata come ente pubblico nel lontano 1962. L’Enel come è conosciuta adesso, però, ha avuto origine nel 1992 a seguito delle maxi privatizzazioni dell’epoca.

I record di Enel sono più di uno. L’ex monopolista dell’elettricità, infatti, è la più grande utility integrata d’Europa per quello che riguarda la capitalizzazione e la 56esima azienda mondiale per dimensioni. Dopo tante trasformazioni ed evoluzioni, Enel non è più un colosso italiano ma è oramai una multinazionale. Enel è infatti presente in Europa, Nord America, America Centrale, Sud America, Asia e Africa. Praticamente, grazie all’enorme diversificazione delle attività, Enel è presente in tutto il mondo.

L’ampliamento del perimetro della società non si è però tradotto in una perdita di controllo da parte dello stato. In base ai dati disponibili anche oggi lo Stato Italiano attraverso il Ministero dell’Economia e delle Finanze mantiene il controllo di Enel con una quota del 23,6% del capitale sociale complessivo.

In termini generali, poi, le dimensioni di Enel si sono profondamente contratte negli ultimi anni. I tempi dello shopping e dell’espansione senza confini che aveva portato Enel anche in Spagna con Endesa, infatti, hanno ceduto il passo a altre politiche aziendali. Come tante quotate dalle dimensioni molto estese, infatti, anche Enel ha varato una campagna di razionalizzazione dei costi. Incalzata da un indebitamento netto molto elevato e dinanzi a tempi non certamente semplici, Enel è diventata più prudente rispetto al passato. Si tratta di una fase nuova della storia di Enel.

Per avere tutte le informazioni di cui si ha bisogno sulla storia di Enel ma anche sui bilanci societari e sui dividendi, è possibile contattare l’Investor Relations all’indirizzo E-mail investor.relations@enel.com
o al numero di telefono 39 06 83053437 e al numero di Fax +39 06 83057940. Gli stessi recapiti possono essere utilizzati per sapere come comprare oggi azioni Enel. La sede fisica di Enel è in Viale Regina Margherita 125 a Roma.

 

Principali azionisti di Enel

azionisti Enel

In base alle informazioni più recenti, i principali azionisti di Enel sono investitori di tipo istituzionale quindi fondi di investimento, compagnie di assicurazione, fondi pensione, fondi etici e società di risparmio. Gli istituzionali, a fine marzo 2016, avevano in mano il 52,1% di Enel. Si tratta di una quota molto consistente del capitale, visto che gli investitori individuali sono attestati al 24,3%. Leggermente inferiore la quota in mano al Ministero dell’Economia e delle Finanze (23,6%).

Storicamente parlando, mentre la quota in mano allo Stato italiano ha subito un assestamento, si è invece assistito ad uno spostamento dal retail agli istituzionali. Questo movimento è da imputare alla sicurezza che titolo come Enel sono capaci di garantire anche in momenti di turbolenza finanziaria.

 

Migliori piattaforme per investire in Borsa / Azioni Enel

piattaforma Enel

Il calo del retail non deve lasciar desumere che la quotazione Enel abbia cessato di essere alla portata dei piccoli investitori. Le azioni Enel, infatti, anche oggi continuano ad essere sempre al centro delle scelte di chi investe in borsa. Certamente una volta gli investitori erano soliti comprare azioni Enel. Oggi, invece, si sceglie sempre di investire in azioni Enel ma seguendo la strada delle piattaforme di trading.

E’ questa anche una strada obbligata alla luce della diminuzione del retail. Grazie alle migliori piattaforme per investire in Borsa, infatti, è possibile scommettere sull’andamento delle azioni Enel senza comprare i corrispondenti titoli. E’ proprio questo uno dei vantaggi del trading online rispetto ad un investimento tradizionale di Borsa. Enel, in questo senso, è tornata a rilanciarsi anche sul retail. Le piattaforme di trading, infatti, hanno aperto, indirettamente, il mondo della borsa, a tutta una serie di categorie lontane anni luce della finanza.

Le azioni Enel, come avveniva un tempo direttamente in Borsa, sono così tornate ad essere tra le più “hot” recuperando il primato di un tempo. Tutte le migliori piattaforme per fare trading, infatti, consentono di investire in azioni Enel.

 

Azioni Enel cosa fare: Comprare o Vendere ? Previsioni azioni Enel

rating Enel

Cosa fare oggi con le azioni Enel? Riuscire a tracciare delle previsioni sull’andamento della quotazione del colosso dell’energia elettrica non è semplice. Pur in misura molto inferiore rispetto a quella di altri comparti, anche Enel ha risentito del vento di incertezza che soffia sull’economia mondiale. Il fatto che Enel sia una multinazionale non ha salvato la quotata dai rischi macro generali.

Se un tempo, infatti, la quotazione Enel riusciva a sostenersi con il mercato estero nonostante i problemi di quello italiano, oggi questo discorso non è più valido. Comprare o vendere azioni Enel, quindi, è diventato più rischioso. La variabile che più grava sullo stato di salute della società è rappresentata dall’indebitamento netto. Tutti i più recenti piani industriali approvati dal CdA sono stati, non a caso, improntati alla riduzione del debito. In nome del taglio del debito, Enel ha varato la cessione di una serie di asset secondari. Non solo. Sempre per cercare di contenere i costi, è stata anche varata la fusione per incorporazione della vecchia controllata “verde”: Enel Green Power. La fusione ha portato al delisting di EGP.

Dopo tutte queste manovre, il livello di indebitamento di Enel si è attestato a quota 38,17 miliardi, sostanzialmente il linea con i target indicati nel piano industriale. Le politiche che l’ex monopolista sta seguendo, quindi, sembrerebbero portare i loro frutti. Anche dalla marginalità, infatti, non mancano segnali interessanti. In base alle ultime previsioni sull’andamento dei conti dell’ex monopolista, l’Ebitda Enel dovrebbe attestarsi a fine anno a quota 15 miliardi di euro contro i 14,7 miliardi indicati in una precedente stima. Buone indicazioni anche dall’utile netto. Secondo le ultime previsioni, il 2016 dovrebbe chiudersi con un dato pari a 3,2 miliardi di euro contro i 3,1 miliardi indicati in precedenza.

Oltre alle stime sui conti 2016, ci sono poi una serie di altri drivers che suggeriscono di investire in Enel. L’acquisizione di Metroweb a scapito di Telecom Italia, da un lato, e il forte impegno sullo sviluppo della banda larga dall’altro, sono due drivers che, secondo gli analisti, possono sostenere la quotazione Enel.

Nel complesso le indicazioni di medio-lungo termine sembrano essere decisamente positive. Non è quindi un caso che molti analisti puntino sul rating buy. Una serie di previsioni e stime incoraggianti suggeriscono di comprare Enel. Anche gli analisti che preferiscono mantenere un profilo più basso, come è nel caso degli esperti di Bernstein, lanciano comunque segnali incoraggianti. Secondo Bernstein, Enel farà meglio del mercato. Anche in questo caso, quindi, il consiglio è sostanzialmente quello di comprare Enel. La quotata è la top pick di Bernstein nel settore delle utility integrate a livello europeo. Il punto di forza dell’ex monopolista è un mix di business e strategia superiore, uniti alla qualità del management e alle prospettive sul dividendo.

Considerando anche quello che è lo stato di salute complessivo della borsa, Enel rappresenta quasi una obbligata occasione di investimento. Se infatti si tengono in considerazione le forti tribolazioni dei mercati e le ripercussioni che esse hanno generato su molti titoli, la quotazione Enel spicca come una delle più solide.

 

Azioni Enel opinioni sul Modello di business di Enel

Lo sviluppo della tecnologia ha profondamente cambiato il modello di business di Enel. Alla necessità di creare un meccanismo decisorio sempre più snello, Enel ha risposto razionalizzando e semplificando la propria catena di comanda. Si è trattato di una operazione per nulla facile visto che l’ex monopolista è di fatto una delle aziende italiane più presenti sui mercati esteri. La semplificazione è quindi diventata la chiave dal modello di business di Enel.

Le direttrici dello sviluppo dell’azione dell’ex monopolista sono essenzialmente quattro: efficienza operativa, crescita industriale, gestione attiva del portafoglio e remunerazione degli azionisti. Queste quattro direttrici che identificano anche il modello di business di Enel, orienteranno le scelte della società nei prossimi trimestre.

 

Azioni Enel ultime notizie su Opportunità e rischi di investire in Enel

rischi opportunita Enel

Quando si parla della quotazione Enel si fa riferimento a un titolo che è da sempre considerato difensivo. Il carattere anticiclico di Enel, soprattutto in questi ultimi tempi, è uno dei punti di forza più importanti della quotata. Il motivo è facilmente intuibile. Investire in azioni Enel rappresenta una opportunità perché le azioni dell’ex monopolista sono quanto di più sicuro passa esistere in momenti di turbolenza finanziaria.

In molti report sulle opportunità e i rischi di investire in Enel, le azioni della multinazionale vengono indicate come un’isola di sicurezza in caso di mare agitato e in tempesta.

La spiegazione di questo concetto è in primo luogo logica: in momenti di crisi si può rinunciare a tanto ma non all’elettricità. E’ per questo motivo che le azioni Enel sono sempre presenti nei portafogli investimento. Ma investire in azioni Enel non è un’opportunità solo per questo motivo. Se si guarda il grafico sull’andamento della quotazione Enel, infatti, si possono cogliere segnali molto interessanti.

Il prezzo dell’azione dell’ex monopolista è sceso sotto il muro dei 3 euro solo in un momento ben preciso ossia nel secondo semestre del 2012, in concomitanza con l’esplosione della grave crisi del debito sovrano. Anche in quella circostanza, però, Enel riuscì comunque a contenere le perdite grazie al sua carattere anti-ciclico. A partire dal 2013, poi, sempre alla luce delle indicazioni disponibili sul grafico Enel, la quotata è riuscita a ripartire. Enel si è infatti tenuta sempre in area 4 euro.

Lo stesso crollo della Borsa dovuto alla Brexit ha impattato molto poco sulle azioni Enel. Le quotazioni della società, infatti, sono precipitate solo in concomitanza con la diffusione dell’esito del referendum sull’uscita della Gran Bretagna dall’Europa per poi ripartire. Lo spazio per una tenuta su un livello superiore a 4 euro c’è quindi tutto. Con un rasserenamento complessivo dei mercati, la quotazione Enel potrebbe ritoccare i 4,2 euro.

Le variabili da tenere in considerazione per il raggiungimento di questo obiettivo sono però più di una. Si entra nel campo dei rischi legati all’investimento Enel. Chi sceglie di investire in azioni Enel deve tenere in considerazione il fatto che il mercato si attende tanto dai dossier aperti. Sviluppo della fibra ottica, da un lato, e dossier Metroweb, dall’altro, sono i due grandi fronti che non possono deludere il mercato. Rischi potrebbero anche dal fronte indebitamento. Enel deve proseguire la sua politica di riduzione dei costi e di razionalizzazione dell’organizzazione per riabbassare il debito e di questo chi sceglie di comprare azioni Enel è perfettamente consapevole.

Sempre all’interno dei dossier relativi alle opportunità e ai rischi di investire in Enel viene citato un ulteriore elemento ossia le dismissioni. Enel ha da poco ultimato la sua uscita dalla Slovenia ma i fronte aperti sono ancora tanti. L’obiettivo del management è quello di riuscire a concentrare il core, tagliando le esposizioni in mercati non giudicati redditizi. Anche in questo caso, una delusione potrebbe trasformarsi in un ribasso delle quotazioni in Borsa.

Il dossier cessioni non è comunque di facile gestione. Enel vorrebbe riuscire ad evitare di trovarsi scoperta su mercati problematici ma al tempo stesso non può perdere occasioni che arrivano da mercati visti in crescita. E’ per questo motivo che mentre in Sud America si è proceduto ad una razionalizzazione delle attività altrove si studiano gli scenari più interessanti.

Da tutto quello che si è fin qui affermato si comprende che Enel è uno dei pochi investimenti che potrebbe riservare profitti interessanti anche nel lungo periodo. A dirlo non sono solo le tante considerazioni ascrivibili nell’analisi fondamentale ma anche lo studio dei grafici Enel. Lo spazio per la crescita c’è.

 

Azioni Enel prospettive di Trading tramite i CFD

trading Cfd Enel

Per investire in azioni Enel e non perdere le opportunità che questa quotazione può riservare non è necessario comprare azioni Enel. Grazie allo sviluppo del trading online, infatti, investire oggi in Enel significa avere la possibilità di guadagnare senza caricarsi dei tanti doveri che sono in capo ad un azionista.

Per negoziare azioni Enel attraverso il trading di Cfd (Contratti per Differenza) è però necessario individuare la migliore piattaforma broker. Non tutti gli intermediari, infatti, prevedono la possibilità di fare trading con i Cfd su Enel. Tutte le migliori piattaforme, però, danno questa possibilità. Enel, infatti, fa sempre parte del paniere azionario italiano che, non caso, include quei titoli più prestigiosi presenti sul Ftse Mib.

Migliori piattaforme di Trading & Forex
#BrokerDettagli
1 Markets.com Licenza: CYSEC, FSA, MIFID

Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni Markets.com 5 stelle
2 FXpro.it Licenza: CySEC - FSB

Deposito min: € 100
VISITA
Opinioni FXpro.it 5 stelle
3 Kawase Exchange Licenza: Cysec

Deposito min: 100$
VISITA
Opinioni Kawase Exchange 5 stelle
4 IG MARKETS Licenza: FCA - CONSOB

Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni IG MARKETS 5 stelle
5 eToro Licenza: CySEC-CONSOB-BaFin

Deposito min: 200 $
VISITA
Opinioni eToro 5 stelle
6 Plus500 Licenza: FCA-CySEC-ASIC

Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni Plus500 5 stelle

Essendo adatta per investimenti di lungo periodo, Enel conserva intatta questa sua caratteristica anche nel caso del trading online. La migliore strategia per investire sulle azioni Enel attraverso il trading di Cfd, infatti, è quella che prevede l’acquisto e il mantenimento del contratto per un periodo medio-lungo di tempo. Come è perfettamente noto a chi sceglie di negoziare azioni Enel attraverso il trading di Cfd, infatti, se si è a caccia di guadagni repentini e immediati, il carattere difensivo di Enel certamente non aiuta.

Non a caso sono in tanti i traders esperti che affermano che la migliore strategia trading su Enel è quella che punta  a una valorizzazione di lungo periodo. Si tratta di un approccio naturale nei confronti di un titolo che, per sua natura, si caratterizza per una scarsa volatilità. Il consiglio che si può dare a chi sceglie di negoziare azioni Enel attraverso il trading di Cfd è quindi quello di tenere fermo il contratto e non vendere.

E’ ovvio che, al pari di quello che avviene in borsa, anche nel caso delle piattaforme di trading, mantenere la posizione non sia affatto semplice. In ballo, infatti, c’è tutto quello che passa sotto il nome di psicologia dell’investimento. E’ propria sulla capacità di mantenere un simile approccio che si vede la differenza tra un trader principiante un trader professionista.

Quest’ultimo, mantiene ferma la logica di lungo periodo e introduce anche tutta una serie di strumenti che consentono di approfittare anche dei movimenti nel breve termine.  La massimizzazione del profitto caratterizza l’operato del trader esperto. Negoziare azioni Enel attraverso il trading di Cfd è decisamente un banco di prova per cogliere i frutti di un investimento di lungo periodo senza rinunciare ai guadagni del breve periodo.

Fondamentale per riuscire a raggiungere questo obiettivo è individuare quella che è la piattaforma che più è in grado di rispecchiare quelle che sono le proprie caratteristiche personali. Chiaramente tutto questo avviene solo dopo molto esercizio e tanta attività di trading. Le azioni Enel ossia i titoli di una società che è leader nel suo settore sono un buon banco di prova per elaborare strategie di trading online vincenti e complesse.

<< Torna a:

Migliori Broker Opzioni Binarie
#BrokerDettagli
1 24option Licenza: Cysec, Consob
Payout: 88%
Deposito min: 250$
VISITA
Opinioni 24option 5 stelle
2 IQ Option Licenza: Cysec, Consob
Payout: 91%
Deposito min: 10$
VISITA
Opinioni IQ Option 5 stelle
3 BDSwiss Licenza: Cysec
Payout: 85%
Deposito min: 100€
VISITA
Opinioni BDSwiss 5 stelle
4 Banc De Binary Licenza: Cysec
Payout: 90%
Deposito min: 250$
VISITA
Opinioni Banc De Binary 4 stelle
Miglior Robot Opzioni Binarie
Broker Quotazione Enel e grafico in tempo reale: come investire in azioni Enel
VISITA
Opinioni Binary Option Robot 4 stelle

Termini di ricerca:

  • enel quotazione in tempo reale
  • azioni dello stato enel
  • enel quotazione
  • quotazione enel in tempo reale
  • www azioni enel quotazioni tempo reale
Meteofinanza.com

Meteofinanza.com