Meteofinanza search
Meteofinanza.com - domenica, 16 dicembre 2018

Futures: cosa sono, come funzionano e come investire

I futures sono dei particolari contratti che impegnano il sottoscrittore ad acquistare o a vendere, a una data futura, una determinata quantità di merce o di attività finanziarie, a un prezzo altrettanto predefinito. Ma quali sono le caratteristiche dei futures? Come investire con essi? Cerchiamo di saperne di più, occupandoci di una guida completa a questo importante tema!

Cosa sono i futures e a cosa servono

Futures: cosa sono, come funzionano e come investire

Come sopra abbiamo avuto modo di anticipare, i futures sono dei contratti attraverso i quali è possibile prevedere – oggi – il prezzo, la data e la quantità di merce o di attività finanziarie che in futuro sarà possibile acquistare o vendere. Nel caso in cui l’oggetto del future sia una merce, il contratto si definirà commodity future, mentre nel caso in cui sia uno strumento finanziario, si denominerà financial future.

Ad ogni modo, anche se teoricamente il financial future dovrebbe prevedere lo scambio dello strumento finanziario alla scadenza, raramente il contratto viene regolato attraverso la consegna fisica, poiché la liquidazione del contratto stesso avverrà mediante il pagamento della differenza del valore (positiva o negativa) rilevata fra quanto avviene sul mercato al momento della scadenza del contratto e quanto invece indicato nel contratto a termine.

Per quanto concerne invece le finalità del future, di norma chi effettua una compravendita di questo contratto può avere due diverse finalità. La prima è quella tipicamente di copertura, ovvero per poter eliminare o contenere un rischio che è sorto nel corso di un’attività economica; la seconda è invece quella di speculazione, cercando di ottenere un extra profitto dalle eventuali differenze fra le aspettative sui movimenti futuri dei prezzi e le attese correnti dei mercati.

Cosa determina il prezzo dei futures

Il prezzo dei future è determinato sulla base del principio di non arbitraggio. Stando a quanto afferma tale principio, in equilibrio il profitto determinato da un’operazione finanziaria priva di rischio deve essere nullo. Sempre sulla base di tale criterio, il prezzo del futures viene determinato correttamente, se non è possibile ricavare un profitto da operazioni sul mercato a pronti e su quello a termine.

In tal senso, due sono le operazioni che è tecnicamente possibile fare: il cash and carry, con il quale si acquista a pronti il titolo prendendo a prestito la somma necessaria, e contemporaneamente si vende il relativo contratto futures, mentre alla scadenza del contratto si consegnerà il titolo sottostante e con la somma incassata si restituirà il prestito; il reverse cash and carry, con cui si farà esattamente il contrario, vendendo il titolo e acquistando il future.

Come investire nei futures

Futures: cosa sono, come funzionano e come investire

Contrariamente a quanto avviene con i contratti forward, la negoziazione dei futures avviene nei mercati regolamentati in Borse specializzate, potendo così poggiare su prezzi pubblici e ufficiali. I principali mercati su cui avvengono le trattazioni sono le Borse di Chicago e Londra, anche se ogni società di gestione dei mercati di Borsa dispone di una piattaforma telematica per questo genere di contrattazioni.

Tale meccanismo di negoziazione ha altresì favorito l’insorgenza di contratti “standard” per i futures, più facilmente compravendibili rispetto a quanto potrebbe invece avvenire attraverso dei contratti personalizzati. Per esempio, i contratti conclusi in Borsa dovranno rispondere a requisiti altamente standard sia per quanto concerne la quantità che per quanto concerne la qualità del sottostante, prevedendo – tra i vari punti di confronto – che la consegna del bene o dell’attività finanziaria debba avvenire in periodi fissi, secondo quantitativi altrettanto determinati.

Mediante la standardizzazione dei contratti si è così cercato di incrementare il livello di liquidità del mercato, riducendo i costi per i singoli operatori. In aggiunta, concentrando gli scambi su un unico mercato, si è voluto favorire la trasparenza dei prezzi, facendo si che essi riflettano l’effettiva domanda e offerta.

Leggi anche Giocare in borsa o investire in borsa: come guadagnare ? [Guida]

Fare trading con i futures

Come abbiamo avuto modo di precisare qualche paragrafo fa, sono diverse le motivazioni per cui un soggetto dovrebbe comprare un future. E al di là delle strategie di copertura dai rischi, è ben probabile che l’obiettivo della compravendita di un future sia quello speculativo, con il soggetto protagonista dell’operazione che pertanto si trasformerà in un “investitore”, con impieghi ad alto rischio.

Per quanto concerne le tipologie di future negoziabili, si suole generalmente distinguere tre diverse tipologie di contratti:

  • Interest rate futures: sono future finanziari dove lo strumento finanziario sottostante è rappresentato da un tasso di interesse. Si tratta pertanto di un contratto con il quale l’investitore si impegna a consegnare o a ricevere uno strumento finanziario come i titoli di Stato, i time deposit, altre attività fianziarie.
  • Currency futures: sono future finanziari nei quali i contraenti si obbligano a cedere o a ricevere, a termine, un certo ammontare di valuta a un cambio prefissato. In questo caso l’oggetto della transazione è rappresentato da una valuta, sia con finalità di hedging (copertura) che di speculazione.
  • Stock index futures: la terza categoria di future è quella dell’indice di Borsa, una media (spesso, ponderata) dei prezzi delle azioni che lo costituiscono, con lo stock indiex future il possessore si obbliga a comprare o a vendere a una data scadenza un indice di Borsa a un prezzo prefissato.

Broker per futures

Come più volte ribadito, dal punto di vista operativo, le finalità principali del futures sono rappresentate da quelle di copertura e da quelle speculative. Naturalmente, proprio sulla base dei diversi obiettivi da raggiungere varierà non solamente l’individuazione del migliore intermediario / broker per i futures, quanto anche l’oggetto dell’analisi che un trader / operatore dovrebbe effettuare per utilizzare in modo appropriato lo strumento in questione.

Fortunatamente, anche in questo caso sarà giovamento rammentare che i broker propongono una lunga serie di strumenti tecnici per poter studiare attentamente la relazione tra i prezzi spot e quelli futures, potendo così valutare il prezzo e prevederne la sua evoluzione nel futuro oltre che la sua volatilità. Intuibilmente, nell’ipotesi di un uso speculativo, sarà utile cercare di stimare l’andamento futuro dei prezzi del sottostante e del futures, oppure degli spread fra le quotazioni di derivati diversi.

Il miglior broker per investire in Futures è IG MARKETS.

Apri un conto demo gratuito con 30.000€ su IG MARKETS
Migliori Broker Trading Forex e CFD
# Broker Dettagli
1eToro Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
2Markets.com Licenza: CYSEC
Trading Criptovalute
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Markets.com 5 stelle
324Option Licenza: CySEC - MiFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
4ITRADER Licenza: CySEC, MIFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 250 $
DEMO
Opinioni ITRADER 5 stelle
* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Termini di ricerca:

  • future investimenti
  • come funziona il btp future

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Meteofinanza.com