Meteofinanza search
Meteofinanza.com - giovedì, 13 dicembre 2018

Petrolio: perché investire tramite i CFD

Il petrolio è una materia prima fondamentale per la nostra economia, grazie alla sua lavorazione possiamo ottenere il carburante necessario per i mezzi di trasporto. Viene definito anche “oro nero“, dato il suo valore molto alto e il suo colore, ma il suo sinonimo più diffuso è “greggio“. Esso è quotato nel mercato delle commodities, come l’oro e le altre materie prime.

Petrolio: perché investire tramite i CFD

Che cos’è il petrolio e perché è un asset finanziario preso in considerazione da molti investitori? Soprattutto perché investire in petrolio tramite i CFD?

Che cos’è il petrolio?

Il termine petrolio deriva dal latino petroleum, che significa olio di roccia. Esso è un idrocarburo perché è formato da idrogeno e carbonio ed è un combustibile, ovvero che si può bruciare.

Sebbene nell'immaginario comune il petrolio sia nero, il suo colore può essere in alcuni casi marrone scuro
.

La materia prima viene estratta da giacimenti in prossimità dello strato superiore della crosta terrestre. Oltre all’idrogeno e al carbonio sono presenti sostanze che vengono però scartate non essendo combustibili e quindi non utili al processo che porta alla produzione di energia. Il greggio è una risorsa in natura limitata.

Petrolio: perché investire tramite i CFD

Il petrolio scisto, in inglese shale oil, è il greggio estratto dalle rocce di scisto bituminoso attraverso i processi di pirolisi, idrogenazione o dissoluzione termica. Negli ultimi anni gli Stati Uniti d’America hanno intensificato l’estrazione dello shale oil per ridurre la dipendenza dal greggio prodotto e venduto dai membri dell’OPEC.

Il petrolio finanziario

Come già annunciato il petrolio è ha anche un suo mercato finanziario. Esso ha due diverse quotazioni: il Brent e il WTI, che è l’acronimo di West Texas Intermediate.  Il primo è quotato a Londra e corrisponde all’oro nero estratto nel Mare del Nord, il secondo non è altro che il greggio americano ed è quotato a New York.

L’unità di misura per esprimere il prezzo del greggio è il barile, il quale ha una capienza di 159 litri o 42 galloni americani.

Petrolio: perché investire tramite i CFD

Il prezzo dell’oro nero dipende molto anche dalle scelte strategiche dell’OPEC, sigla che sta per Organization of the Petroleum Exporting Countries. Esso è un’associazione di Stati produttori di petrolio con sede a Vienna. Il loro scopo è quello di avere la leadership su questo mercato grazie al loro ruolo di cartello economico.

I membri dell’OPEC gestiscono infatti l’80% delle riserve globali di greggio e producono oltre il 40% del petrolio mondiale.

L’organizzazione nacque nel 1960 e attualmente è composta da 12 Stati, che elencheremo in ordine alfabetico: Algeria, Angola, Arabia Saudita, Ecuador, Emirati Arabi uniti, Gabon, Indonesia, Iran, Iraq, Kuwait, Libia, Nigeria, Qatar, e Venezuela.

Il prezzo del greggio negli ultimi anni ha subito un crollo a causa della crisi e dell’utilizzo di fonti di energia alternative. La quotazione del WTI è infatti scesa da 200$ al barile nel 2008 a 100$ in un solo anno. Il valore attuale è intorno ai 65$ al barile.

Per questa ragione ha deciso di tagliare la produzione di oro nero annuale per ridurre l’offerta e di conseguenza per sostenere il prezzo della commodity.

Perché investire in petrolio

Il petrolio è una delle materie prime più scambiate nel mercato delle commodities. Come mai gli investitori intendono volgere il proprio sguardo verso questa materia prima?

Innanzitutto il greggio è molto studiato dagli analisti. Esso è infatti quotidianamente analizzato da esperti di tutto il mondi con stime e previsioni.

Un parere autorevole è certamente quello dell’EIA, acronimo di Energy Information Administration, agenzia statistica indipendente del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti d’America.

Petrolio: perché investire tramite i CFD

L’oro nero è anche conosciuto da tutti, non è un asset circoscritto agli addetti ai lavori. Le notizie sul petrolio si possono infatti facilmente trovare ovunque.

Entrambe le quotazioni della materia prima sono oggetto di forte volatilità. Quest’ultima è un’arma a doppio taglio dato che nel caso in cui ci si dovesse trovare nella direzione opposta al trend si potrebbe incappare in perdite corpose. Nella direzione corretta invece i guadagni possono essere elevati.

Per investire in petrolio si possono utilizzare numerosi strumenti finanziari, come i CFD, i futures, gli ETF, le opzioni binarie e così via. Non tutti gli asset sono così versatili, basti pensare ai titoli azionari o alle valute del Forex.

Perché investire in petrolio tramite i CFD

Tra gli strumenti finanziari su cui è possibile investire in petrolio è opportuno prestare particolare attenzione ai CFD. Questa sigla sta per Contract for Difference, in italiano “Contratti per Differenza“.

I CFD replicano l’andamento di un asset, dunque il trader non lo possiederà direttamente, ma il suo guadagno (o la perdita) dipenderà dalla differenza di prezzo fra il valore iniziale e il valore finale di un’operazione.

Petrolio: perché investire tramite i CFD

I CFD fanno parte del mercato non regolamentato, denominato over the counter (OTC). Utilizzando questo strumento finanziario per investire in petrolio il trader potrà posizionarsi sia long che short. Nel primo caso egli prevede un rialzo del prezzo del greggio, mentre nel secondo caso un ribasso.

La particolarità dei CFD è senza dubbio costituita dalla leva finanziaria. Grazie a quest’ultima sia i guadagni che le perdite sono incrementate in maniera proporzionale alla scala della leva. Per fare un esempio un investimento di 600€ con una leva 1:10 diventerà di 6.000€ e il profitto o le perdite dovranno essere correlate a quest’ultimo importo.

Investire in petrolio grazie ai CFD potrebbe quindi comportare guadagni maggiori proprio grazie alla leva finanziaria. Inoltre essendo uno strumento molto facile da comprendere, può essere alla portata di tutti, compresi i trader neofiti.

Investire in petrolio su eToro

Il broker eToro permette il trading tramite i CFD sul petrolio ai propri utenti. Sulla piattaforma è inoltre possibile investire anche su tutte le altre commodities, come l’oro, l’argento e così via.

Petrolio: perché investire tramite i CFD

Il broker eToro è molto popolare anche in Italia grazie alla funzione del copy trading. Sulla piattaforma i trader neofiti potranno copiare le operazioni dei trader più esperti e partecipare ai loro guadagni. Ogni “Guru“, così definiti da eToro, avrà una scheda dove sarà possibile visualizzare le loro performance, così il trader che intende copiare le operazioni può farlo scegliendo grazie alla totale trasparenza offerta dal broker.

Sulla piattaforma è disponibile una versione demo per permettere ai nuovi utenti di fare trading sui mercati finanziari in modo totalmente gratuito con denaro non reale e quindi senza alcun rischio.

Apri un conto su eToro

Investire in petrolio su IQ Option

Sulla piattaforma IQ Option è molto facile investire in petrolio grazie all’utilizzo dei CFD, degli ETF e delle opzioni binarie e digitali. Quest’ultime hanno reso famoso il broker, ma recentemente ha ampliato la propria gamma di prodotti introducendo anche i titoli azionari e le criptovalute.

Petrolio: perché investire tramite i CFD

Su IQ Option sono state implementate le opzioni digitali che permettono profitti (ma anche perdite) più alti rispetto alle opzioni binarie, visto che il rendimento dipende dal punto di ingresso e di uscita dell’operazione. Le opzioni classiche invece non sono più presenti sulla piattaforma.

Anche su IQ Option è disponibile una versione demo per permettere ai trader neofiti di fare pratica sui mercati finanziari senza rischi e in modo completamente gratuito.

Prova gratis la piattaforma IQ Option
Migliori Broker Trading Forex e CFD
# Broker Dettagli
1eToro Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
2Markets.com Licenza: CYSEC
Trading Criptovalute
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Markets.com 5 stelle
324Option Licenza: CySEC - MiFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
4ITRADER Licenza: CySEC, MIFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 250 $
DEMO
Opinioni ITRADER 5 stelle
* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Meteofinanza.com