L’indice FTSE MIB di Borsa Italiana ha aperto la settimana con una buona prestazione. Mentre scriviamo, a metà sessione, l’indicatore principale della borsa milanese è infatti in crescita dello 0,83% a 19.283 punti. Si concretizza in questo modo un rimbalzo rispetto ai valori di venerdì, anche se è evidente che i listini siano penalizzati e appesantiti dai timori delle nuove ondate di contagi del coronavirus, con la pandemia che sta aggravando i propri effetti soprattutto negli Stati Uniti, in Brasile e in altre aree del mondo.

✅ Unisciti alla rivoluzione del social trading di eToro. Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™. (sistema brevettato da eToro), ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders. Ottieni un conto Demo gratuito con 100.000€ di credito virtuale su eToro >>

Dunque, almeno per il momento, sembra continuare la fase di aleatorietà sui listini finanziari, legata al riemergere dei casi di coronavirus, con il raggiungimento della soglia di 10 milioni di casi nel mondo e mezzo milione di decessi. I listini asiatici si sono mossi drasticamente in ribasso, mentre dopo il venerdì nero (- 2,4%) dello S&P500 era elevata la curiosità per cercare di capire come avrebbe potuto reagire la piazza europea.

In tal senso, l’indice FTSE MIB ha rafforzato gradualmente le proprie prestazioni, così come buona parte delle altre borse nazionali europee.

Riteniamo comunque che questo trend sia da tenere sotto stretto controllo, con un occhio di particolare attenzione all’evoluzione dei contagi nelle economie europee. L’agenda fondamentale è inoltre molto ricca nel nostro Paese e in tutta Europa, con il governo al lavoro sul dl Rilancio, e con diversi dati macro.

Oggi i mercati guarderanno con particolare attenzione all’aggiornamento a giugno dell’indice di fiducia economica nell’Eurozona e al dato sull’inflazione della Germania. Intanto, il calendario ha già sfornato i primi dati, quelli relativi al Giappone, dove le vendite al dettaglio sono cresciute del 2,1% su base mensile, contro il 3% stimato dal consensus, ma in forte recupero rispetto al -9,9% determinato dal lockdown. Su base annua il dato rimane in forte calo per il 12,3% rispetto al -11,6% che era stato stimato in precedenza, in lieve miglioramento rispetto al – 13,9% precedente.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Plus500
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti - Vasta scelta di CFD Prova Gratis Plus500 opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
IC Markets
  • Licenza: ASIC
  • Broker NO ESMA
  • Leva finanziaria alta
Broker NO ESMA - leva finanziaria alta Prova Gratis IC Markets opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.