Analisi tecnica FTSE MIB 4 – 8 novembre 2019 - Meteofinanza.com
Analisi tecnica FTSE MIB 4 – 8 novembre 2019

Analisi tecnica FTSE MIB 4 – 8 novembre 2019

  • Di RobertoR
  • Pubblicato il 4 Novembre 2019
  • Aggiornato il 3 Novembre 2019
Avviso: Le opzioni binarie non vengono pubblicizzate o vendute ai trader al dettaglio del SEE. Se non sei un cliente professionista, ti invitiamo ad abbandonare la pagina.

L’indice FTSE MIB di Borsa Italiana ha chiuso la giornata di venerdì 1 novembre con un rialzo piuttosto deciso, archiviando così la sessione con un buon + 1,06% rispetto ai valori precedenti. L’apertura di giornata è stata in linea con la chiusura di giovedì, con rafforzamento intervenuto nel corso della giornata, e chiusura a ridotto dei massimi.

Analisi tecnica

Analisi tecnica FTSE MIB 4 – 8 novembre 2019

Conosci il Social Trading Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Allo stato odierno, lo scenario di breve termine del FTSE MIB conferma di essere sostanzialmente rialzista, con target a 23.030,4 punti in qualità di più vicina resistenza. In caso di superamento di tale soglia con buoni volumi, è possibile che l’indice possa puntare verso la seconda resistenza, posta a 23.318,6 punti.

Di contro, nel caso in cui dovesse prevalere un trend decrescente, il primo supporto viene intercettato a quota 22.742,2 punti, superato il quale si aprirebbero le porte per il raggiungimento del supporto chiave posto più sotto a quota 22.550 punti.

Una panoramica sull’economia italiana

L’occasione è naturalmente utile per cercare di compiere una panoramica sull’economia italiana, con i nuovi dati, unitamente a quanto accadrà con la legge di Bilancio, che finiranno con l’influenzare quanto accadrà anche in Borsa.

Ebbene, cominciando con il dato più importante, nel 3° trimestre, il PIL è cresciuto di 0,1% t/t, in linea con i tre trimestri precedenti, e contro attese di una stagnazione. La variazione annua è salita a +0,3% da +0,1% precedenti, con dati sono stati superiori alle attese. Il dettaglio delle componenti sarà diffuso il prossimo 29 novembre. In ogni caso, la crescita acquisita per il 2019 è ora pari a 0,2% (in caso di stagnazione nel trimestre finale dell’anno).

Sono sicuramente meno incoraggianti i dati sull’occupazione a settembre: il tasso di disoccupazione è infatti salito più del previsto, a 9,9% da 9,6% di agosto. Gli occupati sono scesi di 32 mila unità, il massimo da luglio dello scorso anno, ed è cresciuta solo l’occupazione temporanea. Si è dunque fermata a luglio la creazione di posti di lavoro, ma l’occupazione rimane comunque più dinamica del PIL (+1% nel 3° trimestre 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018, contro il +0,3% del PIL).

Cala la fiducia dei consumatori, dopo l’aumento di settembre, mentre il morale delle imprese ha visto un inatteso recupero. Nel complesso, i dati sono stati superiori alle attese. Brevemente, l’indice composito sul morale delle aziende diffuso dall’Istat è salito a 99 punti a ottobre, da 98,6 punti a settembre, con il manifatturiero che ha visto l’indice di fiducia delle imprese aumentare per la prima volta negli ultimi 5 mesi, a 99,6 punti, contro i 99 punti di settembre.

Proseguiamo poi in questa carrellata di dati parlando delle retribuzioni contrattuali, aumentate di +0,1% m/m a settembre, in linea con la media dei 12 mesi precedenti. Su base annua le paghe orarie risultano in crescita di 0,8%, in accelerazione di un decimo rispetto ai tre mesi precedenti.

Infine, i prezzi alla produzione sono tornati ad aumentare su base congiunturale a settembre, pur lievemente (+0,1% m/m), dopo il calo dei tre mesi precedenti. Su base annua, i prezzi sono però calati ulteriormente, a -1,7% da -1,4% di agosto, per un nuovo minimo da oltre tre anni.

Migliori Broker Trading Forex e CFD
#BrokerDettagli
1eToro Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
224Option Licenza: CySEC
MetaTrader 4
Deposito min: 250 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
3ITRADER Licenza: CySEC
Conto demo gratuito
Deposito min: 250 $
DEMO
Opinioni ITRADER 5 stelle
4Atfx Licenza: FCA (760555)
Zero commissioni, Spread da 0.0 pip
Deposito min: 200$
DEMO
Opinioni Atfx 5 stelle
* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

ESCLUSIVO EBOOK GRATIS !!

I migliori trader hanno già scaricato la GUIDA di 24option! Informazioni utili sia per iniziare che per espandere le conoscenze e migliorare le abilità come trader Forex/CFD.