La giornata di ieri si è chiusa con un calo moderato per il principale indice di Borsa Italiana, con variazione negativa per lo 0,51% rispetto alla seduta precedente.

La sessione si è aperta in debolezza, con indice a 23.565,9 punti, riflettendo una buona stabilità per la riunione, prima di chiudere la sessione a 23.581,3 punti, sul valore più elevato di seduta.

Analisi tecnica FTSE MIB

La struttura di medio termine sembra essere stata confermata positivamente, anche alla luce degli ultimi sviluppi. Il breve termine potrebbe invece essere caratterizzato da nuovi segnali di debolezza.

Complessivamente, la resistenza a 23.776,2 punti potrebbe dunque essere tenace da superare. In caso di superamento si aprirebbero le porte per il test della successiva resistenza chiave a quota 24.106,1 punti. Di contro, il supporto più ravvicinato è posto a 23.446,4 punti, superato il quale il nuovo margine punterebbe a un ribasso a 23.311,4 punti.

Analisi fondamentale FTSE MIB

Dopo i timori di ieri, oggi i listini azionari sembrano essere in ripresa. Probabilmente, a fungere da sollievo è stata la mancanza di ritorsioni iraniane, la cui reazione si è fermata alle parole e alle minacce, ma non ai fatti.

Ad ogni modo, è bene attendere tempi più propizi per poter formulare una previsione di ciò che potrebbe avvenire. Secondo Moody’s, per esempio, l’escalation delle tensioni nel Medio Oriente potrebbe avere gravi ripercussioni sull’economia globale, e determinare shock economici e finanziari, di cui l’Europa potrebbe farsi in parte carico.

Naturalmente, a stimolare una nuova ondata di acquisti sui mercati azionari sono anche altre determinanti. Per esempio, ha offerto un buon motivo di spinta il panorama macroeconomico, con miglioramento delle letture negli USA e nell’UE (dove la lettura sui prezzi al consumo ha messo in evidenza, come da attese, un’accelerazione all’1,3%).

Mentre scriviamo, anche in virtù di quanto sopra, l’indice FTSE MIB recupera spinto da alcuni industriali (FCA, Cnh Industrial, Pirelli, Prysmian, Stm e Leonardo). Bene anche Juventus e Intesa Sanpaolo. In ripresa i titoli del gestito, come FinecoBank.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.