Negli ultimi giorni il cambio euro dollaro ha cercato di salire al di sopra del livello chiave di 1.2250, ma non è riuscito a sviluppare una forza sufficiente per premere EUR/USD su una soglia superiore a questa resistenza. E ora che cosa accadrà al cambio più gettonato del mondo?

Per il momento, la resistenza succitata sembra tenere, con il dollaro USA che – complice anche quanto avvenuto in ambito nazionale negli scorsi giorni – sta rimanendo piuttosto piatto non solamente rispetto all’euro, quanto anche a un basket delle principali valute controparte.

Di fatti, l’indice del dollaro USA è riuscito a stabilirsi al di sopra del livello di resistenza posto a 89,75 punti, e sta cercando di scavalcare anche questa soglia sopra i 90 punti. Nell’ipotesi in cui riuscisse in questo intento, allora si muoverà verso una zona che potrebbe essere ribassista per il cambio EUR/USD.

In ogni caso, occhi aperti al calendario macroeconomico della settimana entrante. Per quanto concerne i dati passati, ci limitiamo qui a rammentare come le vendite al dettaglio nell’Eurozona siano diminuite del 6,1% su base mensile a novembre, contro un consenso degli analisti pari al 3,4% di flessione. Su base annua, invece, le vendite al dettaglio sono calate del 2,9%. Intuibilmente, la colpa di questa contrazione dei consumi non può che essere ascritta alla nuova ondata del Covid-19 che, dunque, potrebbe esercitare tale effetto scoraggiante anche nei mesi successivi a quello ora oggetto di indagine.

Concludendo con un rapido sguardo ai supporti e alle resistenze, sul lato negativo troviamo un primo supporto posto a quota 1,2225, superato il quale potrebbe esserci un test al livello chiave successivo posto a 1,2175.

Di contro, qualora i tori dovessero provare a prendere il controllo del cambio, il livello di resistenza più significativo sarebbe quello posto a 1,2280, superato il quale si proverà un test a 1,2310 e a 1,2325. Solamente una chiusura sopra queste soglie potrebbe poi spingere EUR/USD al di sopra dei livelli massimi recenti di 1,2350.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.