Il 27 luglio 2023, la Banca Centrale Europea ha annunciato un nuovo rialzo dei tassi di interesse, adottando misure di stretta monetaria per contenere l’inflazione.

la sagoma di una casetta realizzata con una banconota di euro e alcune monete
Ralzi dei tassi e rate dei mutui – Meteofinanza.com

Questa decisione avrà ripercussioni significative sui finanziamenti per le imprese e le famiglie, inclusi i mutui per l’acquisto di case. Già oggi, i tassi d’interesse dei mutui ipotecari sono in costante aumento, e i mutui a tasso variabile hanno superato quelli a tasso fisso in termini di costo.

L’aumento dei tassi BCE e le sue implicazioni sui mutui

Il rialzo dei tassi di interesse della BCE ha portato i tassi di rifinanziamento principali, rifinanziamento marginale e depositi al 4,25%, 4,50% e 4,0%, rispettivamente, con effetto dal 2 agosto 2023.

Questa misura avrà un impatto diretto sui mutui, rendendoli più costosi per le famiglie e le imprese che cercano finanziamenti. L’incremento costante dei tassi d’interesse sui mutui variabili sta già incidendo sulle rate mensili.

Attualmente, i mutui a tasso fisso offrono una maggiore sicurezza rispetto a quelli a tasso variabile, poiché i tassi di interesse sono destinati a salire ulteriormente nel breve termine.

Le banche applicano tassi di interesse compresi tra il 3,4% e il 3,8% per i mutui a tasso fisso, mentre i mutui a tasso variabile hanno tassi più alti, come il 4,17% (Euribor 3M + 0,65%) offerto da ING.

Previsioni future dei tassi dei mutui

Gli esperti prevedono che i tassi d’interesse sui mutui si stabilizzeranno non prima della fine del 2024, raggiungendo livelli intorno al 4%.

Queste previsioni sono influenzate dall’andamento dell’inflazione e dell’economia, poiché i tassi di interesse sono correlati ai tassi di rifinanziamento della BCE e all’Euribor, indicatore utilizzato per i mutui a tasso variabile.

Pertanto bisognerà attendere e verificare, passo dopo passo, come si evolverà la situazione generale dell’economia. Indubbiamente, però, non ci sono previsioni molto ottimistiche in tal senso.

Mutui a tasso misto: una soluzione equilibrata?

Davanti alle incertezze riguardanti l’andamento futuro dei tassi d’interesse, molti esperti suggeriscono di considerare i mutui a tasso misto. Queste soluzioni combinano i vantaggi dei mutui a tasso variabile con un “paracadute” che limita l’aumento delle rate.

Potrebbero rappresentare una scelta equilibrata per coloro che desiderano beneficiare dei tassi attuali senza esporre eccessivamente il proprio budget a rischi futuri. Ed è quindi una soluzione che potrebbe beneficiare molti mutuatari che al momento hanno grosse difficoltà a causa del continuo rialzo dei tassi d’interesse della BCE che sta avendo un impatto significativo sul costo dei mutui per l’acquisto delle case.

In sostanza, mentre i tassi d’interesse continueranno a salire, i mutuatari dovrebbero prendere in considerazione attentamente le loro varie opzioni al momento di scegliere un mutuo. I mutui a tasso fisso possono offrire una maggiore sicurezza a fronte di costi leggermente superiori, e considerando che i mutui a tasso variabile stanno salendo a luglio, i mutui a tasso misto potrebbero rappresentare una soluzione equilibrata per coloro che cercano di mitigare i rischi di futuri aumenti dei tassi.

Indipendentemente dalla scelta, è consigliabile effettuare una valutazione molto oculata delle offerte disponibili sul mercato e considerare le proprie esigenze finanziarie a lungo termine prima di prendere una decisione così importante.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram