• bitcoinBitcoin€8,998.57-1.03%
  • ethereumEthereum€189.83-1.00%
  • rippleXRP€0.247912-2.42%
Intermediari finanziari: chi sono e perché sono fondamentali...

Intermediari finanziari: chi sono e perché sono fondamentali?

  • Di LorenzoB
  • Pubblicato il 3 Giugno 2019
  • Aggiornato il 3 Giugno 2019

Gli intermediari finanziari costituiscono una parte fondamentale nel processo che porta alla conclusione di una transazione di beni finanziari. In questo articolo parleremo di intermediari finanziari non bancari, l’intermediazione bancaria è infatti una forma di accesso al credito molto famosa.

Intermediari finanziari non bancari: chi sono?

Intermediari finanziari: chi sono e perché sono fondamentali?

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

Intermediari finanziari: chi sono e perché sono fondamentali?

Chi sono gli intermediari finanziari non bancari? Essi sono di fatto un’impresa in grado di finanziare soggetti sotto qualsiasi forma giuridicamente possibile.

Secondo il Testo Unico della Finanza gli intermediari finanziari non bancari sono le società d’investimento mobiliare (SIM), le società di investimento a capitale variabile (Sicav), le società di gestione del risparmio (SGR) e le imprese  non solo comunitarie, ma anche quelle extracomunitarie con sede legale nell’UE. Inoltre sono intermediari finanziari i promotori finanziari e gli agenti di cambio.

La Consob è l’organo che ha il dovere di vigilare sugli intermediari finanziari non bancari, mentre la Banca d’Italia deve farlo sulle banche.

Gli intermediari, così come si evince dal significato della parola stessa “intermediazione“, mettono in comunicazione soggetti con disponibilità economica con altri soggetti che hanno invece bisogno di finanziamenti per realizzare i propri progetti. Sostanzialmente il loro lavoro consiste nel mettere in relazione investitori e imprese che intendono realizzare investimenti.

Gli intermediari finanziari favoriscono l’incontro della domanda e dell’offerta sui mercati finanziari e oggi sono una parte fondamentale dello scambio di beni, come vedremo nel corso del nostro approfondimento.

L’intermediario finanziario si pone quindi nel mezzo fra due controparti che intendono effettuare una transazione. Egli prima prende in carico i soldi di chi ha un surplus finanziario e quindi intende investire, diventando nei suoi confronti di fatto debitore; in seguito diventa creditore nei confronti di chi è il destinatario finale di quel denaro.

Come possiamo vedere l’intermediario finanziario contribuisce allo scambio in modo passivo, il suo lavoro è solo quello di mettere in comunicazione le due controparti dello scambio. Come viene pagato? Solitamente tramite commissioni, le quali possono essere fisse ad operazione o in percentuale alla quantità di denaro effettivamente transitata.

Perché sono importanti?

Più che importanti oggi gli intermediari finanziari sono vitali per lo svolgimento dei mercati finanziari. Grazie al loro lavoro infatti può dipendere l’andamento dell’economia di una nazione o di un’area geografica. L’intermediario come già detto favorisce l’incontro fra la domanda e l’offerta.

La prima viene di solito identificata con le imprese in cerca di finanziamenti per poter avviare la propria attività economica. La seconda viene invece identificata con gli investitori individuali, le famiglie, ma anche lo Stato.

Se gli investimenti vengono effettuati su attività molto produttive, in grado quindi di generare ricchezza e lavoro, essi possono essere in grado di favorire la crescita economica del Paese.

Chiaramente ciò vale anche al contrario, se il lavoro degli intermediari finanziari dovesse essere pessimo e quindi le risorse degli investitori vengono indirizzate verso attività non produttive, esso potrebbe portare a una recessione economica.

Broker online: essi sono intermediari finanziari?

Intermediari finanziari: chi sono e perché sono fondamentali?

La domanda a questo punto può essere legittima e la risposta non può che essere affermativa. Broker in italiano significa proprio intermediario ed offrendo servizi finanziari possiamo affermare che i broker online sono intermediari finanziari.

I broker online infatti sono in grado di mettere in comunicazione acquirenti e venditori e solo grazie a questi molti trader retail riescono ad operare sui mercati finanziari attraverso il trading online.

I broker online sono quindi intermediari finanziari che permettono ai trader di poter operare sui mercati in modo telematico.

I broker per poter operare devono ottenere una particolare licenza dall’autorità di vigilanza sui mercati finanziari del Paese dove si vuole operare. Nel caso dell’UE un broker online che ha ottenuto la licenza dall’authority di un Paese membro, essa è estesa per tutti gli altri Stati dell’UE. Per questa ragione un broker con sede a Cipro e con licenza CySEC è considerato legale anche in Italia o in altri Paesi membri.

Dovete fare molta attenzione alla regolamentazione, fidatevi infatti solo di broker regolamentati presso autorità di vigilanza di un Paese UE. Non è raro trovare truffe online e purtroppo molte persone ne sono vittima. Prima di dare i vostri soldi a un broker online accertatevi che sia regolamentato e che non sia in lista nera della Consob.

Apri il tuo conto demo sul broker online eToro!

Scopri quali sono i migliori broker online da noi recensiti visitando la nostra pagina qui >>> Migliori Broker Forex trading regolamentati italiani e affidabili [Lista]

Migliori Broker Trading Forex e CFD
#BrokerDettagli
1eToro Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
224Option Licenza: CySEC
MetaTrader 4
Deposito min: 250 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
3ITRADER Licenza: CySEC, MIFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 250 $
DEMO
Opinioni ITRADER 5 stelle
4IG Markets Licenza: FCA / CONSOB
Sostituto d'imposta e Servizi premium
Deposito min: 0€
DEMO
Opinioni IG Markets 5 stelle
* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Lascia un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

ASPETTA!

Oggi 57 nuovi studenti hanno scaricato gratuitamente la guida al trading online di 24option!

VUOI SCARICARE ANCHE TU L'EBOOK GRATIS?