Meteofinanza search
Meteofinanza.com - martedì, 23 ottobre 2018

IPO: che cos’è e come funziona?

IPO è l’acronimo inglese di Initial Public Offering, traducibile in italiano con Offerta pubblica iniziale. Essa consiste in un’offerta destinata al pubblico per l’acquisto dei titoli azionari di una società che ha l’intenzione di quotarsi in borsa.

IPO: che cos’è e come funziona?

Come funziona un’IPO e cosa determina il suo prezzo? Quali vantaggi ha una società nel quotarsi in borsa? Ma soprattutto che benefici possono ottenere i trader?

IPO: quali tipologie?

L’IPO può delle tipologie diverse a seconda del fatto se la società è gia quotata in borsa o meno. Le tipologie sono tre, che andremo ad elencare di seguito.

  1. OPS: offerta pubblica di sottoscrizione. Consiste nella vendita di azioni del tutto nuove emesse da una società che sta per quotarsi in borsa.
  2. OPV: offerta pubblica di vendita. Essa avviene quando una società vende azioni non nuove, ma già possedute dagli azionisti.
  3. OPVS: offerta pubblica di vendita e di sottoscrizione. Questa tipologia è un misto delle due sopraelencate.

IPO: che cos’è e come funziona?

La sostanziale differenza fra le prime due modalità consiste nell’incasso. Nell’OPS esso entra nelle casse della società essendo quest’ultima a cedere la propria quota. Nel caso dell’OPV, invece, l’incasso andrebbe direttamente ai precedenti possessori delle azioni.

IPO: cosa determina il prezzo?

Calcolare il prezzo dell’IPO è un’operazione finanziaria piuttosto complessa. Esso viene misurato grazie a un processo oggettivo e ben delineato, sostanzialmente viene determinato dal mercato. Esistono principalmente tre metodi utili per determinare il prezzo del titolo azionario che si appresta a quotarsi sul mercato.

  1. Book building
  2. Asta
  3. offerta a prezzo fisso

In Italia la prima tipologia è quella più diffusa. Questo metodo genera la forchetta di prezzo del nuovo titolo azionario che viene calcolata in base alla domanda degli investitori istituzionali. Il global coordinator gestisce questa fase e ha l’onere di dover raccogliere tutti gli ordini di acquisto di questa categoria di investitori.

IPO: che cos’è e come funziona?

Anche il calcolo della forchetta di prezzo dell’IPO è un’operazione finanziaria non semplice. Per determinarla esistono tre diversi metodi:

  1. Metodo reddituale. Esso è quello più popolare e calcola i futuri flussi di cassa della società che si sta per quotare in borsa.
  2. Metodo dei multipli di mercato. Consiste nel mettere a confronto i multipli della società pronta alla quotazione con quelle dello stesso settore che hanno già effettuato la quotazione sul mercato.
  3. Metodo patrimoniale. Questo metodo viene utilizzato quando è difficile valutare la società che desidera quotarsi.

Quest’ultima fase a volte può portare al fallimento della quotazione in borsa. Infatti se la forchetta di prezzo è troppo alta rispetto al valore della società gli investitori non saranno attratti dall’offerta e non parteciperanno all’IPO. In caso di successo invece si passerà all’esame del book building e verrà stabilito il prezzo finale del titolo azionario.

Molto spesso il prezzo finale viene stabilito al termine dell’IPO.

IPO: perché una società si quota?

Una società decide di quotarsi in borsa principalmente per ragioni economiche. Infatti grazie alla cessione di una quota, essa potrà ottenere nuova liquidità da poter investire e successivamente permettere alla società di crescere. Inoltre il vantaggio arriva anche per quanto riguarda l’indebitamento societario.

Un istituto bancario presterà infatti denaro più agevolmente a una società quotata, in quanto quest’ultima vanta maggiori garanzie. Quotarsi significa anche aprire le porte a nuovi investitori, tra cui possibili nuovi soci istituzionali, e quindi a nuovi capitali.

Infine c’è anche un discorso di marketing. Una società quotata in borsa ha infatti certamente più visibilità rispetto a un’azienda che non ha effettuato la quotazione.

IPO: perché gli investitori sono interessati?

Un investitore può essere interessato all’IPO di una nuova società perché può essere essenzialmente un’opportunità di guadagno. Se un risparmiatore crede che una società che si sta per quotare in borsa dovesse avere buoni margini di crescita potrebbe essere interessato all’acquisto. Nel caso in cui questa previsione risultasse vera l’investitore avrebbe in futuro azioni di maggior valore rispetto al prezzo dell’IPO.

IPO: che cos’è e come funziona?

Oltre per gli investitori cassettisti, che credono nell’investimento a lungo termine, l’IPO può essere terreno fertile anche per gli speculatori. Attraverso la tecnica del flipping un investitore potrebbe acquistare le azioni al giorno d’esordio in borsa per poi rivenderle nei giorni successivi qualora il prezzo dovesse crescere.

IPO: trading CFD

La tecnica del flipping viene spesso utilizzata dai trader che investono grazie ai CFD, sfruttando quindi l’effetto della leva finanziaria per ampliare i propri guadagni. Per esempio con una leva fissata a 1:10 un investimento di 1.000€ risulterà pari a 10.000€.

Questo strumento finanziario è però un’arma a doppio taglio dal momento non solo i profitti sono aumentati proporzionalmente, ma anche le eventuali perdite. Una perdita eccessiva potrebbe mettere al rischio il capitale investito.

IPO: che cos’è e come funziona?

Attraverso i CFD è infatti possibile fare trading sui titoli azionari. Recentemente IQ Option ha implementato questa funzione sulla propria piattaforma, che comprende anche la possibilità di fare trading sulle criptovalute, sulle valute del Forex, sulle materie prime, sugli ETF e sulle opzioni digitali.

Apri un conto trading su IQ Option

Un altro broker che consente il trading grazie ai CFD sui titoli è eToro. Quest’ultimo è popolare in Italia grazie alla funzione del Social Trading. Esso consiste nello scambio di opinioni fra gli utenti della piattaforma per migliorare l’esperienza di trading. Infatti i trader principianti potranno apprendere le migliori strategie dai trader più esperti grazie a una comunicazione diretta sulla piattaforma di eToro.

IPO: che cos’è e come funziona?

Su eToro è disponibile una vasta gamma di titoli azionari su cui si può investire grazie ai CFD. Se l’IPO di un titolo azionario dovesse avere un grande successo probabilmente esso potrebbe essere inserito sulla piattaforma di trading online eToro.

Grazie alla funzione del copy trading, eToro permette ai trader neofiti di poter replicare le operazioni dei trader più esperti selezionando l’importo e la possibilità di chiudere autonomamente le posizioni copiate.

Apri un conto su eToro
Migliori Broker Trading Forex e CFD
# Broker Dettagli
1eToro Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
2Markets.com Licenza: CYSEC
Trading Criptovalute
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Markets.com 5 stelle
324Option Licenza: CySEC - MiFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
4ITRADER Licenza: CySEC, MIFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 250 $
DEMO
Opinioni ITRADER 5 stelle
* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Meteofinanza.com