Meteofinanza search
Meteofinanza.com - venerdì, 15 dicembre 2017

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

Investire nel trading online è ormai una pratica molto diffusa sopratutto tra i trader che amano effettuare speculazioni.

In questo anno che si presta ormai alla fine, abbiamo visto che il trading su criptovalute in generale ed il trading su Bitcoin in particolare è stato l’asset che per la maggiore tradato.

Oggi infatti possiamo vedere che la quotazione dei Bitcoin si presta a superare gli 8000 dollari e possiamo affermare con tutta franchezza che è considerato come l’asset preferito e più in voga del 2017. Si presta per altro a confermare le sue performance con un trend positivo anche per tutto il 2018.

Quello che in questa guida oggi analizzeremo è il futures bitcoin, una particolarità ad essi collegata e che riguarda proprio il loro futuro.

Quello che analizzeremo è come e perché la Borsa di Chicago ha affermato la volontà di voler lanciare nel brevissimo termine il future su Bitcoin, battendo i concorrenti sul tempo.

Ecco che la CME (Chicago Mercantile Exchange), ovvero la più grande borsa di trading di strumenti derivati al mondo, ha confermato la sua volontà di voler lanciare sul mercato un contratto future per i Bitcoin a decorrenza 10 dicembre.

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

La Borsa di Chicago lancia il Bitcoin future derivato 2018

In questo modo essa contribuisce in tutto o in parte a tracciare un primato rispetto alle altre borse mercantili. In breve pone un tassello importante con riferimento al percorso di legittimazione della valuta digitale che non sempre sono lineare e prive di ostacoli.

Quali sono le intenzioni della CME?

Se Cme Group intende proseguire con la quotazione entro la fine del 2017 dei future sui bitcoin, allora non ci resta che attenderci un aumento incontrollato della quotazione.

Infatti i prezzi della criptovaluta hanno ben reagito spingendosi su nuovi livelli record che oggi superano i 7000 dollari e toccano quai quota 8000 dollari.

Il colosso della Borsa con sede a Chicago, il numero uno al mondo sul mercato di future e opzioni, oggi dunque punta a lanciare i nuovi contratti. Ovviamente tutto questo non senza il superamento ed il rispetto delle norme che ne regolano le operazioni. Ma anche questo aspetto lo approfondiremo meglio in seguito.

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

Quali sono le intenzioni della CME in merito a Bitcoin future derivato 2018?

Secondo quanto riportato  da Ceo l’operatore di exchange, Terry Duffy ha affermato un interessante e crescente approccio dei clienti all’evoluzione dei mercati di criptovalute. Ecco dunque che ancora una volta, l‘annuncio di Cme Group, ha riacceso timori per una una nuova crisi.

E’ chiaro che i problemi non sono legati al bitcoin e di questo ne è fermamente convinto Cnbc Joe Saluzzi, di Themis Trading.

Il problema, invece, è che a Wall Street tutti gli innovatori oggi stanno cercando di impacchettare qualcosa al fine anche di metterci un’etichetta derivato quando in realtà non sanno cosa c’è sotto.

E’ anche ben visibile a tutti che, se si verifica un evento del genere ci possiamo aspettare una nuova crisi finanziaria, la quale questa volta sarà alimentata da una marea di cartolarizzazioni aventi come sottostante mutui subprime.

Da qui ne deriva che il valore di bitcoin diventa diffide da calcolare e potrebbe provocare dei rischi notevoli.

Per altro la mossa di Cme Group legittima la criptovaluta e convince i regolatori ad approvare un elenco crescente di richieste di ETF con sottostante appunto il bitcoin.

Come affrontare il problema dei futures Bitcoin?

Quello che noi oggi in questa guida faremoo, è cercare di comprendere bene quelli che possono essere i problemi che stanno per essere portati a Wall Street e che riguarda il derivato.

E’ chiaro che sulla base della popolarità degli ETF, oggi il rischio associato alla valuta digitale arriverebbe anche agli investitori mainstream.

A tal proposito anche Jamie Dimon, ceo di JP Morgan Chase, afferma che ci potrebbe essere una possibile frode in merito. Infine anche, anche Laurence Fink, il numero uno di BlackRock, afferma che si tratta di un indice del riciclaggio di denaro.

Ma procediamo con ordine e cerchiamo di capire quello che sta succedendo.

Chi è CME

Prima di procedere oltre, dobbiamo però fare una piccola precisazione e comprendere chi è CME.

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

Chi è CME

Possiamo definire il gruppo CME come il punto di riferimento globale per i derivati, in quanto essa rappresenta la borsa di negoziazione più famosa al mondo per il trading di CFD & co.

La possiamo quindi definire come un’organizzazione che ha un’enorme influenza all’interno del mercato finanziario globale e che non può apportare un sicuro plus in capo alle criptovalute. Di fatti, essa contribuisce alla nascita di un mercato dei derivati di criptovalute.

CME Group in sostanza ha il compito di fornire aiuto ai trader professionisti e agli investitori i quali desiderano accedere alle opportunità che gli sono offerte dalla straordinaria volatilità del Bitcoin.

Con questo sistema, si evita per i trader il rischio di negoziare con piattaforme non regolamentate. Questo lo possiamo definire un grande successo! Per altro, sarà possibile coprire le proprie posizioni in contanti tramite il future bitcoin, e questo potrebbe anche significare aprire le porte agli impieghi degli investitori istituzionali.

Anche la maggior parte degli analisti è concorde nel ritenere che la scelta dell’organizzazione è stata stimolata dalla concorrenza della Cboe Global Markets Inc., il quale ha annunciato piani similari a quelli della CME al fine di lanciare un contratto futures bitcoin entro la fine del 2017.

Borsa di chicago: Cos’è e come funziona la CME

A questo punto analizziamo brevemente il Gruppo CME.

Esso viene descritto come “la più grande borsa exchange finanziaria di trading di tutti i tempi”.

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

Borsa di Chicago Cos’è e come funziona la CME

La sede dell’organizzazione è sita in Chicago ed oggi possiede gli indici azionari e finanziari Dow Jones e CME Clearing Services. Entrambi, forniscono liquidità e compensazioni tra le borse statunitensi e mondiali.

L’organizzazione è stata per altro costituita nel 2007 allorquando il Chicago Mercantile Exchange (CME) si è fuso con il Chicago Board of Trade (CBOT).

Questo evento lo possiamo definire come un enorme risultato per la criptovaluta bitcoin.

Per altro, solo un mese fa, la CME Group aveva respinto i piani che prevedevano di aggiungere i bitcoin futures alla loro piattaforma di trading. Oggi la CME Group fornisce accesso a ben 150 Paesi, ed è connessa con 11 gruppi. Essa mette in relazione ben 12 Borse partner al mondo.

Le caratteristiche dei future Bitcoin

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

Le caratteristiche dei future Bitcoin

Secondo quanto comunicato dalla Borsa di Chicago si sta provvedendo al lancio del future sui bitcoin.

Un evento che stato per tanto tempo atteso e che sembra vedere la luce in questi giorni. Infatti il suo lancio lo si attende per domenica 10 dicembre 2017.

Oggi però siamo ancora in attesa di ricevere tutte le autorizzazioni da parte degli enti di regolamentazione e quindi poi lanciare il futures.

In breve, verrà avviato il collocamento dei futures del Bitcoin.

Il contratto sarà regolato in contanti sulla base del tasso di riferimento Bitcoin CME CF (BRR), il quale funge da tasso di riferimento giornaliero per il prezzo in dollari USA dei bitcoin.

future sul Bitcoin saranno quotati sul CME come contratto mensile per i 2 mesi successivi nel ciclo trimestrale di marzo (Marzo, Giugno, Settembre, Dicembre) più i 2 mesi seriali più vicini non nel ciclo trimestrale di marzo.

CME Group – Borsa di Chicago lancia il Bitcoin future derivato 2018

A questo punto non ci resta che entrare nello specifico. Abbiamo detto che la Borsa di Chicago lancerà il bitcoin future derivato il 10 dicembre 2017, ma dobbiamo fare una precisazione.

Non è la Borsa di Chicago a lanciare i futures sui bitcoin, ma la CME Group Inc, che rappresenta la più grande borsa di trading di derivati del mondo. E’ stata questa a voler confermare il lancio sul mercato di un nuovo contratto future per il Bitcoin a partire proprio dal 10 dicembre.

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

CME Group – Borsa di Chicago lancia il Bitcoin future derivato 2018

Questa segnalazione non è di poco conto, perché potrebbe portare a delle incomprensioni e ad affermazioni che non corrispondono al vero.

In breve, con questo atto si segnala un importante passo in avanti in merito al percorso della legittimazione della criptovaluta e si contribuisce a spingerlo verso nuovi record mai raggiunti.

 Leggi anche Trading BitCoin: Quotazione e valore Bitcoin in tempo reale

Si deve anche tener conto degli effetti che una tale notizia potrebbe avere sui Bitcoin. In pratica oggi il Bitcoin sembra voler superare addirittura quota 8200 dollari.

In base anche ai dati che ci sono stati forniti dal broker IQ Option, ovvero la piattaforma di Bitcoin tra i leader di mercato in Europa, è facile notare come a seguito dell’annuncio da parte della più grande borsa di contratti a termine (CFD) del mondo, il suo valore continui a salire.

Ecco allora che per semplificazione si afferma che la Borsa di Chicago lancia il bitcoin future.

Apri un conto demo IQ Option

Bitcoin future derivato: caratteristiche

Esso prenderà il via domenica 10 dicembre 2017.

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

Bitcoin future derivato: caratteristiche

Intanto non ci resta che attendere, come anche affermato all’inizio, il via libera da parte degli enti di regolamentazione.

A tal proposito ricordiamo che la CME quando lancerà i futures del bitcoin, il contratto sarà regolato in contanti e sulla base del tasso di riferimento Bitcoin CME CF (BRR), il quale funge da tasso di riferimento giornaliero del prezzo in dollari USA del bitcoin.

I future bitcoin saranno elencati e soggetti alle regole della CME

Secondo i dati in possesso al momento, possiamo confermare che i future sul Bitcoin saranno quotati sul CME come contratto mensile per i 2 mesi successivi nel ciclo trimestrale di marzo (Mar, Giu, Sep, Dic) più i 2 mesi seriali più vicini non nel ciclo trimestrale di marzo.

E’ anche chiaro come il gruppo CME a seguito dell’annuncio fatto a fine ottobre 2017, ora è sempre più pronto a lanciare il contratto futures Bitcoin, in attesa dei necessari periodi di revisione normativa.

Considerando che mancano settimane al lancio del futures sul bitcoin, l’organizzazione ha cambiato radicalmente la sua posizione avviando il processo irreversibile di legittimazione del Bitcoin.

In sostanza, la criptovalute Bitcoin ha raggiunto dei livelli record negli ultimi giorni, negoziando oltre gli 8.200 dollari per la prima volta nella sua storia.

Questo presuppone anche che la CME Group non perda tempo a implementa il trading di futures del bitcoin.

Quello che prevede la società è di implementare il trading di futures bitcoin e lanciarlo entro il 10 dicembre 2017 al fine di renderlo pienamente operativo nel 2018.

Ad oggi dunque si sta ancora lavorando alla realizzazione di questo progetto visto e considerato che con molta probabilità la decisione dell’organizzazione è stata stimolata da un concorrente.

Anche Cboe Global Markets Inc., ha annunciato i suoi piani molto simili per altro e che riguardano il lancio di un contratto futures bitcoin entro la fine del 2017 o all’inizio del 2018.

La Cboe però resta al momento in attesa dell’approvazione dalla Commodity Futures Trading Commission e poi la Borsa di Chicago lancia il bitcoin future.

Come funziona il contratto bitcoin future derivato?

Passiamo ad analizzare il funzionamento del contratto future sul bitcoin di CME.

Sappiamo che esso si salderà in contanti e che utilizzerà un prezzo giornaliero derivante dal tasso di riferimento Bitcoin di CME CF.

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

Come funziona il contratto bitcoin future derivato?

A questo proposito sarà la borsa Exchange CME a raccogliere i dati in base al prezzo del bitcoin dalle borse come:

  • GDAX,
  • Bitstamp,
  • itBit,
  • Kraken.

Come è possibile notare, la borsa CME non utilizzerà la borsa Gemini come riferimento per la quotazione del suo future Bitcoin.

Quest’ultima, infatti, è una delle borse e Exchange di criptovalute più conosciute al mondo, ma che ha già raggiunto un accordo con la borsa Cboe.

Perchè la borsa di Chicago lancia il bitcoin future?

Molto probabilmente conosci bene il gruppo CME.

Quello che noi ti vogliamo dire però è che essa rappresenta la borsa di derivati più famosa al mondo e quando fai trading di CFD, stai usando con molta probabilità i loro contratti.

La potremmo quindi definire come un’organizzazione con un’enorme influenza sul mercato finanziario globale.

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

Perchè la borsa di Chicago lancia il bitcoin future?

Ecco il loro scopo: creare un mercato dei derivati di criptovalute.

CME Group aiuterà i trader professionisti e gli investitori ad accedere alla volatilità del bitcoin senza però dover per forza negoziare tramite borse sconosciute e non regolamentate.

Tutti coloro che vogliono investire potranno a questo punto negoziare con la criptovaluta senza necessità di passare per borse sconosciute e poco trasparenti, per non dire magari truffa.

I trader, infine, potranno coprire le loro posizioni in contanti tramite il future bitcoin. Tale operazione, ancora oggi non è possibile.

Perchè è considerato un grande evento per la criptovaluta bitcoin?

CME Group possiede per altro il più grande mercato FX regolamentato del mondo ed il suo scopo è quello di offrire al Bitcoin trasparenza, cronologia prezzi e gestione del rischio.

Un evento dunque che potrebbe aprire le porte agli investitori istituzionali i quali ancora oggi sono limitati e restii a questo tipo di investimento.

Uno dei motivi potrebbe essere per esempio il Bitcoin Investment Trust, il quale rappresenta oggi se non l’unico, uno dei pochi veicoli di investimento che permette di investire in bitcoin.

Ad oggi esso ha ottenuto un +30% rispetto al valore patrimoniale netto del fondo di inizio 2017.

Infine si deve anche precisare che la quantità di denaro istituzionale in bitcoin è limitata perché ci sono pochissime modalità di investimento che sono legittime e trasparenti e regolamentate.

Al contrario, se oggi è possibile anche investire in futures bitcoin, ci possono essere dei fondi basati sul trading di Bitcoin e sui suoi futures drivati.

Questo semplifica la creazione di un fondo che viene negoziato in borsa (ETF) e che si basa sul bitcoin.

È importante anche notare anche che CME Group non è la prima azienda ad offrire derivati bitcoin. Infatti CME e Cboe sono le seconde ad offrire un tale servizio dopo che la start-up LedgerX hanno iniziato a offrire bitcoin swap e opzioni regolamentate dall’inizio di novembre 2017.

L’evento che viene pubblicizzato del gruppo CME ha però scatenato un grande rally nella criptovaluta.

Questo ha presupposto un rialzo del Bitcoin che oggi supera quota 8000 dollari e questo ha presupposto anche un interesse nella comunità degli investitori istituzionali.

Il tutto solo perché la Borsa di Chicago lancia il bitcoin future derivato.

Ecco che il future derivato Bitcoin che è quotato alla borsa di Chicago renderà sicuramente molto più professionale l’asset di valute digitali e finalmente porterà una copertura normativa.

A questo si aggiunge anche il fatto che esso rende la negoziazione di criptovalute molto più appetibile per tutti i trader e gli investitori istituzionali, in quanto il nuovo strumento consentirà di proteggersi dalla volatilità del Bitcoin. In pratica questo potrebbe evitare il pericolo di investire direttamente in borse poco trasparenti di Bitcoin.

Ecco dunque il loro scopo: rendere il nuovo contratto della borsa di Chicago regolamentato e questo presuppone una sede negoziazione regolamentata per il mercato delle criptovalute.

Anche Terry Duffy, il Presidente e CEO del Gruppo CME, ha commentato la notizia dichiarando:

“Dato l’aumento dell’interesse dei clienti nei mercati emergenti delle criptovalute, abbiamo deciso di introdurre un contratto future sul bitcoin.”

Cosa offre la borsa di chicago cme group?

La bora di Chicago, offre la più ampia gamma di prodotti di negoziazione globali oggi presenti in tutte le principali classi di asse.

Qui dono anche compresi i futures e le opzioni che si basano su tassi di interesse, indici azionari, Forex, energia, prodotti agricoli e metalli. Essa comprende 4 Designated Contract Markets (DCM) o borse exchange:

  • CME;
  • CBOT;
  • COMEX;
  • NYMEX;

Le prime 2 riportano:

  • tassi di interesse;
  • quotazioni dei prodotti agricoli;
  • indici azionari;

ed hanno aderito al gruppo CME nel 2007.

Il terzo elemento, riguarda invece i prodotti metallici tra cui diverse quotazioni di derivati globali in metalli preziosi e ferrosi.

Infine, l’ultimo elemento offre prodotti energetici più metalli e contratti agricoli.

Gli ultimi 2 si sono uniti al gruppo nel 2008.

All’inizio di ottobre 2017, Crypto Facilities ha anche lanciato 2 nuove quotazioni di criptovalute in open beta:

  1. CF Ripple-Bitcoin Reference Rate (RRR_XBT), la quale possiede una frequenza di riferimento giornaliera del prezzo bitcoin di 1 Ripple;
  2. CF Ripple-Bitcoin Real Time Index (RRTI_XBT), una quotazione istantanea del prezzo in dollari USA di 1 Ripple.

Trading Bitcoin con IQ Option

In alternativa a quanto fin qui affermato, puoi scegliere di investire e fare trading su Bitcoin e  sulle altre criptovalute con il broker IQ Option, il quale non solo ti offre un conto demo gratuito da 1000 € ma ti offre anche un conto reale con un deposito minimo di appena 10 € e trade minimi da 1€.

La Borsa di Chicago (CME) lancia il Bitcoin future derivato 2018

Trading Bitcoin con IQ Option

Tieni anche presente che IQ Option offre solo e soltanto una piattaforma di trading regolamentata ed autorizzata dalla CySEC e questo presuppone il rispetto delle normative e e la sicurezza dei fondi come anche la sicurezza del trading.

In pratica puoi anche tu scegliere di investire e fare trading con il broker IQ Option, in quanto esso è stato considerato come uno dei migliori broker del momento, completo in ogni sua parte che offre tantissime possibilità di trading.

Puoi scegliere di investire e fare trading non solo con le criptovalute, con i CFD e i futures, ma puoi anche scegliere di investire su tantissimi altri asset.

In prativa, scegliendo questo broker puoi scegliere di fare trading sul momento investendo nel futo. Come?

Scegliendo di fare trading su:

  • Cripto;
  • Forex;
  • Opzioni;
  • Azioni;
  • ETF.

Caratteristiche trading IQ Option

Ricorda che se scegli di fare trading sulle valute digitali puoi scegliere di investire fino a 12 criptovalute con una leva massima di 1:5.

Infine, scegliendo di investire con IQ Option, puoi scegliere di:

  • fare trading con una piattaforma di trading online regolamentata ed autorizzata CySEC;
  • conto demo gratuito da 1000 €;
  • layout multi-grafico;
  • analisi tecnica;
  • quotazioni storiche;
  • piattaforma mobile;
  • strumenti di trading eccellenti;
  • avvisi sulla volatilità;
  • aggiornamenti di mercato;
  • stock screener;
  • calendari;
  • newsletter.
Apri un conto IQ Option
Migliori Broker Opzioni Binarie
# Broker Dettagli
1IQ Option Licenza: Cysec
*Payout: 91%
Deposito min: 10$
DEMO
Opinioni IQ Option 5 stelle
2Dukascopy Licenza: FCMC
*Payout: 90%
Deposito min: 100$
DEMO
Opinioni Dukascopy 4 stelle
3BDSwiss Licenza: Cysec
*Payout: Profitti fino all'85%
Deposito min: 10€
VAI
Opinioni BDSwiss 4 stelle
*per singolo trade vincente

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Termini di ricerca:

  • che cosa sono i bitcoin
  • come trovare future bitcoin
  • derivato bitcoin chicago
  • i bitcoin in circolazione sono un numero fisso?

*Your capital might be at risk.

Meteofinanza.com

IqOption