Comprare azioni Eni: quotazione prezzo in tempo reale

Come comprare azioni Eni? Tra le tante quotazioni prestigiose presenti sul FTSE MIB, Eni occupa un posto di tutto rispetto.

Come nel caso di Enel, la rilevanza delle azioni Eni è da mettere in relazione con quello che il Cane a Sei Zampe rappresenta per l’Italia. Soprattutto fino ad alcuni anni fa, Eni era considerata un vero e proprio gioiello.

Controllo da parte dello Stato e massima affidabilità di gestione, sono a lungo stati i tratti distintivi di Eni. A spingere tanti investitori a puntare sulla quotazione Enel vi era poi anche un altro motivo. Fino ad alcuni anni fa, infatti, la crescita del prezzo del petrolio era data per assodata.

quotazione Eni
Quotazione Eni

I grafici sulla quotazione dell’oro nero non lasciavano spazio a dubbi. In una società industriale senza criticità geopolitiche, la quotazione del petrolio poteva solo restare altra. In realtà, i fatti mostrarono poi che la crisi economica globale era capace anche di mandare a picco il prezzo del petrolio. Il ribasso delle quotazioni del greggio determinò una serie di ricadute su tutte le quotate del settore oil, Eni compresa.

Nonostante il cambio di direzione, però, Eni resta sempre tra le preferiti degli investitori. La quotazione Eni, di conseguenza, è oggi uno degli argomenti più interessanti. Questo perché, a differenza di altri titoli, se si sceglie di investire in Eni si hanno molte possibilità di guadagnare oggi in Borsa.

Quotazione Eni oggi: azioni Eni grafico in tempo reale

Come comprare azioni Eni

Si può investire in tanti modi sulle azioni Eni. Sia nel caso in cui si scelga di comprare azioni Eni e quindi la strada diretta della Borsa, sia nel caso in cui si opti per il trading CFD, i grafici su Eni sono lo strumento per fare previsioni sulla quotazione del futuro.

Rispetto a quello che avveniva in passato, i grafici su Eni sono oggi disponibili in modo del tutto free. A partire dal sito istituzionale di Borsa Italiana, fino ad arrivare ai tanti siti finanziari, oggi si può conoscere in tempo reale la quotazione Eni.

Chi decide di investire in Borsa sa chiaramente che il dato più importante sulla quotazione di un titolo non è tanto il tempo reale ma lo storico. Anche in questo senso a tornare molto utili sono sempre i grafici.

Le possibilità di creare intervalli temporali precisi nell’ambito dell’andamento della quotazione Eni sono infinite. Solitamente i grafici azioni Eni più consultati sono quelli a 1 mese, a 3 mesi e a 6 mesi. Allargando ancora di più il periodo di esame sono molto consultati anche i grafici sulla quotazione Eni a 1 anno, a 3 anni e a 5 anni.

Le informazioni ottenibili dai grafici sono tantissime. Nessuna di questa è fine a se stessa visto che grazie ai grafici è possibile condurre uno studio di analisi tecnica sulla quotazione Eni.

Azioni Eni analisi: storia e informazioni

Azioni Eni
Azioni Eni: storia

La storia di Eni (Ente Nazionale Idrocarburi) attraversa tutta l’Italia repubblicana. Eni, infatti, fu creata nel 1953 su impulso di Enrico Mattei. Molto più recente è invece la storia di Eni in Borsa. La quotazione del Cane a Sei Zampe, infatti, ebbe inizio nel 1992 nell’ambito di un maxi piano di privatizzazioni. Sempre in quella data fu lo stesso Stato a provare ad arginare l’intervento di Eni nella vita industriale dell’Italia.

Nata per incentivare la ricerca e l’estrazione nel campo degli idrocarburi, Eni si ritrovò sul groppone una serie di partecipazione nei settori più disparati. L’enorme diversificazione delle attività di Eni fu il frutto del rapporto a doppia mandata sussistente tra il mondo politico e il vertice del Cane a Sei Zampe. La possibilità di intervenire come strumento di salvataggio fu sostenibile fino a quando il prezzo del petrolio continuava a restare su livelli molto alti. Crisi, anche momentanee delle quotazioni del petrolio, significavano per Eni il riemergere del problema debito.

Il processo di privatizzazione e la quotazione Eni in Borsa portarono ad un ritorno delle attività del gigante nel settore di riferimento. Venne così meno una serie di improbabili partecipazioni e anche il numero dei dipendenti calò bruscamente.

La prima ondata di razionalizzazione permise ad Eni di espandersi anche all’estero in modo radicale. Oggi, infatti, Eni è presente in molti paesi. Addirittura in alcune aree geografiche, Eni si è imposta come primo player del settore, sbaragliando la concorrenza. Le partecipate del Cane a Sei Zampe restano tante ma non si sono più toccati i livelli pre-privatizzazione.

Nonostante l’alleggerimento del condizionamento da parte dello Stato, Eni resta un colosso fortemente controllato dal governo. Non potrebbe essere diversamente, trattandosi di un’azienda che opera in un settore strategico.

La sede di Eni è in Piazzale Enrico Mattei, 1 a Roma. Per informazioni sulle attività, sui bilanci ma anche sulla quotazione Eni e su come acquistare azioni Eni i recapiti sono: Investor Relations Francesco Gattei (E-mail: investor.relations@eni.com / Tel: 0252051651 – Fax 0252031929).

Principali azionisti di Eni

Dal sito web di Eni è possibile capire chi è l’azionista di controllo della società. Al 24 maggio il principale azionista è lo Stato Italiano grazie alle quote possedute attraverso il MEF e la Cassa Depositi e Prestiti (CDP). Al momento è così ripartita:

AzionistaNumero di azioni possedute% sul totale delle azioni ordinarie
Ministero dell’Economia e delle Finanze157.552.1374,34
CDP S.p.A.936.179.47825,76

Comprare azioni Eni oggi sulle piattaforme

migliori piattaforme trading
Quotazione Eni: migliori piattaforme su cui fare trading

Per investire in Borsa sulle azioni Eni ci sono tante strade. Alcune portano direttamente all’acquisto di azioni altre invece passano dal trading online. Proprio il trading è diventato il mezzo attraverso il quale tanti piccoli investitori provano a guadagnare puntando su Eni. La crescita del trading online su Eni è dovuta ad una serie di fattori. Tra i più importanti c’è l’assenza di spese e commissioni che invece si dovrebbero affrontare nel caso di acquisto diretto del titolo Eni.

Tutte le migliori piattaforme di trading permettono di operare su Eni grazie al trading CFD.

Nel primo caso, si tratta di individuare se il prezzo dell’azione Eni, in un preciso lasso di tempo, subirà un aumento o una diminuzione. Le piattaforme per fare trading azionario su Eni sono tutte autorizzate e consentono guadagni fissi e immediati. Per fare trading online su Eni è necessario individuare quello che è il broker più idoneo alle proprie caratteristiche. Un utile aiuto in tal senso può arrivare dallo schema sottostante.

Per quanto riguarda invece il trading di CFD, l’investitore scommette sull’andamento di un asset legato all’andamento del titolo Eni. Le piattaforme specializzate in trading di CFD permettono sempre di operare su Eni. Anche in questo caso è sempre bene fare prima pratica con un simulatore di borsa, in modo tale da conoscere tutte le funzionalità della piattaforma.

Nel trading di CFD utilizzando il conto demo è possibile individuare la piattaforma più idonea alle proprie caratteristiche. Nell’elenco seguente sono indicate le migliori piattaforme per investire in Borsa in azioni Eni con il trading di Cfd.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC, Consob, CNMV, BaFin, KNF
Strumenti Intregrati
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $
5
BROKEREO
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Centro di formazione all'avanguardia
Piattaforma di proprietà
MetaTrader 4

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Comprare azioni Eni con eToro

Logo eToro

In primo luogo sarà opportuno aprire un conto su eToro:

Apri un conto su eToro qui

Una volta che il vostro account è stato verificato dal team di eToro, ovvero dopo aver seguito tutte le procedure potrete scrivere nel pannello di ricerca in alto al centro “Eni” e dovrete cliccare in seguito su “ENI.MI“, che è il nome dato alla società petrolifera da parte di eToro.

Perché eToro? Si tratta di uno dei migliori broker in circolazione, che offre social trading e copy trading, due funzioni interessanti che ti permettono di interagire con gli altri utenti!

Scopri di più aprendo un conto su eToro, con il conto demo hai gratuitamente a disposizione 100.000$ virtuali da investire con simulazioni su tutti gli asset che vuoi!

Come investire sulle azioni Eni con Plus500

Plus500

Plus500 è un broker abbastanza diverso da eToro ed IG, perché offre caratteristiche diverse, pur essendo anch’esso un ottimo broker. Infatti sottolineiamo che su Plus500 puoi negoziare gli asset solo con i CFD.

In questo caso non sarai possessore del bene negoziato, ma otterrai vantaggio (o svantaggio) dalla variazione di prezzo.

Perché i trader scelgono i CFD? Se è tua intenzione investire sulle azioni Eni e cercare di guadagnare dalla sola variazione di prezzo senza essere azionista della società, allora i CFD fanno al caso tuo!

Il vantaggio più importante di Plus500? La presenza di moltissimi asset finanziari su cui puoi fare trading online, non solo Eni!

Anche Plus500 ti consente di aprire un conto demo gratuito. Vuoi provarlo? Fallo ora, gratis e senza rischi!

Testa Plus500 con un conto demo gratis!

Azioni Eni: opinioni sul Modello di Business di Eni

Eni azioni
Eni azioni

Eni punta a creare valore di lungo termine per tutti. Tale valore viene perseguito attraverso una completa e complessa politica industriale i cui capisaldi sono:

  • conseguimento degli obiettivi di redditività e di crescita
  • efficienza
  • eccellenza operativa e la prevenzione dei rischi di business,
  • tutela dell’ambiente e delle comunità dove Eni opera
  • salvaguardia della salute e sicurezza delle persone che lavorano in Eni e con Eni e
  • rispetto dei diritti umani, dell’etica e della trasparenza.

Nel report sul modello di business di Eni si evidenzia anche che i solidi risultati finanziari e di sostenibilità conseguiti in un contesto caratterizzato dalla debolezza del prezzo delle commodity sono il frutto dell’utilizzo responsabile ed efficiente dei capitali.

Quotazioni Eni e dividendi

Il discorso relativo all’andamento Eni è strettamente connesso con quello riguardante il dividendo Eni. Tra il valore azionario intrinseco nelle quotazioni Eni e i dividendi messi in distribuzione alla fine di ogni esercizio dal Cane a Sei Zampe c’è infatti un rapporto molto stretto. Già ad intuito puoi capire che maggiore è l’ammontare del dividendo messo in distribuzione da Eni, più alta sarà la soddisfazione degli azionisti. In linea generale, quindi, dividendi Eni di importi bassi tendono a deludere il mercato e quindi a determinare un ribasso delle quotazioni del titolo.

Investi sulle azioni su eToro e sfrutta il copy trading!

A differenza di molte altre società, Eni non indica in termini percentuali quello che sarà l’ammontare del dividendo. La dividend policy prevede un dividendo progressivo interamente cash. Solitamente il dividendo Eni viene riconosciuto in due parti. C’è prima un acconto sul dividendo Eni e poi un saldo.

L’ammontare complessivo del dividendo Eni è stato definito alla luce di due parametri essenziali: la copertura degli investimenti e dei dividendi con il flusso di cassa operativo e il rispetto del payout ratio sostenibile nel lungo termine.

Azioni Eni forum: prospettive di trading tramite i CFD

Anche nel breve periodo le azioni Eni possono generare guadagni interessanti. E’ soprattutto su intervalli di tempi non lunghi che conviene ricorrere al trading di CFD per investire in Eni. Una possibile strategia di trading su Eni è quella che prevede di vendere nella parte alta del range e acquistare nella parte bassa. I grafici sull’andamento delle azioni Eni sono, in tal senso, molto di aiuto. In pratica il trader che sceglie di investire su Eni deve acquistare CFD con sottostante azioni Eni sempre di più se la quotazione del titolo scende al di sotto dei 13 euro. Viceversa i CFD su Eni devono essere venduti in modo massiccio se Eni sale verso quota 20. Chiaramente nel range 13-20 ci sono numerosi punti intermedi da individuare per continui rilanci. Monitorare l’andamento Eni è essenziale per poter investire nel titolo del Cane a sei Zampe attraverso il trading di CFD.

Negoziare azioni Eni con questi strumenti di trading, infatti, permette di massimizzare i propri profitti. Sotto questo punto di vista il margine di guadagno è più alto rispetto a quello di chi sceglie di comprare azioni Eni in modo tradizionale.

Grazie ad una strategia simile a quello che abbiano tratteggiato, guadagnare facendo trading con i CFD su Eni è alla portata di tutti. È per questo motivo che, quando si tratta di scegliere le migliori azioni su cui fare trading, Eni occupa sempre una posizione di rilievo.

Tutte le migliori piattaforme permettono di negoziare azioni Eni. La scelta del broker sta al trader. Nello schema sottostante sono indicati i migliori intermediari autorizzati e legali per il trading di CFD con sottostante azioni Eni. Si ricorda sempre che i CFD sono un prodotto soggetto ad effetto leva e che quindi possono comportare la perdita di tutto il capitale investito.

Uno dei migliori broker CFD è Plus500, come abbiamo visto negli anni si è specializzato nei CFD e offre un vasto panorama di azioni. Visita il sito ufficiale da qui:

Visita il sito ufficiale di Plus500 da qui!