Meteofinanza search
Meteofinanza.com - sabato, 21 ottobre 2017

Correlazione tra valute e materie prime: il caso del dollaro USD

Cosa è la correlazione? E quali sono i principali spunti di valutazione quando si porre in relazione una valuta e una materia prima? E, ancora, quali sono le considerazioni effettuabili sulle principali correlazioni tra metalli preziosi, petrolio e dollaro? Cerchiamo di rispondere a queste (e ad altre) domande, con un nuovo focus sul tema.

Correlazione tra valute e materie prime: il caso del dollaro USD

Cosa è la correlazione

La correlazione è un termine statistico che indica un particolare rapporto tra due variabili (nel nostro approfondimento odierno, una valuta e una materia prima). In altri termini, la correlazione è una relazione in base alla quale a un comportamento di una delle due variabili, corrisponde un (presumibile) comportamento dell’altra variabile. Si tenga conto, in tal proposito, che non è necessario che si tratti di una relazione di causa ed effetto, quanto principalmente della tendenza di una variabile a variare a seconda dei comportamenti della prima.

A sua volta, si può ben parlare di correlazione diretta o positiva se entrambe le variabili si muovono nello stesso senso (o, meglio, se la seconda variabile segue lo stesso movimento della prima), mentre si può parlare di correlazione indiretta o inversa se invece le due variabili si muovono in sensi diversi. La correlazione è inoltre definita come semplice se la relazione è basilare e coinvolge due soli aspetti (ad esempio, l’aumento del prezzo di una materia prima e il calo della valuta di riferimento) e complessa se i fenomeni sono di più.

Quali correlazioni ci sono tra valute e materie prime

Correlazione tra valute e materie prime: il caso del dollaro USD

Stabilito quanto sopra, si può procedere con un approfondimento meno statistico e più puramente finanziario. In tale ambito, ricordiamo come la correlazione tra attività finanziarie sia definibile come la relazione che sussiste tra il prezzo o il valore di due diversi strumenti finanziari, calcolato su un dato periodo di tempo.

Così come avviene per la correlazione statistica, anche la correlazione di natura finanziaria può ben essere positiva o negativa: chiameremo pertanto correlazione positiva se i due asset finanziari hanno le quotazioni che si muovono nella stessa direzione (ad esempio, aumenta il prezzo del greggio e aumenta il prezzo della valuta X), e chiameremo correlazione negativa se invece un asset aumenta di valore mentre l’altro attivo correlato si svaluta sul mercato.

Correlazioni… non infallibili!

Prima di procedere oltre, e calare nel concreto qualche ipotesi di correlazione che interessa la valuta più scambiata del mondo, il dollaro USD, può essere utile premettere come, in realtà, le correlazioni siano tutt’altro che infallibili. Sebbene tali relazioni siano in grado di mantenersi stabili nel tempo, è opportuno ricordare che questo non significa né che l’efficacia della correlazione sia assoluta (100%), né che tale principio non possa essere mutato nel tempo. Quindi, massima attenzione quando investite basandovi sulla correlazione: è un utile spunto, ma niente può garantirvi il successo.

Correlazione tra dollaro e oro

Correlazione tra valute e materie prime: il caso del dollaro USD

Cominciamo con l’approfondire, pur brevemente, la correlazione sussistente tra il dollaro e l’oro. In linea di massima, la valuta statunitense trae forza e maggiori quotazioni di mercato quando a dominare sul mercato è l’avversione al rischio. Ne consegue che in tutti quei momenti in cui sui mercati finanziari vi è aleatorietà, volatilità e difficoltà, il dollaro ne trae beneficio rispetto ad altre valute grazie alla sua funzione di bene rifugio (in parte condivisa con lo yen giapponese). Sebbene sia un po’ troppo semplicistico, è in parte quel che sta succedendo in questo momento: la crisi globale ha condotto il dollaro in una quotazione di forza, favorita – tuttavia – anche da altre determinanti che per brevità non affrontiamo.

Ma quali relazioni esistono con l’oro? Il metallo prezioso è generalmente oggetto di trading in dollari e, di norma, è legato al dollaro da una correlazione negativa. Se le righe di cui sopra sono chiare, dovreste essere a conoscenza che se l’oro sale il dollaro scende e, quando il dollaro sale, il prezzo dell’oro generalmente torna a scendere. A conferma del fatto che la correlazione non è “perfetta”, anche in tempi recenti abbiamo comunque affrontato delle parentesi di correlazione diretta, con il prezzo dell’oro e del dollaro che hanno seguito un identico trend.

Correlazione tra dollaro e petrolio

Correlazione tra valute e materie prime: il caso del dollaro USD

Un’altra importante correlazione è quella sussistente tra il petrolio e le valute internazionali. Il greggio è infatti una commodity che può ben influenzare il prezzo delle valute, con una particolare incisività per quelle valute che appartengono a Paesi tipicamente esportatori o importatori di greggio.

Proprio per tale motivo, non è poi così difficile ipotizzare una correlazione tra il dollaro e il petrolio. Gli Stati Uniti sono tra i maggiori consumatori di petrolio al mondo, e sono uno dei principali importatori di tale bene, non riuscendo a soddisfare interamente il proprio fabbisogno interno con la produzione nazionale (sebbene, anche in tale ambito, qualcosa stia cambiando). In aggiunta a tale aspetto, si ricorda come il petrolio sia generalmente scambiato in dollari statunitensi, alimentando una correlazione tendenzialmente negativa tra i due beni. Ne deriva che, in termini meno sintetici, la storia anche recente ha ribadito che quando il prezzo del petrolio sale, a scendere sono le quotazioni del dollaro. E, di contro, che quando nel mercato le quotazioni del dollaro salgono, il petrolio è generalmente attraversato da un periodo di debolezza dei propri prezzi.

Migliori Broker Trading Forex e CFD
# Broker Dettagli
1Markets.com Licenza: CYSEC
Trading Criptovalute
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Markets.com 5 stelle
224Option Licenza: CySEC - MiFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
3FXpro.it Licenza: CySEC - FCA - FSB
MetaTrader / cTrader (Demo gratuite)
Deposito min: € 100
DEMO
Opinioni FXpro.it 5 stelle
4IG MARKETS Licenza: CONSOB - FCA
Demo gratuita 30.000€
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni IG MARKETS 5 stelle
*per singolo trade vincente

Termini di ricerca:

  • ILE MATERIE PRIME HANNO UNA CORRELAZIONE DIRETTA CON

*Your capital might be at risk.

Meteofinanza.com

IqOption