Meteofinanza search
Meteofinanza.com - martedì, 23 ottobre 2018

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale

Ripple è la criptovaluta del momento, non ci sono dubbi (XRP sugli exchange).

Non solo perché è sicuramente la più “alternativa” tra tutti gli altcoin esistenti (ovvero le criptovalute differenti da Bitcoin), ma anche perché nell’ultimo mese ha subito un impennata impressionante toccando quota $3.83 (prima viaggiava stabile sotto il dollaro) e facendo diventare il suo co-fondatore l’ottavo uomo più ricco al mondo.

Certo, in queste ultime settimane di Gennaio 2018 anche Ripple sta soffrendo, così come tutte le criptovalute, la forte incertezza in Asia sulla regolazione del mercato delle criptovcalute (specialmente in Cina e Sud Corea). Un’ondata di incertezza che ha fatto scendere Ripple intorno a quota $1.30.

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale

Eppure, Ripple viene da molti consigliata come una delle migliori criptovalute su cui investire per questo 2018, definito da molti “l’anno degli altcoin”, dove ovvero le criptovalute alternative avranno un vero e proprio boom in termini di crescita.

Vediamo di capire insieme quindi cos’è Ripple e come funziona Ripple. Ma soprattutto, perché Ripple viene considerata quasi una non-criptovaluta rispetto a tutte le altre criptovalute presenti sul mercato.

XRP/EUR: quanto vale Ripple in euro? Grafico in tempo reale

Come funziona Ripple: la prima criptovaluta vicina alle banche

Già, hai letto bene: Ripple è la prima criptovaluta ad essere “bank-friendly” come direbbero gli americani, ovvero vicina alle banche e attenta alle loro esigenze.

Il suo scopo infatti è quello di migliorare il sistema bancario attuale, non di rimpiazzarlo.

I Bitcoin sono nati proprio come una criptovaluta per decentralizzare l’economia e toglierne il controllo dalle mani delle banche.

Le criptovalute vengono sempre viste come un’alternativa alle valute correnti e non vengono sempre messe in buona luce dalle banche e dalle istituzioni finanziarie in generale.

Ecco perché lo “spettro” della regolazione del mercato delle criptovalute, che i governi potrebbero imporre per difendere le valute nazionali, incombe quai sempre quando si discute del futuro delle criptovalute.

E’ proprio questo uno dei principali motivi per cui le criptovalute tendono a perdere valore (ovvero quando accadono dichiarazioni o prese di posizioni in merito).

La criptovaluta Ripple invece si è mossa in una direzione diametralmente opposta.

Ripple sa che il sistema bancario attuale è lento, spesso manca di trasparenza e molte volte le commissioni sono troppo alte per le transazioni fornite.

Lo scopo di Ripple è quello di creare un sistema di pagamento globale efficiente.

Il tutto collaborando con banche, istituti finanziari, multinazionali e anche enti governativi.

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale

Qui sopra puoi vedere l’elenco delle società (ve ne sono altre) che hanno aderito al progetto di Ripple, utilizzando i loro servizi.

Ripple è riuscito quindi a collaborare con banche e enti finanziari, ma anche con investitori di alto calibro della Silicon Valley e multinazionali come Google oppure università come il MIT.

La Ripple Net, ovvero la rete di Ripple, è nata proprio grazie a queste collaborazioni e investimenti, dato che Ripple non ha avuto nessuna ICO (Initial Coin Offering).

Un approccio quindi completamente diverso al mondo delle criptovalute dove Ripple non si pone come alternativa del sistema bancario, ma come un suo miglioramento ed evoluzione.

Ripple Net è il network utilizzato da Ripple per gestire il suo sistema di pagamenti globale.

Questo network è in pratica una rete dove sono collegate tra loro tutte le banche che aderiscono a Ripple.

Gli utenti delle singole banche (dai privati alle società) possono così interagire tra di loro tramite transazioni (esempio banale: inviare denaro a un parente, ricevere lo stipendio sul conto, pagare un acquisto online, etc…).

Per tal motivo Ripple si è focalizzata sull’aumentare il numero di propri partner, dato che per creare la Ripple Net hanno dovuto aderire varie banche come prima cosa.

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale Il sistema RippleNet riesce a gestire transazioni in tempo reale, risolvendole una alla volta (al contrario di come spesso fanno le banche che le gestiscono in gruppi e non in tempo reale: ecco perché bisogna aspettare il tempo di “accredito” per esempio di un bonifico bancario).

Ma RippleNet offre anche tre prodotti ai propri partner/clienti:

  • xCurrent: la tecnologia che permette di gestire le transazioni tra le banche rapidamente e in maniera efficiente
  • xRapid: le banche necessitano di possedere valute diverse da quella nazionale per gestire il più rapidamente possibile i cambi di valuta in caso fosse necessario. xRapid mette a disposizione delle banche proprio dei gruppi di fondi di valute diverse a cui possono avere accesso in caso di necessità, eliminando il bisogno di avere i cosiddetti “conti nostro”
  • xVia: un sistema per gestire le transazioni a livello globale

Chi c’è dietro Ripple: il team di Ripple

Ripple è quindi una criptovaluta “amica” del sistema bancario, anche se il progetto è nato molti anni fa, perfino prima della creazione dei Bitcoin.

Era il 2004 quando Ryan Fugger creò Ripplepay, ovvero un sistema di scambio di denaro. Impiegò solo 1 anno per mettere a punto il software e lanciarlo online.

Sei anni dopo, gli sviluppatori Jed McCaleb, Arthur Britto, e David Schwartz incominciarono al lavorare alla creazione della loro criptovaluta, basato su un nuovo tipo di algoritmo di consenso per verificare le transazioni.

Nel 2012 fu così fondata OpenCoin Inc, dove Ryan Fugge entrò a far parte occupandosi della creazione della rete di Ripple.

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo realeLa società OpenCoin portò avanti lo sviluppo di RippleNet ottenendo importanti collaborazioni e investimenti da colossi finanziari e del settore tecnologico ed informatico.

Si trattava quindi della prima criptovaluta in fase di sviluppo che “dialogava” apertamente con il sistema bancario e finanziario, lavorando insieme.

Nel 2013, OpenCoin Inc cambia il suo nome in Ripple Labs Inc.

Il creatore iniziale, Ryan Fugger, lascio però il progetto per motivi di salute e la nuova società Ripple Labs fu fondata dall’angel investor Chris Larsen (primo CEO della società) e il programmatore Jed McCaleb.

Da quel momento Ripple è diventato un progetto di grande successo, che è riuscito a far diventare miliardari ben tre dei suoi membri più “anziani”.

I dati seguenti sono aggiornati al 4 Gennaio 2018, quando Ripple viaggiava sui $3.80.

Adesso che il prezzo è drasticamente sceso verso $1.30 (17 Gennaio 2018), le cifre qui esposte sono sicuramente inferiori (dato che si basano sul valore della criptovaluta Ripple).

  • Il nuovo CEO della società, Brad Garlinghouse, che aveva già lavorato come esecutivo per AOL, Yahoo, SBC e CEO di Hightail e Dalpad Communications. Sicuramente lavorare per Ripple è stata la sua migliore scelta, dato che possiede circa il 6,3% della criptovaluta Ripple in circolazione (equivalente a circa $10 miliardi di dollari)
  • Chris Larsen, venture capitalist della Silicon Valley, ha un patrimonio di $55 miliardi di dollari proprio grazie a Ripple (ed è così diventato l’ottavo uomo più ricco al mondo)
  • Jed McCaleb, che prima di lavorare sul progetto di Ripple aveva creato l’exchange per Bitcoin più famoso al mondo, ovvero Mt. Gox (adesso fallito dopo un tentativo riuscito di hackeraggio, anche se McCaleb non è coinvolto poiché aveva venduto precedentemente la compagnia). Il suo patrimonio in Ripple vale circa $20 miliardi dollari ed è uno dei 40 uomini più ricchi al mondo.

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale

Lunga invece è la lista di investitori sul progetto di Ripple, tra cui spicca sicuramente Google Ventures e la banca Santander, ma a cui si sono aggiunte molte altre entità e fondi di investimento, mentre la lista di partner e clienti di Ripple aumentava di anno in anno.

Quotazione Ripple: grafico Ripple dal 2013 a oggi

Ora che abbiamo capito meglio cos’è Ripple e come funziona Ripple, diamo un’occhiata al grafico della quotazione Ripple per capire come è cambiato il valore di questa criptovaluta nel corso degli anni.

Da quando Ripple è stata quotata nel 2013, la cripotvaluta valeva pochi centesimi. Anche perché in quegli anni i Bitcoin erano ancora l’unica criptovaluta famosa a livello globale, ed era quella più utilizzata online e la prima scelta per investire in criptovalute.

Qui sotto puoi vedere dei grafici che analizzano l’andamento di Ripple tra il 2013 e il 2016, comparato all’andamento dei Bitcoin. A fine 2013 sia il grafico dei Bitcoin sia il grafico di Ripple hanno una forte impennata: questo è il periodo del primo grande boom del valore dei Bitcoin, che passarono da valere $80 ad Agosto 2013 fino a valere $1000 a Dicembre 2013.

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo realeRipple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale

Ti potrebbero anche interessare le seguenti quotazioni:

Anche per quel periodo Ripple aumenta di valore (seppur si parla di pochi centesimi), proprio perché Ripple era diventata una delle migliori alternative al Bitcoin, e molti appassionati di criptovalute consideravano Ripple come l’erede dei Bitcoin e quindi in grado di replicare lo stesso andamento.

Peccato che a inizio 2014 il valore dei Bitcoin è crollato, portandosi dietro anche il valore di Ripple. Il motivo è semplice: moltissima gente, che aveva magari comprato i Bitcoin quando valevano meno di $100 l’uno, adesso si ritrovava con la stessa quantità di Bitcoin che però valeva oltre $1000 l’uno.

In molti pensarono la stessa cosa: è tempo di vendere. Dopotutto, se avessimo investito solo 1000 euro in Bitcoin nel 2013 magari pagandoli 100$ l’uno, ci saremmo ritrovati con 10 Bitcoin, che a fine Dicembre 2013 se rivenduti ci avrebbero fruttato $10.000 e passa. Immaginate chi li aveva comprati quando valevano solo $10 l’uno, oppure chi aveva investito decine di migliaia di dollari nel loro acquisto.

Inutile dire che molte persone sono diventate milionarie grazie all’ascesa dei Bitcoin, ed ecco spiegato perché tutti hanno incominciato a vendere. E se tutti vendono, come ben sai il prezzo è destinato a calare. Ecco perché da fine 2013 a inizio 2015 il valore dei Bitcoin continua a calare, toccando quota $200.

Eppure ad inizio 2015 vi fu di nuovo un forte aumento nel valore di Ripple, proprio mentre i Bitcoin toccavano un nuovo minimo. In quel periodo infatti in molti pensavano che Ripple avrebbe potuto diventare un progetto di successo e riuscire dove Bitcoin, almeno in quel momento, stava fallendo.

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale

Nel grafico qui sopra invece puoi vedere la quotazione Ripple dell’ultimo anno, ovvero il 2017.

Come puoi facilmente vedere Dicembre è stato un mese d’oro per Ripple, che grazie all’aggiunta di nuovi partner come MoneyGram, è riuscito a crescere fino a toccare quota $3.83, salvo poi crollare (come tutte le criptovalute, Bitcoin inclusi) verso $1.30 a causa dello spettro regolazione in Cina e Sud Corea.

Nonostante ciò, la crescita che ha avuto Ripple nel 2017 è stata impressionate. Ad inizio anno valeva circa $0.006 dollari, mentre dopo un anno toccava quota $3.83: si tratta di un incremento di oltre il 50.000% (si, cinquantamila!). E adesso che sta subendo un forte calo come tutte le criptovalute, potrebbe essere il miglior momento per comprare a basso prezzo.

La ragione dietro questo forte rialzo è dovuta alla particolare natura di Ripple.

Piuttosto che andare contro il sistema bancario, Ripple vuole migliorare il sistema esistente e quindi molti investitori ritengono che non correrà mai problemi in caso di regolazioni da parte dei vari governi e banche centrali degli stati.

Ripple: critiche e potenziali problemi all’orizzonte

Ma come ogni criptovaluta, vi sono sempre delle critiche dietro l’angolo. E ciò vale anche per Ripple. Una delle “sottigliezze” che molti investitori non notano, è che Ripple ed il suo token XRP (ovvero la moneta virtuale utilizzata per fare le transazioni all’interno del RippleNet), non sono la stessa cosa.

Di norma, quando una persona investe in Bitcoin o Ethereum per esempio, lo fa perché investe su quei progetti che ritiene validi e quindi compra tali criptovalute.

Il caso di Ripple però è un po’ più particolare del solito, perché come abbiamo detto Ripple è una vera e propria società che offre dei servizi e prodotti al sistema finanziario e bancario.

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale

I tre prodotti che Ripple offre ai propri clienti sono:

  • xRapid
  • xCurrent
  • xVia

Il problema è che non tutti questi tre prodotti utilizzano il token di Ripple, ovvero XRP, per funzionare e svolgere le transazioni. xCurrent è il prodotto di punta di Ripple, che permette alle banche di muovere rapidamente denaro e facendogli risparmiare tempo e denaro per le transazioni. Utilizza la RippleNet, così come la blokchain di Ripple: però le transazioni non vengono effettuate con il token XRP.

Sulla stessa linea è il prodotto xVia che uscirà proprio in questi primi mesi del 2018, permettendo anche ad altre entità oltre le banche (come corporazioni o sistemi di pagamento) di far parte della RippleNet e inviare transazioni.

Ma anche in questo caso, non si usano gli XRP nelle transazioni.

Rimane solo xRapid, unico prodotto che usa il token XRP nelle sue transazioni.

L’obiettivo finale di Ripple è proprio quello di spingere (prima o poi) le banche a prediligere l’utilizzo di xRapid e quindi utilizzare il token XRP (che però non apprezzano, dato che essendo una criptovaluta introduce il fenomeno di alta volatilità all’interno delle transazioni).

Ma il problema principale attuale è che tutti i clienti di Ripple utilizzano xCurrent attualmente.

Su oltre 100 clienti, tra cui spiccano banche e istituzioni finanziarie, solo 1 cliente utilizza il token XRP per le proprie transazioni.

Ciò significa che nonostante molte banche abbiano aderito alla RippleNet, praticamente nessuna ha deciso di utilizzare anche il token di Ripple (che è poi quello su cui è possibile investire).

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale

Un altro problema messo in luce dai critici di Ripple, è che dovrà presto scontrarsi contro altre società che operano nel settore. La prima è SWIFT, leader del settore delle transazioni bancarie da oltre 45 anni, che collabora con oltre 11.000 istituzioni finanziarie e banche in tutto il mondo.

Ripple dovrebbe centuplicare il proprio parco clienti per raggiungere il giro di affari di SWIFT, sempre se SWIFT nel frattempo non sviluppi una propria blockchain come quella di Ripple e sfrutti il suo largo giro di affari per affermarsi rapidamente e tagliare così fuori dal mercato Ripple.

In effetti SWIFT ha rilasciato dichiarazioni in merito, affermando che stanno lavorando su progetti del genere anche se non la ritengono una priorità per il momento.

R3 invece è una società che sta facendo la stessa cosa di Ripple.

Ha costruito una propria blockchain e un proprio sistema di gestione pagamenti per le transazioni bancarie e non solo.

Hanno già accordi con 70 delle banche più importanti al mondo, e hanno ricevuto oltre un centinaio di milioni di dollari come finanziamento iniziale da venture capitalist della Silicon Valley.

Solo che non hanno un proprio token, o criptovaluta, come Ripple e per tal motivo non hanno la stessa esposizione mediatica.

E non scordiamoci di menzionare la criptovaluta Stellar, molto più giovane di Ripple e fondata nel 2014 proprio da Jed McCaleb, uno dei fondatori di Ripple, per andare oltre i problemi riscontrati con Ripple. E Stellar è un concorrente agguerrito per Ripple.

Oggi è una delle prime 10 criptovalute più scambiate al mondo, anche se dietro Ripple (che è terza, mentre Stellar è nona).

Stellar ha già accordi con l’IBM e anche gestori di sistemi di pagamento in Australia, Indonesia, Malesia e Sud Corea. Ma cosa più importante, Stellar supporta il protocollo degli smart contract (che ha reso tanto celebre Ethereum) che gli permette di avere quindi molti più utilizzi rispetto a Ripple.

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale

Un’ultima critica che viene mossa a Ripple, e per il quale viene considerata una “non-criptovaluta”, è che Ripple non è una criptovaluta decentralizzata.

A parte il fatto di collaborare con il sistema bancario attuale, la società dietro Ripple possiede circa il 62% di tutti i token XRP in circolazione.

Per assicurare però la bontà del progetto, Ripple ha deciso di tenere ben 55 miliardi di token XRP in un conto escrow. Ovvero, quei token non possono essere attualmente spesi dalla società e vengono rilasciati lentamente mese dopo mese (1 miliardo al mese).

Inoltre, il fatto di avere una società centralizzata dietro la criptovaluta, significa esporsi potenzialmente al rischio di chiusura in caso di regolamentazione da parte dei governi o banche centrali. Per le autorità basterebbe fare irruzione all’interno della sede di Ripple in California e porre sotto sequestro i loro server, per far crollare l’intero progetto in un colpo solo.

Conclusioni: investire su Ripple conviene?

Come hai visto, Ripple è una criptovaluta molto differente rispetto a tutte le altre presenti sul mercato. Una criptovaluta che non è decentralizzata e che si pone come soluzione ai problemi del sistema bancario, non come alternativa.

Ripple è sicuramente un progetto unico ed interessante nel mondo delle criptovalute, ma come tutti i progetti di successo ha dei competitor da battere nel corso del tempo (in primis SWIFT, ma attenzione anche alla criptovaluta Stellar).

Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo realeInvestire su Ripple quindi conviene o no?

In questo Gennaio 2018 il valore di tutte le criptovalute sta crollando a causa della confusione in Cina e Sud Corea sulla possibilità di introdurre una regolazione del settore, tant’è che Ripple sta scendendo verso quota $1 (quando a inizio Gennaio aveva toccato quota $3.83).

Investire adesso può essere pericoloso: bisogna prima capire come si muoveranno i paesi asiatici per la questione sulla potenziale regolazione delle criptovalute. Di certo questo crollo di valore può favorire gli investitori che possono così acquistare ad un prezzo ribassato.

Infatti, in questo momento (Gennaio 2018) nel mercato delle criptovalute regna ancora il panico e in molti stanno continuando a vendere in previsione magari di ribassi ulteriori nei valori.

Ma se tutti vendono, prima o poi si raggiungerà una situazione di ipervenduto. Quello sarà il momento perfetto per comprare.

Quando un asset è in fase di ipervenduto, significa che il valore di tale asset in realtà superiore al prezzo attuale.

Ma che viaggia a quei valori così bassi a causa di notizie negative e del sentimento ribassista degli investitori (proprio ciò che sta accadendo con tutte le criptovalute adesso).

Investire in Ripple può convenire, ma bisogna trovare il momento giusto. Consigliamo di aspettare che si faccia chiarezza sulla questione asiatica della regolamentazione, e a quel punto se la matassa sarà sciolta positivamente, sarà tempo di investire comprando ad un prezzo molto basso.

Per quanto riguarda Ripple nello specifico, se il progetto continua ad andare di questo passo e se nel corso del tempo vengono aggiunti nuovi partner, è possibile che entro Giugno 2018 il valore di Ripple torni ad aggirarsi tranquillamente a valori stabili sopra i $3, e forse anche con punte vicine ai $5.

Intanto puoi scegliere di investire su Ripple con il trading online.

Grazie al trading CFD offerto da IQ Option, puoi scegliere di investire su Ripple, ma anche su altre criptovalute senza possederle fisicamente o detenerle all’interno di un wallet.

Questo vuol dire che puoi scegliere di speculare sul prezzo sia quando esse scendono di valore, sia anche quando salgono di valore.

Quale miglior broker allora se non IQ Option? Esso oggi ti offre la possibilità di investire non solo con un conto demo ma anche con un conto reale.

Considera che fare trading con un conto demo vuol dire avere a disposizione un conto con 1000 € virtuali, che servono esclusivamente per mettere in pratica le tue strategie di trading e a prendere dimestichezza con la piattaforma. Non è utile al fine di ottenere profitti.

In questo caso, puoi sempre aprire un conto reale IQ Option, con un deposito minimo di appena 10 € che ti permette di investire in maniera seria e professionale con trade minimi a partire da 1 €.

Puoi scegliere di aprire il tuo conto cliccando sul link di seguito riportato.

Investi su Ripple e altre Altercoin con Iq Option

Ti consigliamo di seguire anche i nostri approfondimenti in merito al broker:

Nota bene:

Se non sei un trader esperto o non conosci bene le criptovalute, ti consigliamo di  investire e fare trading online con il broker eToro il quale ti offre la possibilità di investire e fare trading online con il copy trader e il social trading.

In pratica, senza perdere molto tempo ad analizzare mercati, a seguire grafici, ecc. puoi scegliere di aprire un conto di trading eToro demo o reale e investire su Ripple e altre valute digitali copiando le operazioni degli altri trader.

Questo sistema ti permette di non perdere tempo ed è per altro legale! In sostanza, tutto quello che devi fare tu è scegliere i migliori trader che hanno fatto registrare delle ottime performance e investire una percentuale del tuo capitale sulle loro operazioni. In questo modo tu ottieni un profitto in percentuale al capitale investi sulle loro performance.

Scegli di seguito i trader che fanno per te:

Trader più copiati negli ultimi 6 mesi

Trader Guadagno Rischio Copiatori
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
jaynemesis
Jay Edward Smith
-16,02%
5
7457
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
JeppeKirkBonde
Jeppe Kirk Bonde
-1,54%
4
7252
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
Wesl3y
Wesley Warren Nolte
-15,25%
5
6204
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
AlexPlesk
Александр Плескачев
-25,58%
6
4625
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
MrThor7734
Thomas Barson
-20,19%
4
4110
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
goodgoing
Wayne Ryan
-17,31%
3
3939
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
stebliss
Stephen John Charles Bliss
-18,53%
5
3455
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
AlexandruCinca
Alexandru Cinca
0,41%
3
3395
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
liborvasa
Libor Vasa
4,35%
4
3346
Ripple criptovaluta: cos’è e quotazione Ripple in tempo reale
ALnayef
Fahad Alhajri
22,4%
3
3122

Apri il tuo conto demo o reale cliccando sul link di seguito riportato e inizia a investire su Ripple.

Investi su criptovalute con il social trading e il copy trader eToro

Puoi trovare tutti i dettagli su eToro e il social trading all’interno delle nostre guide:

Migliori Broker Trading Forex e CFD
# Broker Dettagli
1eToro Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
2Markets.com Licenza: CYSEC
Trading Criptovalute
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Markets.com 5 stelle
324Option Licenza: CySEC - MiFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
4ITRADER Licenza: CySEC, MIFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 250 $
DEMO
Opinioni ITRADER 5 stelle
* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

2 commenti

  1. Vorrei comprare Ripple 100€ al valore attuale circa 100, ma non come CFD.
    Vorrei proprio il possesso della valuta, e rivenderlo anche tra anni se salirà a 10/15 mila come i bitcoin.
    Quanto costa con etoro tale operazione?
    Dato che si paga con carta di credito, quando vendo e voglio ritirare mi vengono addebitati i soldi sulla mia cc

    • Ciao Dino,

      Per rispondere alla tua domanda: eToro è un broker CFD, quindi non è possibile acquistare “realmente” la criptovaluta Ripple. Su eToro puoi investire anche sulle criptovalute, aprendo posizioni long (rialziste) o short (ribassiste), a seconda delle tue previsioni sul futuro valore di una certa criptovaluta (o altro asset).

      Se vuoi davvero comprare una criptovaluta, come nel tuo caso Ripple, per poi tenerla con l’obiettivo di rivenderla quando un giorno il suo valore sarà aumentato, devi utilizzare un exchange di criptovalute. Un exchange non è altro che una piattaforma online, dove puoi registrarti e aprire un account. Sulla piattaforma gli utenti registrati possono comprare e vendere criptovalute tra loro.

      Una volta comprata la criptovaluta che tu desideri (Ripple è praticamente presente su qualsiasi exchange importante, dato che è una delle criptovalute più famose al momento), te le ritroverai nel portafoglio (chiamato “wallet” in inglese) della piattaforma. A quel punto, è sempre consigliato avere un proprio portafoglio sul computer, così da passare la criptovaluta acquistata sulla piattaforma al tuo portafoglio privato sul computer (così da avere un maggiore livello di sicurezza).

      Per capire come funziona il trading CFD su eToro, se non sei già registrato ovviamente, questo è il link della guida –> https://www.meteofinanza.com/investire-azioni-utilizzando-cfd-etoro/

      Inoltre, se vuoi seguire l’andamento delle criptovalute in tempo reale, consigliamo anche l’utilizzo del seguente sito, dove sono presenti i grafici di tutte le criptovalute esistenti —> https://coinmarketcap.com

      Per qualsiasi altra domanda, siamo a tua disposizione :)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Termini di ricerca:

  • ripple quotazione
  • criptovaluta silicon valley
  • azioni ripple
  • quotazione ripple dollaro cfd in tempo reale

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Meteofinanza.com