Anche oggi le azioni Intesa Sanpaolo continuano la loro tendenza rialzista. La quotata guidata da Messina si sta infatti avvicinando al giro di boa delle 13,30 con un rialzo di quasi un punto percentuale a quota 2,63 euro.

Grazie alla progressione registrata, il titolo riesce a migliorare ancora di più la sua performance su base mensile e annua. Come si può vedere dal grafico in basso, rispetto ad un mese fa i prezzi delle azioni Intesa SP sono più alti del 10 per cento ma è su base annua che c’è la progressione più forte: +52 per cento.

trader a lavoro su grafico
Reazione analisti ai conti semestrali di Intesa Sanpaolo – MeteoFinanza

A fare da catalizzatore al titolo è stata la pubblicazione dei conti semestrali avvenuta la scorsa settimana. I trader hanno giudicato molto positivamente la pubblicazione dei risultati e infatti il titolo della big del banking italiano è in progressione dalla seduta di martedì 18 luglio. Emerge quindi una lunga scia di risultati positivi che ha permesso alla banca di accrescere il suo valore in borsa.

Il rally in atto sembra confermare la valutazione fortemente positiva che ben 3 analisti hanno sulla quotata. Tale giudizio è successivo ai risultati semestrali della quotata e quindi ingloba il profilo finanziario aggiornato delle quotata.

Ad esprimersi su Intesa Sanpaolo post-semestrali sono stati gli analisti di Equita, Oddo e UBS. Vediamo quindi nel dettaglio cosa pensano tutti e tre questi broker sulla banca di Messina.

Per Equita e UBS le azioni Intesa Sanpaolo sono da comprare

Gli analisti di Equita hanno confermato il rating buy sulle azioni Intesa Sanpaolo con target price aumentato del 2 per cento a 3,6 euro.

Nel report si parla di una trimestrale migliore di quelle che erano le attese della vigilia e che infatti ha spinto gli analisti ad alzare le stime di utile 2023-2025 in media del 3 per cento. Secondo gli analisti, Intesa SP offre ricca e allo stesso tempo sostenibile remunerazione agli azionisti (dividendi) e presenta un modello di business che riesce a garantire una alta profittabilità anche se il contesto dei tassi dovesse essere meno favorevole.

Rating buy sulle azioni Intesa Sanpaolo anche da parte degli analisti di UBS. Gli esperti hanno alzato il prezzo obiettivo da 3,5 euro a 3,6 euro e valutano molto positivamente la sostenibilità del margine di interesse della banca.

Proprio in relazione al margine di interesse, gli esperti elvetici hanno aumentato le stime del 2 per cento per l’anno in corso, del 4 per cento per il 2024 e del 6 per per il 2025.

Azioni Intesa Sanpaolo meglio dei concorrenti per Oddo

Giudizio positivo sulla semestrale di Intesa Sanpaolo anche da parte degli esperti di Oddo. Gli analisti hanno ribadito il rating outperform sulla banca (ossia farà meglio del settore di riferimento) con un fair value che è stato alzato da 3,4 a 3,7 euro.

Per gli analisti, la semestrale di Intesa Sanpaolo è stata molto solida determinando, nella loro analisi, un aumento delle stime di utile in media dell’8 per cento nell’arco temporale 2023-2025.

Comprare azioni Intesa Sanpaolo? Outlook sul 2023

Quando si deve decidere come posizionarsi su un titolo, più che al passato è necessario guardare al futuro. Nel nostro caso specifico non guardiamo ai risultati semestrali di Intesa Sanpaolo ma a quello che attende la banca per l’intero esercizio in corso.

Il management della banca prevede un significativo incremento del risultato della gestione operativa e parallelamente una solida crescita dei ricavi provenienti dagli interessi netti. La banca proseguirà il suo impegno nel controllo dei costi e nella forte riduzione delle rettifiche di valore nette su crediti, portando così a un notevole aumento dell’utile netto a oltre 7 miliardi di euro.

Per quanto riguarda lo stato patrimoniale, Intesa Sanpaolo ha proiettato un Common Equity Tier 1 ratio a regime del 14,5 per cento nel 2025, ante Basilea 4, superiore al 14 per cento post Basilea 4 e oltre il 15% post Basilea 4 includendo l’assorbimento delle DTA.

Chi volesse comprare azioni Intesa Sanpaolo per diversificare il suo portafoglio, può prendere in considerazione la proposta di questi due broker:

eToro: il broker permette l’acquisto di azioni italiane reali senza commissioni e offre inoltre la possibilità di replicare le strategie dei trader più esperti attraverso il social trading. Con eToro, gli investimenti diventano accessibili a tutti, poiché l’importo minimo richiesto per iniziare è solamente di 50 dollari. Optando per i CFD è anche possibile fare pratica con un conto demo gratuito da 100 mila euro virtuali. >più informazioni sul sito eToro<

FinecoBank: 50 ORDINI GRATUITI, 12 mesi a zero canone. Inoltre Fineco è anche sostituto mdi imposta per i clienti con residenza in Italia. Per quello che riguarda o costi, le commissioni calano all’aumentare dell’attività di trading > Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui >

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram