Quando si esplora il vasto panorama degli investimenti aziendali, uno degli indicatori di redditività che emerge in modo cruciale è il ROIC, acronimo di Ritorno sul Capitale Investito.

un laptop e alcuni documenti con dei grafici finanziari sul piano di una scrivania. In sovrimpressione una calcolatrice e alcune monete d'oro disposte in pile
ROIC: cos’è e come si calcola – MeteoFinanza.com

Questo indicatore si rivela essenziale nell’analisi fondamentale, offrendo una prospettiva chiara sull’efficienza con cui un’azienda gestisce il proprio capitale e massimizza gli output rispetto agli input impiegati.

Esploriamo quindi in modo approfondito il ROIC: il suo significato, la formula di calcolo, e la sua importanza nel contesto del trading.

PROVA GLI STRUMENTI DI TRADING DI eTORO CON IL CONTO DEMO GRATIS>>>

Cos’è il ROIC: la definizione

Prima di addentrarci nella formula e nei dettagli tecnici, è cruciale comprendere il significato di base del ROIC. Quando un investitore valuta su quale azienda puntare, il ROIC si pone come un faro che illumina quanto ritorno l’azienda sta ottenendo per ogni euro (o dollaro) investito. In poche parole, il ROIC misura l’efficacia con cui un’azienda utilizza il proprio capitale per generare profitti.

Come si fa il calcolo del ROIC: la formula

Il Return on Invested Capital (ROIC) è uno degli indicatori chiave nella valutazione della performance finanziaria di un’azienda. Capire come calcolare e interpretare il ROIC è fondamentale per gli investitori e gli analisti finanziari. In questo articolo, esploreremo il calcolo del ROIC con un esempio pratico e analizzeremo come interpretare questo indicatore per prendere decisioni informate sugli investimenti. Ma veniamo al calcolo del ROIC, che si effettua usando una formula chiara e precisa:

ROIC=NOPAT/Media del Capitale Investito

Dove:

  • NOPAT: Acronimo di “Net Operating Profit After Tax,” rappresenta il profitto netto operativo al netto delle imposte. La sua formula è definita come EBIT×(1−Tasso di Imposta)EBIT×(1−Tasso di Imposta), dove EBIT è il Reddito Operativo Lordo e il Tasso di Imposta è il tasso fiscale effettivo a cui l’azienda è soggetta.
  • Media del Capitale Investito: Questo parametro include il capitale circolante operativo, gli immobili, impianti e macchinari, le attività immateriali e qualsiasi altra risorsa operativa. Il calcolo coinvolge la sottrazione delle passività utilizzate dalle attività investite nelle operazioni.

Per calcolare il ROIC, è necessario concentrarsi su due elementi chiave: il NOPAT e la Media del Capitale Investito.

Il NOPAT, come spiegato precedentemente, offre una visione chiara del reddito operativo netto escludendo gli effetti della struttura del capitale e delle politiche fiscali. È una misura cruciale della performance operativa di un’azienda.

Dall’altro lato, la Media del Capitale Investito richiede l’attenzione alla parte concretamente investita del capitale. Ciò implica escludere il capitale inattivo, come il saldo di cassa, e considerare solo le attività effettivamente utilizzate nelle operazioni aziendali.

Prendiamo ad esempio la società Alfa nel 2023, che ha generato profitti netti per 200.000 euro con un capitale netto investito di 800.000 euro. Il calcolo del ROIC si ottiene dividendo il capitale netto investito per i profitti netti e moltiplicando il risultato per 100. Applicando la formula, otteniamo un ROIC del 25%. Un ROIC positivo, come in questo caso, indica che l’azienda sta generando ricchezza attraverso le sue attività.

SCOPRI I VANTAGGI DEL TRADING CON FINECO – CLICCA QUI>>>

ROIC: uno sguardo approfondito

Valori più elevati di ROIC indicano una performance positiva nell’allocazione delle risorse e del capitale aziendale. Ad esempio, un ROIC del 50% significa che per ogni euro investito, si ottengono 1.50 euro. Al contrario, valori negativi indicano che l’azienda sta bruciando capitale, segnalando difficoltà economiche.

ROIC e WACC

Affiancato al ROIC, c’è il Weighted Average Cost of Capital (WACC). Questo rappresenta il costo medio ponderato del capitale di un’azienda da tutte le sue fonti. Il confronto tra ROIC e WACC è cruciale: se il ROIC è superiore al WACC, l’azienda sta creando valore; se inferiore, il valore viene distrutto. Questa analisi è fondamentale per comprendere se l’azienda sta investendo in progetti redditizi.

ROCE vs ROIC: differenze chiave

Mentre il ROCE utilizza il “capital employed,” considerando tutto il capitale impiegato, il ROIC utilizza il capitale circolante attivo. Inoltre, il ROCE considera i dati al lordo delle imposte, mentre il ROIC tiene conto anche delle imposte. Il ROIC, più raffinato, è spesso preferito dagli investitori per valutare gli investimenti e ottenere indicazioni più precise sui rendimenti.

Utilità del ROIC negli investimenti

Il ROIC è particolarmente utile nell’analisi fondamentale di aziende di grandi dimensioni. Comparare il ROIC tra aziende dello stesso settore fornisce una visione chiara del vantaggio competitivo. Per le aziende che richiedono ingenti mezzi e capitali, come nel settore petrolifero, il ROIC è una metrica più significativa rispetto ad altri settori. Tuttavia, va notato che il ROIC da solo non fornisce dettagli sul settore specifico in cui l’azienda genera valore.

L’importanza del ROIC nel trading

Il ROIC emerge come un punto di riferimento nell’analisi di un’azione. Per gli investitori attenti, comprendere come un’azienda gestisce il proprio capitale è cruciale per prendere decisioni informate.

Incorporare il ROIC nella propria strategia di valutazione può portare a scelte più consapevoli e a una prospettiva più chiara sul potenziale di crescita e successo di un’azienda. Avere il ROIC come alleato nella trincea del trading è un passo sicuro verso una comprensione più profonda del mondo degli investimenti aziendali.

Comprare azioni reali, CFD di azioni o altri asset promettenti, e diversificare il portafoglio, può essere una strategia vincente. Le 2 migliori piattaforme per farlo ad oggi secondo il nostro parere sono:

eToro: il broker consente di comprare azioni vere senza commissioni e inoltre permette anche di copiare i traders più bravi grazie al copytrading. Con eToro gli investimenti sono accessibili a tutti essendo il deposito minimo richiesto è pari a soli 50 dollari >più informazioni sul sito eToro<


Fineco Bank: 50 ORDINI GRATUITI, 12 mesi a zero canone e consulenti 100% disponibili anche online >Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui<

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram