Telecom Italia è tra i titoli in assoluto più seguiti nella seduta odierna di scambi. L’ex monopolista nel primo pomeriggio registra una flessione dello 0,5 per cento circa a quota 0,249 euro. Come si può anche vedere dal grafico in basso, a causa del nuovo calo, il passivo di TIM su base mensile si è ulteriormente allargato e ora è pari al 7 per cento.

Il ribasso di oggi è frutto del clima di attesa per una scadenza fondamentale con cui Telecom Italia farà i conti tra pochissime ore. Alle 19 di oggi è fissata la deadline per la presentazione delle offerte migliorative non vincolati per il dossier NetCo.

Azioni Telecom
Telecom Italia alle prese con la cessione di NetCo -MeteoFinanza

Le speculazione si concretano quindi tutte attorno a questa questione: saranno avanzate nuove offerte oppure no?

Diciamo che la stampa è concorde nel ritenere che qualcosa si possa muovere. Sia la cordata guidata dal fondo Usa KKR che quella formata dalla Cassa Depositi e Prestiti e dagli australiani di Macquarie dovrebbero prentare nuove offerte migliorative (e questo è un bene), tutta non ci dovrebbe essere grandi modifiche alla valorizzazione di NetCo (e questo non è un bene).

In attesa che si faccia chiarezza su questo punto, gli analisti di Equita hanno ribadito la loro view bullish sulle azioni TIM. Il titolo per gli esperti resta quindi da comprare (rating di valutazione buy). Il target price fissato dalla sim milanese è di 0,4 euro e ciò implica, considerando le attuali valutazioni del titolo, un bel potenziale di upside.

E’ probabile che il giudizio resti inalterato fino al 14 giugno prossimo quando è prevista la riunione del consiglio di amministrazione di Telecom Italia con all’ordine del giorno la cooptazione di un nuovo membro. Le offerte, invece, dovrebbero essere esaminate il prossimo 19 giugno mentre una decisione definitiva ci potrebbe essere con il CdA del 22 giugno.

Fin ad allora la volatilità sulle azioni Telecom Italia è destinato a restare alta.

Per sfruttarla consigliamo di usare solo piattaforme trading affidabili che permettono di investire in entrambe le direzioni ossia sia al rialzo che al ribasso, in modo tale da cavalcare così tutte le oscillazioni.

Ad esempio c’è eToro (qui la recensione) che prevede zero commissioni per comprare azioni reali, con la possibilità di usare i CFD per trading al ribasso). Con questo broker il deposito minimo per iniziare ad operare è di soli 50 dollari ed è possibile usare la demo gratuita per esercitarsi >vai sul sito ufficiale eToro<

Una alternativa valida ad eToro è Fineco, banca 100% Italiana. Fineco prevede  50 ORDINI GRATUITI, 12 mesi a zero canone e consulenti sempre disponibili anche online >>Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui<<

Tornando alla questione scorporo della rete di TIM, proprio oggi il CEO di Telecom Italia, Pietro Labriola, ha affermato che la cessione di Netco continua ad essere l’opzione principale al fine ridurre strutturalmente la situazione debitoria di TIM”. Il manager, rivolgendosi agli acquirenti ha anche aggiunto che la vendita dovrà avvenire a “un prezzo equo e a condizioni di mercato”.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram