L’indice FTSE MIB ha chiuso la scorsa settimana con una prestazione di lieve ribasso. Il principale indicatore di Borsa Italiana ha infatti chiuso in flessione dello 0,64% a 26.782,4 punti. Ad oggi lo status tecnico di medio periodo del FTSE MIB rimane sempre negativo, ma nel breve periodo viene evidenziato un miglioramento della forza rialzista, con possibile test a 26.859,6 punti, superato il quale potrebbe esserci un test alla successiva linea di resistenza posta a 27.091 punti.

Di contro, qualora dovesse prendere piede un trend ribassista, il primo supporto sarà posto a quota 26.628,2 punti, superato il quale gli investitori cercheranno il test a 26.473,9 punti.

Considerato che il calendario macro della settimana è abbastanza scarno, giova riepilogare quanto accaduto in chiusura della precedente, visto che i riflessi dovrebbero prolungarsi almeno nella giornata di lunedì.

Venerdì infatti le borse europee hanno chiuso in calo una settimana in cui le banche centrali l’hanno fatta da protagoniste, con la BCE che ha tracciato una linea profondamente diversa da Fed e Banca d’Inghilterra sul possibile rialzo dei tassi, definendo peraltro molto improbabile un incremento già nel corso del prossimo anno. Diverso l’orientamento della Bank of England, così come per la Fed.

In Asia, a mercati chiusi (bisognerà pertanto valutarne gli effetti in apertura di lunedi) è arrivata la dichiarazione di insolvenza del colosso cinese Evergrande da parte di S&P: per gli analisti della società di rating, Evergrande e la divisione finanziaria offshore Tianji Holding non sarebbero riusciti a effettuare pagamenti di cedole su bond senior in dollari.

In questo scenario, giocherà ancora una volta un ruolo di rilevanza la pandemia da Covid-19, con Omicron che spaventa i mercati: la variante è infatti in crescente diffusione nel Regno Unito e nel resto d’Europa, e sembra vanificare almeno in parte gli sforzi della campagna vaccinale…

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.