Meteofinanza search
Meteofinanza.com - mercoledì, 18 ottobre 2017

Analisi tecnica vs analisi fondamentale

Per chi si avvicina per la prima volta, ma anche per coloro che ormai possono essere considerati dei veterani dei mercati finanziari, va detto o ricordato che esistono diverse tipologie di analisi, ovvero delle metodologie che si possono applicare allo studio e all’andamento dei mercati in modo tale da prevederne il futuro.
Analisi tecnica vs analisi fondamentale
Nel corso del tempo, si sono andate sviluppando scuole di pensiero differenti, soprattutto nel trading online, sia tradizionale sia in opzioni binarie, portando a due differenti approcci che possono aiutare il trader nell’analizzare il mercato a caccia di opportunità di trading profittevoli:
  • l’analisi tecnica;
  • l’analisi fondamentale.

Ma come facciamo a scegliere la migliore? Quali sono le caratteristiche che le contraddistinguono?

Come molto spesso accade la risposta è sotto gli occhi, ma non sempre ce ne accorgiamo. Come succede negli investimenti, non possiamo affermare che vi sia un modo migliore dell’altro, ma il tutto dipende sempre e comunque dall’investitore, ovvero dal suo modo di operare nei mercati e dal suo grado di rischio.

In altri termini, c’è chi si trova meglio con l’analisi tecnica e chi con l’analisi fondamentale.

Vi sono dispute in rete su quale delle due abbia più successo, noi di MeteoFinanza.com vogliamo aprire una piccola parentesi e cercare di chiarire il concetto a tutti i trader o aspiranti tali che hanno bisogno di questa informazione.

Per prima cosa cerchiamo di capire cosa si intende per analisi tecnica e cosa si intende per analisi fondamentale.

Che cos’è l’analisi tecnica?

Analisi tecnica vs analisi fondamentale

L’analisi tecnica è la disciplina che si occupa dello studio dei grafici di prezzo al fine di interpretare i momenti in cui una determinata tendenza subisce una inversione, per poi seguire con opportuni investimenti la nuova direzione del prezzo. Per riuscire in questo obiettivo, il trader utilizza diversi strumenti, come ad esempio gli indicatori di trading: particolari formule matematiche che riportano graficamente i fattori che influenzano il prezzo di un dato asset. Inoltre grazie a questa analisi, soltanto guardando i grafici l’analista sarà in grado di capire se un determinato titolo salirà o scenderà nel breve, medio o lungo termine.

Che cos’è l’analisi fondamentale?

Analisi tecnica vs analisi fondamentale

L’analisi fondamentale non riguarda i grafici di prezzo, bensì l’economica, o meglio, una parte dell’economia chiamata macro-economia, che si occupa dell’economia di nazioni, di gruppi di nazioni, di determinati comparti economici di una nazione. Un altri termini, l’analisi fondamentale basa le proprie previsioni sui “fattori fondamentali“; questi sono:

  1. notizie;
  2. rumors di mercato;
  3. acquisizioni di aziende;
  4. crisi economiche;
  5. eventi politici;
  6. guerre,
  7. ecc.

Sostanzialmente, il trader che utilizza questo tipo di approccio riesce a cogliere gli aspetti economici che stanno alla base delle tendenze di prezzo e ad utilizzarli per ottenere dei profitti.

Caratteristiche a confronto

Analisi tecnica vs analisi fondamentale

A questo punto, andiamo a mettere a confronto entrambe le analisi fin qui menzionate;

  • Il primo punto che andremo ad analizzare, riguarda il Timing;

l’analisi tecnica offre un timing migliore rispetto all’analisi fondamentale. Ma cos’è il Timing?

Prima di andare avanti, possiamo spiegare brevemente che il Timing, altro non è che il tempo giusto per entrare in posizione, ovvero il momento migliore per entrare sul mercato.

Questo elemento rappresenta uno dei concetti fondamentali per avere successo nel trading online.

Se sarai in grado di utilizzare un giusto Timing potrai permetterti di utilizzare uno Stop Loss molto stretto. Questo tradotto in soldi significa perdita di un capitale ridotto. Ricapitolando potremmo avere un taglio delle perdite e una maggiore possibilità di vincita. 

Infine il Timing è dato dai livelli chiave ottenuti dallo studio di grafici. Quindi in maniera ottimale tramite lo studio dell’ analisi tecnica.

  • Il secondo punto che esaminiamo riguarda la flessibilità;

Qui l’unica cosa da chiarire riguarda il fatto che l’analisi tecnica è più flessibile rispetto all’analisi fondamentale. Infatti come avevamo detto prima, l’analisi tecnica ci offre la possibilità di optare per gli stop loss e di pianificare i diversi obbiettivi, in qualsiasi time-frame.

  • Il terzo punto che le caratterizza è lo sconto;

Lo sconto non deve essere inteso in termini economici, come percentuale di sconto di acquisto di un’azione, ma nel senso di incorporamento. Infatti l’analisi tecnica incorpora l’analisi fondamentale.

Con questo intendiamo dire che nei grafici sono già compresi tutti i fattori, notizie, guerre, condizioni economiche, ecc. In questo caso avrò il vantaggio di concentrarmi solo sul grafico, eliminando molte variabili.

  • Il quarto punto riguarda la reperibilità di informazione;

Con l’analisi fondamentale, molte notizie sono difficili da reperire.

Questo riguarda sopratutto un investitore comune; inoltre se riesce a ricevere queste informazioni, queste possono essere anche inutili, perché non più consone al tempo e alla strategia adottata.

Questo lascia intendere che un altro trader, usando una diversa analisi le ha già utilizzate e di conseguenza ha venduto o comprato prima di noi.

Una cosa che teniamo a dirvi, e che non deve essere mai dimenticata è: 

Analisi tecnica vs analisi fondamentaleQuesta suddivisione è la più sbagliata in assoluto! Tutte e due le tecniche possono essere usate per operare a breve, medio e lungo termine.

Sebbene analisi tecnica e fondamentale possano essere considerate come poli opposti, al contrario molti trader ne hanno fatto una combinazione vincente. Infatti sono tantissimi coloro che utilizzano entrambe le tecniche e questa sembra essere la soluzione ideale in quanto si potranno compensare i vantaggi  di una con gli svantaggi dell’altra. Molti ancora utilizzano gli strumenti utili dell’analisi tecnica al fine di individuare i momenti migliori secondo cui poter entrare sul mercato.

Altri ancora invece, sfruttano i fondamentali economici a supporto dei segnali tecnici.

Quale approccio conviene utilizzare?

Analisi tecnica vs analisi fondamentaleGiunti a questo punto, molti dei trader professionisti, non amano il mix di analisi, composto da analisi tecnica e fondamentale. Nonostante questo però non possiamo negare che il connubio di entrambe porta sicuramente ad un beneficio di entrambe le analisi.

Questo dimostra che ci possono essere differenti teorie a riguardo, ma secondo noi la cosa migliore da fare è quella di utilizzarli entrambi e fare trading in opzioni binarie sia seguendo i segnali tecnici sia seguendo i segnali macroeconomici (clicca qui Per imparare la strategia dei dati macro). Come sempre la verità sta nel mezzo ed è importante che un trader conosca entrambi gli approcci, anche se poi si specializza in uno solo di questi.

Ti invitiamo a consultare la sezione strategie per imparare le migliori strategie di trading in opzioni binarie! Buon trading!

Migliori Broker Trading Forex e CFD
# Broker Dettagli
1Markets.com Licenza: CYSEC
25€ GRATIS soggetto a T.&C.
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Markets.com 5 stelle
224Option Licenza: CySEC - MiFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
3FXpro.it Licenza: CySEC - FCA - FSB
MetaTrader / cTrader (Demo gratuite)
Deposito min: € 100
DEMO
Opinioni FXpro.it 5 stelle
4IG MARKETS Licenza: CONSOB - FCA
Demo gratuita 30.000€
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni IG MARKETS 5 stelle
*per singolo trade vincente

Termini di ricerca:

  • Analyse technique VS Analyse fondamentale
  • analisi fondamentale e analisi tecnica
  • strumenti analisi fondamentale
  • analisi tecnica analisi fondamentale

*Your capital might be at risk.

Meteofinanza.com

IqOption