Il cambio EUR/USD ha iniziato la settimana sotto una forte pressione ribassista ed è sceso al livello più debole da luglio 2020 a 1,1263 mercoledì scorso, con il biglietto verde che ha continuato a prendere forza sui timori di una crescente e perdurante inflazione.

✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Il cambio è poi riuscito a mettere in scena un buon rimbalzo salendo verso quota 1,1400 giovedì, mentre il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni ha iniziato a virare verso il basso nella seconda metà della settimana.

Tuttavia, le osservazioni del presidente della Banca Centrale Europea (BCE) Christine Lagarde sulle prospettive prima del fine settimana hanno costretto la coppia a perdere trazione. Con l’Austria che ha annunciato un nuovo lockdown causa del crescente numero di casi di coronavirus venerdì, il cambio EUR/USD ha rinnovato i minimi del 2021 sotto 1,1300 prima di stabilizzarsi vicino a quel livello. Per l’intera settimana, la coppia ha perso più dell’1% per la seconda volta consecutiva.

Cosa è successo la scorsa settimana

Lunedì, testimoniando davanti alla commissione per gli affari economici e monetari del Parlamento europeo, Lagarde ha ribadito che le condizioni per un rialzo dei tassi sono “molto improbabili” per il 2022. In assenza di rilasci di dati macroeconomici di alto livello, i commenti dovish di Lagarde hanno pesato sulla valuta condivisa.

Martedì, i dati dagli Stati Uniti hanno rivelato che l’indice dei prezzi all’importazione è aumentato del 10,7% su base annua in ottobre. Inoltre, le vendite al dettaglio sono aumentate dell’1,7% su base mensile nello stesso periodo, superando le aspettative del mercato dell’1,4%. Sostenuto da queste letture, il rendimento dei T-bond statunitensi a 10 anni è salito al suo livello più alto dalla fine di ottobre e ha permesso al dollaro di continuare a sovraperformare i suoi rivali.

L’inarrestabile forza del dollaro ha fatto sì che EUR/USD estendesse la sua scivolata a un nuovo minimo di 16 mesi durante la sessione asiatica di mercoledì. Eurostat ha riferito che l’indice dei prezzi al consumo (CPI) annuale nella zona euro si è attestato al 4,1% nel mese di ottobre. Gli investitori hanno in gran parte ignorato questa stampa, dato che corrispondeva alla stima flash e al consenso del mercato. Nella seconda metà della giornata, il rendimento dei T-bond USA a 10 anni è sceso sotto l’1,6% e ha innescato un modesto rimbalzo di EUR/USD.

Nel frattempo, il membro del consiglio direttivo della BCE Isabel Schnabel ha detto che la decisione della BCE di continuare a comprare obbligazioni è un segno che un aumento dei tassi non è imminente. Schnabel ha inoltre aggiunto che l’aumento dell’inflazione è uno sviluppo positivo.

Infine, Lagarde ha incrociato di nuovo i fili venerdì e ha sostenuto che non avrebbe senso stringere prematuramente la politica quando ci si aspetta che le pressioni inflazionistiche svaniscano. “Una politica più restrittiva non farebbe che esacerbare l’effetto di contrazione dell’economia”, ha detto la Lagarde. 

Cosa accadrà in settimana

Martedì, IHS Markit rilascerà i sondaggi preliminari PMI della manifattura e dei servizi per la zona euro e la Germania. Se i dati riveleranno che la ripresa economica nella zona euro rimane sana, gli investitori potrebbero continuare a prezzare un aumento dei tassi della BCE nel 2022, il che aiuterebbe la valuta comune a trovare la domanda. D’altra parte, le stampe morbide potrebbero pesare sull’euro.

Mercoledì, diversi dati ad alto impatto saranno presenti nel calendario economico statunitense, tra cui gli ordini di beni durevoli di ottobre, il PIL del terzo trimestre (seconda stima) e l’indice dei prezzi delle spese per i consumi personali (PCE). Gli operatori di mercato presteranno molta attenzione ai dati dell’indice dei prezzi PCE, l’indicatore preferito dalla Federal Reserve per l’inflazione. All’inizio del mese, la stampa dell’IPC più forte del previsto ha innescato un rally nei rendimenti dei T-bond statunitensi e nell’indice del dollaro USA. Una reazione simile del mercato potrebbe essere vista se il dato annuale del core PCE continua a salire.

Giovedì, il resoconto della riunione di politica monetaria della BCE non dovrebbe offrire nuovi spunti sulle prospettive politiche. Anche i dati sul prodotto interno lordo del terzo trimestre dalla Germania saranno considerati per un nuovo slancio.

È probabile che l’azione di mercato rimanga sottotono per il resto della settimana a causa del Thanksgiving negli Stati Uniti.

In breve, è improbabile che la coppia EUR/USD metta in scena un recupero decisivo a breve termine, con la divergenza politica tra la BCE e la Fed che favorisce il dollaro rispetto alla valuta comune. Anche se la coppia dovesse mostrare qualche segno di vita su dati europei positivi, non sarebbe sorprendente vedere i venditori difendere i livelli tecnici chiave.

Analisi tecnica EUR/USD

Sul grafico giornaliero, l’indicatore Relative Strength Index (RSI) è tornato a 30 dopo il rimbalzo tecnico di giovedì, mostrando condizioni di ipervenduto. Nel caso in cui la coppia metta in scena un altro rimbalzo, è probabile che incontri la resistenza di 1,1370 (livello statico), 1,1450 (livello psicologico) e 1,1500 (SMA a 20 giorni). A meno che i compratori non riescano a trasformare 1,1500 in un supporto, il bias ribassista a breve termine della coppia rimarrà intatto. 

Al ribasso, 1.1250 (2021-low) potrebbe essere visto come il primo supporto prima di 1.1200 (livello psicologico) e 1.1140 (livello statico, ex resistenza).

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
10
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
10
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.