Gli ETF azionari globali sono una presenza fissa nel portafoglio di molti traders italiani ed europei. Un dato su tutti è l’attestazione del grande popolarità di questa categoria di fondi: solo nel 2023 gli investitori europei hanno hanno indirizzato ben 214 miliardi di euro nei fondi indicizzati azionari. Si è trattato di uno degli afflussi più importanti nel panorama degli ETF.

indici di borsa e mappamondo
Le liste dei migliori ETF azionari globali – MeteoFinanza

Tenendo conto di quello che è stato il trend degli ultimi anni, tutto lascia intendere che anche a fine 2024 ci saranno cifre da capogiro. E allora visto che l’anno è appena iniziato, vale la pena interrogarsi su quelli che potrebbero essere i migliori fondi a gestione passiva che investono sull’azionario large cap blend (terminologia tecnica che fa riferimento sui titoli misti value e growth). In altre parole, quali potrebbero essere i migliori fondi azionari globali 2024?

La scelta non è affatto semplice anche perchè il ventaglio di opzioni è decisamente ampio. Restando solo a quelli domiciliati in Europa, sono ben 113 i fondi a gestione passiva che investono sulle borse mondiali. Se teniamo in considerazione che la stragrande maggioranza di costoro ha performato bene (e non poteva fare diversamente alla luce del forte balzo in avanti che i mercati azionari di tutto il mondo hanno messo a segno nel 2023) ne consegue che fare una scrematura diventa alquanto difficile.

Per questa ragione invece della solita lista unica abbiamo redatto una doppia classifica: una sugli ETF azionari globali più performanti del 2023 e l’altra sui fondi più grandi tra quelli domiciliati in Europa.

Tutti e 10 gli ETF citati nelle due classifiche si possono trovare sui uno dei tanti broker ETF presenti sul mercato anche perchè si tratta di fondi molto noti. Tuttavia ad offrire le condizioni migliori per investire in ETF è una banca italiana. Parliamo di Fineco che ha il vantaggio di proporre una vistissima selezione di ETF senza commissioni oltre ad un conto di solo trading senza costi fissi.

La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso di rischio: il tuo capitale è a rischio

I 7 migliori ETF azionari globali

Iniziamo dai 7 ETF azionari globali che si sono messi in evidenza con le prestazioni migliori. Visto che, come abbiamo già detto in precedenza, il 2023 è stato un anno molto positivo per le borse, tutti i fondi che investono sulle borse mondiali hanno performato bene. E allora i 7 ETF di seguito elencati sono ordinati anche in base alle loro dimensioni patrimoniali secondo quanto riportato da Morningstar.

  • Vanguard FTSE Developed World: si tratta del è il più grande fondo tra gli azionari globali large-cap blend. Investe su un indice che raggruppa le società di alta e media capitalizzazione che sono quotate sulle borse occidentali. Le dimensioni sono enormi: oltre 2100 titoli e i primi 10 per market cap che pesano per meno del 20 per cento. Il costo è dello 0,12 per cento (molto competitivo) mentre il rendimento degli ultimi 9 anni è stato del 2,8 per cento superiore a quello medio dell’asset class di riferimento.
  • ETF Xtrackers MSCI AC World ESG Screened: fondo a gestione passiva che investe in titoli ad alta e media capitalizzazione che sono quotati sui mercati internazionali. A differenza del primo ETF in questo caso vengono tenuti in considerazione i criteri ESG.
  • ETF Xtrackers MSCI AC World ESG Screened si caratterizza per l’attenzione ai criteri di sostenibilità. Infatti, investe in titoli ad alta e media capitalizzazione quotati sui mercati internazionali, che soddisfino determinati requisiti ambientali, sociali e di governance e abbiano una bassa esposizione al carbonio. Il fondo, che ha tre stelle, ha un profilo di rischio/rendimento nella media. 
  • JPM Carbon Transition Global Equity: si tratta di un fondo che replica un indice conforme alla direttiva europea sui benchmark di transizione climatica. Le aziende che sono attive in settori critici come la compravendita di armi, la produzione di tabacco e di carbone termico oppure che più semplicemente violano principi internazionali come il Global Compact delle Nazioni Unite non fanno parte di questo indice e quindi sono escluse dall’ETF stesso.
  • SPDR® MSCI ACWI IMI: si tratta di un ETF che consente di esporsi non solo ai mercati sviluppati ma anche a quelli emergenti. L’indice replicato ingloba qualcosa come 3 mila titoli ma c’è molto sbilanciamento visto che i primi 10 pesano per il 16,3 per cento sul totale. Molto interessanti anche i rendimenti offerti. Negli ultimi 10 anni siamo sul 2,2 per cento in più rispetto a quello medio del settore.
  • UBS Global Gender Equality: ETF azionario internazionale ha un focus molto particolare essendo specializzato su titoli che presentano un alto punteggio sulla diversità di genere (gender equality). Il numero di titoli che l’indice replicato incluse sono molti di meno rispetto a quelli relativi ai fondi precedenti. Inoltre è presente una spiccata sovraesposizione sia al settore finanziario che a quello delle utility. Negli ultimi 3 anni il rendimento di questo ETF è stato del 2,4 per cento più alto rispetto a quello medio della classe.
  • JPM Global Equity Multi-Factor: replica un indice di titoli a media e alta capitalizzazione che presentano alcune caratteristiche specifiche come ad esempio il tratto value, il momentum e la qualità. E’ un ETF che più che puntare su market cap e dimensioni punta tutto sulla qualità.
  • Fidelity Sustainable Research Enhanced Global Equity: fondo quotato di tipo attivo investe il 70 per cento delle sue attività in titoli con caratteristiche ESG molto specifiche tra cui le emissioni di CO2, il risparmio energetico ma anche biodiversità, gestione dei rifiuti, sicurezza dei prodotti, diritti umani, sicurezza e salute. Le dimensioni sono più contenute rispetto ai precedenti 6 ma il rendimento è molto consistente. Solo nell’ultimo anno è stato pari al 4,7 per cento in più rispetto a quello medio del settore.

Forse ti può anche interessare — ETF sui titoli azionari: quali sono i migliori?

I 3 migliori ETF azionari globali per dimensioni

In questo secondo elenco sono invece riportati i 3 ETF che investono sulle borse globali e che hanno le dimensioni più ampie. Si tratta di fondi le cui dimensioni sono letteralmente esplose nel corso dell’ultimo anno a dimostrazione del forte interesse per il settore. Al di là delle caratteristiche specifiche, tutti questi ETF hanno lo stesso minimo comun denominatore rappresentato dalle basse commissioni applicate;

  • iShares Core Msci World: espone a circa l’85 per cento della capitalizzazione dei mercati globali sviluppati. Negli ultimi 10 anni ha messo a segno un rendimento più alto del 3 per cento rispetto alla media dei competitors. iShares è la società di gestione.
  • Xtrackers MSCI World: l’indice replicato è lo stesso del precedente. In questo caso gli Stati Uniti pesano per il 70 per cento del totale. Nell’ultimo decennio il rendimento è stato più alto del 2,8 per cento rispetto a quello medio di categoria.
  • Vanguard FTSE All-World: investe su un indice che raggruppa oltre 3.700 titoli quotati sulle borse sviluppate ed emergenti. La concentrazione non è molto marcata visto che le prime 10 società pesano meno del 20 per cento del totale mentre la media di categoria è di oltre il 54 per cento. Anche in questo caso è presente una sovra-performance: 2,2 per cento in più annualizzato rispetto alla media.

Come investire sui migliori ETF azionari globali

Come abbiamo detto in precedenza sono presenti tantissimi broker per fare trading sugli ETF. Dal nostro punto di vista è meglio usare una banca 100 per cento italiana come Fineco per investire in ETF.

Con Fineco si può operare in due modi diversi:

  • effettuando un ordine singolo su un determinato ETF (in questo caso la performance della posizione aperta è connessa all’andamento dell’indice che fa da sottostante)
  • investendo un pò alla volta con il piano Replay: completamente automatico permette di investire periodicamente una certa somma su un singolo o più ETF

Molto interessanti le commissioni che vengono applicate: accanto alla proposta di ETF a zero commissioni (c’è una lista specifica), in generale per quello che riguarda le operazioni dall’Italia sono applicate commissioni fisse a partire da 19€ riducibili fino a 2,95€ in presenza di forte operatività. Gli under 30 possono sempre operare con la commissione più bassa ossia 2,95€.

La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso di rischio: il tuo capitale è a rischio

Non basta? Ecco altri 4 vantaggi che sono Fineco offre:

  • avendo la sede in Italia, Fineco è broker sostituto di imposta per i clienti con residenza in Italia.
  • possibilità di comprare e vendere ETF sui mercati regolamenti in qualunque momento.
  • possibilità di implementare strategie di breve, medio e lungo periodo
  • due conti disponibili: quello standard che comprende servizi bancari e di trading e quello di solo trading senza costi fissi mensili.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.meteofinanza.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram