Quali sono le previsioni sull’andamento del cambio Euro Dollaro nel 2023? Cosa c’è da attenersi dalla coppia forex più importante? E quali sono i fattori di cui tenere conto per capire quella che potrebbe essere la strada che il cross Eur Usd intraprenderà nel nuovo anno?

Per rispondere a tutte queste domande è necessario partire dalle premesse e quindi dalla situazione ereditata dal 2022. Ora chi fa forex trading sa bene che tutti gli anni sono particolari ma sa anche bene che nell’anno appena chiuso si è visto di tutto con l’Euro che, nella fase di più acuta sofferenza, è addirittura precipitato sotto la parità con il Dollaro, raggiungendo i minimi storici dalla sua nascita. Insomma il 2022 è stato un anno caratterizzato da forte volatilità per la coppia Euro Dollaro.

euro dollaro

Nel primo paragrafo del nostro articolo proveremo a fare i conti in tasca all’anno che è stato.

Cambio Euro Dollaro previsioni 2023: la situazione di partenza

Il 2022 è stato un anno difficilissimo per l’Euro. Come si può vedere dal grafico in basso a gennaio il cross Eur Usd era attestato a quota 1,14, mentre a fine settembre il valore era sceso a 0,96 (minimi). In mezzo c’è tutta l’estate ossia la fase in cui la crisi della Moneta Unica è apparsa più forte.

Tra i massimi e minimi c’è stata una forbice di almeno il 15 per cento. Vero è che negli ultimi mesi del 2022, l’Euro è riuscito a recuperare terreno e a portare il passivo rispetto al Dollaro sotto le due cifre, tuttavia è innegabile che la situazione di partenza si cui poi “costruire” le previsioni non sia affatto positiva.

Per ragionare su quello che potrebbe accadere nel 2023, è necessario tenere ben in considerazione quelli che sono gli elementi in ballo.

Tanto per iniziare se il Dollaro nel 2022 si è rafforzato così tanto nel cambio con l’Euro è stato a causa del timing scelto dalle due banche centrali (FED e BCE) per intervenire sui tassi. La Federal Reserve ha agito per prima mentre in Europa qualcuno aveva ancora la faccia di parlare di inflazione comunque gestibile. Grazie a questo vantaggio nel rialzo del costo del denaro, l’Euro è stato messo all’angolo. Scoppio della guerra in Ucraina e crisi geopolitica non hanno fatto altro che aggravare la pressione sulla Moneta Unica che ha raggiunto i massimi dopo l’estate.

Questa situazione di partenza nel 2023 potrebbe ribaltarsi visto che la FED è intenzionata ad allentare il ritmo di rialzo dei tassi mentre la BCE ha già fatto sapere che l’attuale trend proseguirà. Insomma con l’inizio del nuovo anno si potrebbe davvero avere una situazione antitetica a quella di neppure 10 mesi fa: FED più colomba e BCE più aggressiva. Risultato di questa inversione dei ruoli sarebbe il rafforzamento dell’euro e l’indebolimento del dollaro. Andrà davvero così o è troppo scontato questo esito? Per chiarire questo dubbio può essere utile soffermarsi su quello che pensano gli analisti delle previsioni Euro Dollaro 2023.

Previsioni Eur Usd 2023: il punto di vista degli analisti

Con la fine dell’anno, puntuali sono arrivati i report di molte banche d’affari dedicati al forex in generale e alle previsioni Euro Dollaro in particolare. In questo post esamineremo il punto di vista di ING e quello di Unicredit.

Secondo gli esperti di ING l’andamento del cross sarà condizionato da una serie di fattori:

  • l’orientamento delle banche centrali (FED e BCE)
  • l’andamento della guerra in Ucraina (da più parti ci sono pressioni per una tregua)
  • la situazione economica Cina con la variabile covid19
  • il sentiment generale degli investimenti

Secondo gli esperti di ING, la FED dovrebbe portare i tassi al 5 per cento nei primi mesi del 2023. Considerando che la Germania potrebbe fare i conti con una recessione e che la crescita dell’economia cinese potrebbe essere più debole del previsto (con conseguente scarso appeal per gli investimenti in borsa), gli analisti vedono il cambio Eur/Usd su livelli deboli.

Quindi per ING, la direzione di Eur Usd nel 2023 non subirà alcun cambiamento di fronte netto. Ciò però non significa che ci sarà una sorta di revival di quanto avvenuto nel 2022. Se l’Euro non è nella posizione di essere forte (zavorrato dalla crisi economica tedesca), il Dollaro non ha la forza per replicare la performance tenuta fino al mese di settembre.

E allora lo scenario teorizzato da ING vede un 2023 all’insegna della volatilità anche estrema questo perchè “non sembrano esserci le condizioni per un trend netto del dollaro” e quindi nessun declino del dollaro ma allo stesso tempo nessun rally di USD.

Ora la possibile presenta di una spiccata volatilità, di per sè, non è un male. In realtà, come evidenziato dagli analisti di eToro, è proprio quando la volatilità è più alta che si creano le migliori condizioni per fare trading su Eur-Usd. Certo la volatilità incrementa anche il livello di rischio ed è per questo che è sempre consigliabile fare prima pratica con un conto demo per poi passare solo dopo ad un investimento con soldi veri.

Apri un conto demo gratuito di eToro e impara a fare trading su EurUsd!

Tirando quindi le somme, le previsioni Eur/Usd 2023 di ING vedono il cross in area 1,00 entro fine anno.

Di orientamento completamente opposto rispetto a quello di ING, è il parere di Unicredit. Secondo gli analisti della banca italiana il 2023 potrebbe essere l’anno della rinascita dell’Euro sia in rapporto al dollaro che in relazione al Franco Svizzero. Unicredit per motivare questa sua opinione, ricorre proprio a quello che dicevamo nel precedente paragrafo ossia la possibilità che FED e BCE invertano i ruoli.

Scrivono gli esperti di Piazza Gae Aulenti che il Dollaro potrebbe allentare la sua impostazione rialzista già nel 2023 o al massimo del 2024. Ciò si verificherà perchè nei prossimi due anni la FED taglierà i tassi da un ritmo più intenso rispetto alla BCE. Unicredit prevede quindi una flessione del differenziale tra il tasso sui fondi FED Usa e il tasso di deposito della BCE che sarà in linea con cambio Euro Dollaro più alto rispetto a quello attuale.

Insomma il punto di vista di Unicredit sulle previsioni Eur/Usd 2023 è agli antipodi di quello di ING e ciò a dimostrazione del momento di forte incertezza che il forex sta attraversando.

Cambio Euro Dollaro previsioni 2023: l’analisi tecnica

Fino ad ora ci siamo approcciati all’argomento previsioni Eur/Usd 2023 adottando come criterio la sola analisi fondamentale. Per carità, quando si tratta di prediction di lungo termine, sono le notizie a pesare di più (e quindi politica monetaria, guerra, andamento dell’economia), tuttavia anche i grafici forniscono informazioni da non trascurare. E allora vediamo brevemente cosa dice il grafico Eur/Usd.

Nelle ultime settimane del 2022 si è consolidata la tendenza dell’Eur Usd che vede in atto un tentativo di portare la media mobile a 50 giorni verso la media mobile a 200 giorni. Ora se la prima dovesse superare la seconda, allora si avrebbe un chiaro segnale rialzista.

Lo storico Eur/Usd può essere molto di aiuto per capire quello che potrebbe succedere se si dovesse verificare questa situazione. Infatti l’ultima volta che si è configurato questo segnale era il periodo compreso tra giugno e agosto 2022 e allora al segnale fece poi seguito una fase fortemente rialzista per la Moneta Unica. L’Euro nel giro di sei mesi riuscì a guadagnare ben 1100 pips.

Il precedente c’è. Anche questa volta succederà qualcosa di simile? Chi dovesse ritenere valida questa teoria può implementare strategie operative rialziste su Eur/Usd. Il broker eToro offre la più vasta selezione di strumenti di analisi e in più la possibilità di fare pratica con un conto demo gratuito da 100 mila euro virtuali per imparare ad operare senza correre il rischio di rimetterci soldi veri.

Prova il conto demo gratuito di eToro con 100.000$ virtuali!

Conto di risparmio D Freedom24 per investire su Eur/Usd

Cosa centra un conto di risparmio con un articolo dedicato alle previsioni Euro Dollaro 2023? In realtà un rapporto c’è e in questo post ti spiegheremo puoi guadagnare il 3% sul capitale depositato in dollari grazie al broker Freedom24.

Se stai già pensando a chissà quale procedura sia necessario eseguire per poter sfruttare questa occasione, ti fermiamo subito perchè, praticamente, non devi fare assolutamente nulla se non registrarti sulla piattaforma Freedom24. Il saving account viene quindi creato un automatico ed è del tutto disgiunto dal conto di investimento.

Non ci sono spese e non ci sono neppure obblighi nel senso che è sempre possibile trasferire fondi dal conto risparmio D al conto di trading per investire su ETF, azioni e opzioni. Insomma ma libertà è massima.

Detto in questi termini, il conto D potrebbe quasi apparire come un conto deposito di un broker, ma in realtà è molto altro. Il 3% di rendimento annuo proviene da un passaggio che rende questo tipo di conto una sorta di strada alternativa per investire sul cambio Euro Dollaro.

Infatti i fondi dei clienti dei conti D sono investiti in transazioni swap in valuta OTC. E’ proprio grazie a queste transazioni che si può ottenere un reddito fisso pari al 3% annuo. Ma cosa è lo swap di valuta? In pratica si tratta di una coppia di operazioni di conversione. La prima viene effettuata alla data di regolamento nel giorno in cui lo swap è stato aperto (attraverso la vendita di USD per EUR) mentre la seconda ala data di regolamento T + 1 (attraverso l’acquisto di USD per EUR). Il profitto che matura dalla seconda operazione costruisce il risparmio che viene pagato con il conto D al cliente. Grazie a questo meccanismo gli interessi sono quindi calcolati ogni giorni.

–APRI GRATIS UN CONTO FREEDOM24 E ATTIVA IL CONTO RISPARMIO D>>

Come accennato in precedenza non è necessario effettuare alcuna operazione per attivare il conto D Freedom24. Tutto avviene con la registrazione, selezionando da Impostazioni Conto, la voce Conto aggiuntivo.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.