Trading Online: opinioni, demo e piattaforme regolamentate
EnglishItalian

Figure dell’analisi grafica

La prima cosa che salta subito in mente quando andiamo a parlare di trading online con le opzioni binarie, riguarda anche il concetto di analisi tecnica e analisi grafica, ma sopratutto cosa sono le figure dell’analisi grafica.

Per coloro che sono alle prime armi, i concetti di figure dell’analisi grafica e figure dell’analisi tecnica possono sembrare molto simili, tanto da andare a confonderli come sinonimi, anche se in realtà essi rappresentano 2 concetti estremamente differenti.

Ricordiamo infatti che:

  • l’analisi tecnica, è una tecnica utilizzata per prevedere l’andamento futuro dei prezzi, attraverso lo studio dei dati storici di un determinato mercato;
  • l’analisi grafica invece è una parte di analisi tecnica che riguarda esplicitamente il grafico, nonché la formazione dei grafici che poi andranno ad essere rappresentati sull’asse cartesiano.

Premesso questo andiamo ora a vedere di cosa si occupa l’analisi grafica.

Cos’è l’analisi grafica?

In sostanza,l’analisi grafica ci consente di individuare per tempo, la formazione di figure che si formano sulla base dell’andamento del prezzo. In altri termini possiamo intendere l’analisi grafica come la ricerca di forme particolari, definite strutture grafiche o anche configurazioni o semplicemente figure.

Questo è utile sia per compiere degli studio sull’andamento del prezzo, sia anche per formulare delle eventuali ipotesi d’evoluzione.

Ora, detto questo, possiamo suddividere le figure dell’analisi grafica in 2 gradi gruppi:

  • Figure analisi grafica di continuazione

analisi-tecnica- figura-di-continuazione

  • figure analisi grafica di inversione

analisi-tecnica- figura-di-inversione

Appartengono alla prima categoria di figure dell’analisi grafica, le seguenti forme:

  1. triangoli (nello loro varie forme);
  2. rettangoli;
  3. flag o bandiere;
  4. pennant;
  5. wedge o cunei.

Queste figure si sviluppano nel corso di una fase di tendenza, o anche durante un assestamento delle quotazioni.

Appartengono invece alla seconda categoria, le figure:

  1. testa e spalle;
  2. doppio massimo;
  3. doppio minimo;
  4. saucer bottom;
  5. spike;
  6. diamanti;
  7. formazioni broadening.

Queste figure sono così definite perché indicano il cambio di direzione del mercato, e solitamente si vanno ad incontrare al termine di una tendenza.

Prima di andare a parlare nello specifico delle diverse forme qui enunciate, dobbiamo anche per un attimo soffermarci a parlare dei grafici.

Il grafico in analisi tecnica, altro non è se non un’interpretazione di quelle che sono le figure dell’analisi grafica.

Questo andrà quindi a rappresentare quelle che sono le dinamiche dei prezzi, relativi ad un determinato strumento finanziario, riferito ad un dato periodo di tempo.

Il grafico dei prezzi come qualsiasi altro grafico viene rappresentato su di un piano cartesiano, dove sull’asse delle ascisse abbiamo la variabile tempo, mentre su quello delle ordinate la variabile prezzo.

grafico-analisi-tecnica

Per approfondire l’argomento sull’analisi tecnica e su come usarla, clicca qui>> 

Andiamo ora ad esaminare quelle che sono le figure dell’analisi tecnica di continuazione.

1. Triangolo

analisi-tecnica-triangolo

La prima figura che andremo ad esaminare riguarda il triangolo.

Innanzitutto dobbiamo tenere presente che il triangolo può essere simmetrico, ascendente o anche discendente.

Questa rappresenta una figura di consolidamento ed è utile a verificare la continuazione del trend principale.

Questa figura, è la più diffusa in analisi tecnica, e tratta di un pattern, la cui durata non si protrae per oltre 3 mesi. Il triangolo, si caratterizza per delle peculiarità:

  • Il triangolo possiede minimo quattro punti di reazione;
    • due superiori, il quale tracciano la trendline superiori;
    • due inferiori, necessari a disegnare la linea di tendenza inferiore.

Il triangolo è caratterizzato da un limite temporale per la sua risoluzione. Di solito i prezzi rompono il triangolo in un punto compreso tra i due terzi e i tre quarti della profondità del triangolo.

Triangolo simmetrico

Il triangolo simmetrico si caratterizza per via delle sue trendline convergenti; le trendline superiori sono di natura discendente, mentre le inferiori di natura ascendente.

analisi-tecnica-triangolo-simmetrico

Triangolo ascendente

Il triangolo ascendente è anche esso caratterizzato dalla formazione di una linea superiore piatta e una linea inferiore, definita appunto ascendente. Questa figura rappresenta un trend rialzista

analisi-tecnica-triangolo-ascendente

Triangolo discendente

Infine l’ultimo triangolo che esaminiamo riguarda il triangolo discendente, caratterizzato da una linea piatta, questa volta quella inferiore e un trend ribassista nella parte superiore

analisi-tecnica-triangolo-discendente

2. Rettangolo

La seconda figura che andremo invece ad analizzare è il rettangolo.

analisi-tecnica-rettangolo

Questa figura rappresenta una figura semplice da interpretare, in quanto individua una fase di congestione dei prezzi.

In questo caso, come meglio possiamo vedere dall’immagine, i prezzi si muovono all’interno di una banda fissa, in modalità orizzontale individuata da un supporto e da una resistenza.

In questa figura, generalmente i volumi si intervallano tra alti e bassi, ed i trader, sfrutteranno queste oscillazioni per vendere quando sono al massimo e acquistare quando invece sono al minimo.

Solitamente il trade attende due diversi momenti:

  • attendere che i prezzi fuoriescono dalla zona di congestione, in quanto andranno poi a caratterizzarsi da un aumento dei volumi e quindi della loro volatilità;
  • sfruttare il movimento laterale dei prezzi; in questo modo il trader può acquistare a ridosso del supporto e vendere nel quando il volume è al top.

3. Flag o bandiere

Questa figura è una figura molto comune nell’analisi grafica. Questa ha una caratteristica che è quella di andare ad aprire vicino alla fine di un trend, caratterizzato da una breve pausa del mercato dopo diversi movimenti accentuati. Questi movimenti sono conosciuti come flagpole.

Il flag quindi si presenta come un parallelepipedo, ecco perché definito bandiera, in quanto la sua caratteristica è composta da 2 trendline parallele ed opposte.

Quindi avremo un flag al ribasso in un trend rialzista ed un flag al rialzo in un trend ribassista.

analisi-tecnica-flag-o-bandiera

La sua formazione si conclude in un periodo compreso tra 1 e 3 settimane massimo e solitamente appare a metà strada del movimento completo. Infine questa figura è molto importante in quanto si andrà ad individuare quello che sarà definito come obbiettivo di prezzo. Di conseguenza si assisterà ad una rottura del della trendline a causa della diminuzione del volume.

4. Pennant o Gagliardetto

Questa figura, si presenta come un un triangolo simmetrico, della durata massima di 3 settimane. Anche questa figura si trova a metà strada tra un movimento rialzista e un movimento ribassista; anche il volume durante tutto il corso della sua formazione è molto basso, per poi aumentare al momento della rottura della trendline.

analisi-tecnica-pennet-gaglardetto

5. Wedge o cuneo

Infine, l’ultima figura che andremo ad analizzare in merito ai grafici di continuazione è la figura del wedge o cuneo.

Questa figura è molto simile al triangolo, quindi bisogna destare molta attenzione, in quanto oltre alla forma in comune hanno anche il tempo che bisogna impiegare per formarsi.

Come possiamo vedere è formata da due trendline convergenti ed il corso della sua formazione varia fino ad arrivare ad un massimo di 3 mesi. Una delle differenze maggiori per non confonderla con il triangolo è data dalla sua forte inclinazione, fortemente rialzista o ribassista, come possiamo notare dall’immagine.

analisi-tecnica-cuneo

Clicca qui per approfondire l’argomento sull’utilizzo dell’analisi tecnica>>

Passiamo ora ad esaminare quelle che sono invece le figure di inversione.

6. Testa e spalle

Questo grafico, viene inteso come uno dei grafici più affidabili.

Infatti come possiamo notare dal grafico, il testa e spalle si presenta quasi sempre alla fine di una tendenza al rialzo per poi andare a divenire ribassista. La figura si sviluppa in 3 massimi consecutivi, dove quello centrale è più alto rispetto agli altri.

Il completamento della figura, si ottiene poi, con una perforazione della linea, chiamata Neckline la quale può essere orizzontale o inclinata nello stesso senso del trend da invertire.

Infine possiamo vedere che dopo la rottura si assiste a un movimento di ritorno dei prezzi verso la neckline medesima, in una dinamica chiamata pullback.

analisi-tecnica-testa-spalla

Vediamo di capirne il suo funzionamento:

  • in una prima fase si assiste alla formazione di un massimo, quindi volumi volatili ed elevati;
  • segue una fase di ribasso, parziale per poi far risalire i prezzi fino al raggiungimento del massimo;
  • segue una nuova riduzione dei volumi;
  • segue ancora un rialzo dei prezzi,più basso rispetto al precedente.

Questa figura, può essere vista come una figura ribassista o anche rialzista.

Il caso contrario si verifica invece quando abbiamo un grafico rovesciato; in questo caso abbiamo un testa e spalle rovesciato formato da 3 minimi consecutivi, dove il trend in essere si deteriora tra la testa e la spalla destra.

analisi-tecnica-testa-spalla-rovescio

7. doppio minimo e doppio massimo

Anche queste figure, insieme alle precedenti sono le più ricercate nell’analisi tecnica e in particolare nell’analisi grafica.

Il doppio minimo, come possiamo vedere si trova al culmine di una tendenza ribassista, caratterizzato da un  minimo, seguito da un rimbalzo, per poi andare a ripiegare fino al primo minimo.

Di conseguenza avremo che i volumi risultano in crescita durante la formazione del primo minimo, mentre saranno in calo nel rimbalzo seguente, per poi aumentare ancora.

analisi-tecnica-doppio-minimo-massimo

8. saucer bottom e spike

Questa figura, rapprenseta in analisi tecnica una delle figure più difficili.

Infatti la sua caratteristica è un movimento lento e graduale che percorre sui minimi, con un movimento ribassista, poi va a ribassarsi lievemente per poi proseguire lateralmente fino ad avere un movimento crescente. Questo lo possiamo meglio individuare su quei grafici con un termine di scadenza più lungo, ma non possiamo affermare con certezza la chiusura della figura.

analisi-tecnica- saucer-bottom

Lo spike invece, anche se essa è una figura molto particolare, mostra una repentina inversione delle quotazioni. Questa figura è ancora più difficile da individuare.

analisi-tecnica- spike

9. Diamanti

La figura del diamante, anch’esso rientra nella categoria, molto semplice da utilizzare e da individuare.

Graficamente il diamante può essere meglio visto come l’unione di due figure precedentemente illustrate, ovvero, una broadening e un triangolo simmetrico.

Attenzione perché la sua forma non sempre è simmetrica, in quanto la seconda metà può anche andare a prolungarsi nel tempo in misura maggiore rispetto alla precedente. Questo infine è caratterizzato da un mercato dinamico.

Il diamante lo possiamo ritrovare in 2 circostanze ben precise:

  1. al termine di un trend rialzista il quale determina un Diamond Top;
  2. al termine di un trend ribassista; Diamond Bottom.

analisi-tecnica- diamante10. Formazioni broadening

Infine, l’ultima figura che andremo ad analizzare riguarda la formazione broadening o megafono, ovvero una figura rara,meglio intesa come una variante del triangolo, aperta al contrario con trendline divergenti.

Quando ci troviamo di fronte una figura del genere, siamo in presenza di un mercato fuori controllo con il volume che si va ad espandere gradualmente insieme all’incremento dell’oscillazione dei prezzi.

analisi-tecnica- megafono

Utilizzare l’analisi grafica e il volume

Infine, un ultima variabile che dobbiamo andare a valutare, parlando di come utilizzare l’analisi grafica e l’analisi tecnica, riguarda proprio il volume.

Il volume è un elemento molto essenziale, posto solitamente in un istogramma sotto la curva dei prezzi.

analisi-tecnica- volume

Esso rappresenta l’ammontare degli scambi ed è solitamente utilizzato in un determinato time frame. Ancora, è utilizzato come elemento che conferma il trend di una dinamica di prezzo, in quanto rappresenta l’intensità di un movimento.

Migliori Broker Opzioni Binarie
#BrokerDettagli
1 24option Bonus: 100%
Payout: 89%
Deposito min: 250$
Visita 24option Opinioni 24option 5 stelle
2 IQ Option Bonus: 10000$
Payout: 90%
Deposito min: 10$
Visita IQ Option Opinioni IQ Option 5 stelle
3 BDSwiss Bonus: 100%
Payout: 85%
Deposito min: 100€
Visita BDSwiss Opinioni BDSwiss 5 stelle
4 Optionweb Bonus: Risk Free Trade
Payout: 90%
Deposito min: 200$
Visita Optionweb Opinioni Optionweb 5 stelle
5 Banc De Binary Bonus: 10000$
Payout: 90%
Deposito min: 250$
Visita Banc De Binary Opinioni Banc De Binary 4 stelle
Miglior Robot Opzioni Binarie
Broker Figure dell’analisi grafica Visita Figure dell’analisi grafica Opinioni Binary Option Robot 4 stelle
  • Luca Rossi

    bello!

Termini di ricerca:

  • figure analisi tecnica
  • una figura da interpretare
Meteofinanza.com

Meteofinanza.com