Meteofinanza search
Meteofinanza.com - giovedì, 13 dicembre 2018

Benjamin Graham: 7 regole d’oro per il successo nel trading azionario

Benjamin Graham è stato definito uno degli esponenti più importanti dello studio dell’analisi fondamentale.

Un approccio dedito all’’investimento finanziario che parte dai dati di bilancio di una azienda e che ti permettono di capire se è il caso di inserire i suoi titoli nel proprio portafoglio o meno.

Un’altra grande scuola di investimento è invece l’analisi tecnica, la quale fonda le sue scelte sull’andamento del valore del titolo nel tempo.

Benjamin Graham è sto dunque definito come il più grande investitore di successo. Egli è stato anche  autore di libri fondamentali utili per tutti coloro che si interessano di investimento finanziario.

No dei suoi discepoli è stato Warren Buffett, il più grande investitore vivente. A Tal proposito ti consigliamo di leggere: 7 consigli per investire in borsa di John Bogle

Benjamin Graham: 7 regole d’oro per il successo nel trading azionario

Warren Buffett

INVESTIRE COME BENJAMIN GRAHAM

Benjamin Graham: 7 regole d’oro per il successo nel trading azionario

BENJAMIN GRAHAM

A prima cosa da mettere in pratica quando non si sicuro del tuo investimento è quella di startene fuori. Questo è uno dei consigli più saggi che ti possiamo dare quando operi sul mercato azionario.  Vi è anche un altro concetto molto importante che devi tenere sempre in considerazione.

Quando sei fuori dal gioco dei mercati finanziari, è molto più facile capire come investire sui mercati. Uno tra i maggiori esponenti che prima di tutti iè riuscito a cogliere questa spetto è stato Benjamin Graham.

Benjamin Graham è da sempre considerato come il padre indiscusso del “value investing”.

Questa rappresenta la filosofia di investimento quella che considera i dati fondamentali dei titoli, ovvero il maestro ispiratore di Warren Buffett.

Tra i suoi principali scritti, all’interno di cui si esprime il suo pensiero e le sue strategie di investimento ricordiamo:

  1. The Intelligent Investor;
  2. Security Analysis.

Questi sono considerati come le pietre miliari su cui si impernia l’investimento “value”.

Il suo approccio ? Assolutamente razionale e logico.

Il suo tipo di investimento non riguarda principalmente l’investimento azionario come invece hanno fatto moltissimi altri trader, quanto piuttosto si è concentrato sulle performance registrate dalla sua gestione (e soprattutto da quella del suo discepolo Buffett).

Queste sono state da molti considerate come straordinariamente superiori rispetto a quelle dell’indice Standard & Poor 500, non solo nell’entità, ma anche per la costanza nel tempo.

7 REGOLE D’ORO DI BANJAMIN GRAHAM

All’interno del suo scritto: The Intelligent Investor, Graham enuncia 7 regole base dalle quali non ci si deve mai discostare per la scelta dei titoli azionari.

Quelle che di seguito infatti elencheremo possono meglio essere interpretate come dei consigli utili al fine di ottenere un valido investimento.

In breve si tratta di analizzare:

  1. Da un lato le passate performance;
  2. Dall’altro attuale condizione finanziaria dell’azienda.

 Adeguata dimensione dell’azienda

Il primo fattore da analizzare riguarda il fatturato.
Questo non deve essere inferiore ai 100 milioni di dollari per le aziende industriali e non deve essere invece inferiore a 50 milioni per le utility (il contesto è la borsa Americana dei primi anni ’70).

Il concetto di fondo è quello di escludere le piccole aziende, in quanto queste potrebbero essere soggette a vicissitudini in maniera superiore alla media.

Di conseguenza, non vi è alcun motivo per il quale inserire nel portafoglio dell’investitore difensivo una tale tipologia di aziende.
Situazione finanziaria sufficientemente solida
Il totale degli assets su cui si investe deve essere almeno il doppio rispetto a quello dell’indebitamento;

rapportato in formula abbiamo: rapporto debiti/mezzi propri inferiore a 0,5.

Stabilità dei guadagni

Altro elemento essenziale à la stabilità dei guadagni. Si devono analizzare gli ultimi 10 anni al fine di aver la certezza che si tratta di un’azienda che chiude in profitto.

Dividendi

Definito come i Pagamenti ininterrotti verso i soci, devono essere tali analizzando gli ultimi 20 anni.

Crescita degli utili

Anche questo parametro è molto importante visto e considerato che si tratta di un investimento azionario.
Qui si deve valutare un aumento di almeno un terzo degli utili per azione negli ultimi 10 anni, usando medie a tre anni.

Moderato rapporto prezzo/utili

Il prezzo corrente non deve essere superiore a 15 volte gli utili.

Questo lo si deve fare analizzando gli ultimi 3 anni.

Un consiglio?

Considerare e sperare di avere per l’intero proprio portafoglio un rapporto complessivo di utili/prezzo, l’inverso del p/e, migliore del tasso corrente dei bond a lungo periodo ad alto rating : Graham include l’esempio p/e 13,3 = bond al 7,5%.

Moderato rapporto del prezzo sugli asset

In questo caso, il prezzo corrente non deve essere mai superiore a 1,5 volte il valore di libro (rapporto prezzo/mezzi propri).

Se si venisse a verificare un rapporto prezzo/utili superiore a 15, il tutto potrebbe essere giustificato da un rapporto prezzo/mezzi propri inferiore al massimo consigliato.

La regola principale consiste nel fatto che non si deve mai superare il valore di 22,5 come risultato della moltiplicazione del p/e con il p/mp.

In questo caso, un valore di 22,5 può essere dato da 15 (p/e) moltiplicato per 1,5 (p/mp). Quindi risulta ammesso, ad esempio, un p/mp di 2,5 con un rapporto p/e di 9.

BANJAMIN GRAHAM E IL “FATTORE DI SICUREZZA”

Benjamin Graham: 7 regole d’oro per il successo nel trading azionario

BENJAMIN GRAHAM: il fattore sicurezza

Considera che tutti gli esempi su riportati, devono essere intesi come consigli da perseguire quando si vuole investire in azioni. Non devi però non tener presente che  le regole sono naturalmente dettate per il temperamento dell’investitore difensivo, o “value investor”.

Esse sicuramente eliminano dal range della possibile scelta la grande maggioranza delle azioni quotate (specialmente per la regola dei dividendi).

Si tratta in buona sostanza di escludere tutte le aziende che sono definite come delle micro imprese.

Queste perseguono una debole situazione finanziaria e possiedono anche un qualche deficit riferito agli ultimi 10 anni di attività ma che non hanno una lunga storia di pagamento di dividendi.
Gli ultimi criteri enunciati, ricorda che richiedono più guadagni e più assets per ogni dollaro pagato rispetto alla media.

Tutti i consigli su riportati, ti servono al fine di creare un buon “fattore di sicurezza”, quel concetto appunto introdotto da Graham e che serve ad escludere gli acquisti quando una troppo grande porzione del prezzo pagato dipende dagli utili previsti sempre crescenti in futuro, fattore che aumenta di molto i rischi dell’investimento.

E’ lo stesso Graham ad affermare che il lettore è l’unico in grado di decidere su una questione così importante.

Lo può fare solo e soltanto dopo aver pesato attentamente gli argomenti a favore dell’investimento sui fondamentali o della speculazione.

Graham avvisa infine tutti i trader che l’investitore difensivo è colui che acquistare un portafoglio molto diversificato composto dai migliori titoli azionari e da bond con un alto livello di rating.

Questo è un aspetto molto importante se sei un investitore poco pratico.

Fare trading su azioni con IQ OPtion

Benjamin Graham: 7 regole d’oro per il successo nel trading azionario

Investi nel trading online con IQ Option 

Il nostro consiglio in questo caso è quello di investire su azioni in particolare e nel trading online in generale con il broker IQ Option.

Esso infatti ti permette di avere non solo un conto demo gratuito ma anche la semplicità di una piattaforma di trading online regolamentata ed autorizzata dalla CySEC.

Questo garantisce il tuo capitale. Essendo tale, poi, deve sottostare anche a determinate regole di intermediazione, e detenere il tuo capitale in conti separati rispetto a quelli del broker.

Scegliendo IQ Option, puoi scegliere di investire in azioni con i CFD o con le opzioni binarie, grazie ad un’unica piattaforma. Puoi inoltre operare inizialmente con il conto demo e successivamente poi con il conto reale.

A tal proposito ricordiamo che il conto demo è gratuito, mentre per aprire un account reale si deve effettuare  un deposito minimo di 10 €.

I Trade minimi con cui operare sono di bassa entità, ovvero di 1 €.

Se sei un trader poco pratico, non vi sarà nessun problema, sia perché la piattaforma pè molto semplice ed intuitiva, sia anche perché IQ Option ti offre un corso completo base di formazione di trading online, attraverso delle video lezioni gratuite.

Maggiori approfondimenti su IQ Option sono disponibili su:

CONTO DEMO

Apri un conto Demo IQ Option

Prova il trading su azioni con i CFD e IQ Option! Fai trading con il conto demo gratuito o apri un cotn reale con solo 10 € e trade minimi da 1€!

Leggi anche:

Investire in borsa o giocare in borsa: come funziona ? [Guida per iniziare]

Trading su azioni: come investire in azioni e migliori broker trading

Migliori azioni da comprare oggi – 2017

Investire oggi: dove e come fare soldi con il Trading Online

Come Fare Trading Online: opinioni e consigli per iniziare a investire

Migliori Broker Trading Forex e CFD
# Broker Dettagli
1eToro Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
DEMO
Opinioni eToro 5 stelle
2Markets.com Licenza: CYSEC
Trading Criptovalute
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni Markets.com 5 stelle
324Option Licenza: CySEC - MiFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 100 €
DEMO
Opinioni 24Option 5 stelle
4ITRADER Licenza: CySEC, MIFID
Conto demo gratuito
Deposito min: 250 $
DEMO
Opinioni ITRADER 5 stelle
* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65% e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Termini di ricerca:

  • regole doro benjomin ghram

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

Meteofinanza.com