Gli analisti di Equita hanno recentemente confermato il rating buy sulle azioni Banco BPM ribadendo anche il target price a 5,5 euro. La conferma della valutazione, come si può anche vedere dal grafico in basso, non ha avuto alcuna effetto positivo sul titolo che anzi si sta apprestando a chiudere la seduta di oggi con un ribasso di 1 punto percentuale e mezzo a quota 3,71 euro.

Il calo, comunque, non impatta sulla prestazione mensile della quotata guidata da Castagna (che ad oggi è praticamente invariata) e neppure su quella annuale da cui si evince una progressione del 15 per cento.

Ma perchè gli esperti di Equita hanno ribadito il rating buy su Banco BPM? Quali sono gli elementi a supporto della loro valutazione?

Proprio di questo ci occuperemo nel nostro articolo. Prima di scendere nel dettaglio ricordiamo ai nostri lettori che anche le azioni Banco BPM oggi si possono comprare senza pagare commissioni grazie al broker eToro. Attenzione perchè stiamo parlando di titoli veri e non strumenti derivati. Sempre su eToro, comunque, resta valida la possibilità di speculare con i CFD sulle azioni.

Azioni Banco BPM: cosa è successo nelle ultime ore

logo del Banco BPM
Equita resta positiva sulle azioni Banco BPM – MeteoFinanza

Se consideriamo che mentre le azioni Banco BPM registrano una flessione di 1 punto percentuale e mezzo mentre il Ftse Mib è in calo di appena lo 0,1 per cento, è evidente che ci deve essere qualcosa riguardante la banca di Castagna che al mercato non è piaciuto.

E in effetti l’attenzione del mercato è tutta rivolta al riacquisto del 65 per cento delle jv Vera Vita e Vera Assicurazioni avvenuto attraverso l’esercizio dell’opzione call.

Per l’operazione è stato versato un ammontare di 392,5 milioni di euro, pari al 65 per cento degli own funds delle compagnie a cui si è aggiunta anche una componente fissa di 60 milioni di euro e a cui si aggiungerà anche il 65 per cento del risultato maturato da inizio anno fino alla data del closing (che dovrebbe avvenire nel quarto trimestre di quest’anno).

Secondo gli analisti di Equita, l’esercizio delle opzioni call da parte del Banco BPM non ampliamente atteso (come noto era l’ammontare dell’operazione). Il passaggio va letto nella strategia di gestione del business assicurativo che viene perseguita dal gruppo di Castagna e il cui obiettivo è l’internalizzazione del business Vita. Una mossa parallela all’avvio di una partenership con Credit Agricole nei segmenti Danni e Protezione.

Grazie all’esercizio dell’opzione call sarà possibile fare dei passi in avanti nella creazione di uno dei più grandi gruppi bancassurance Vita captive in Italia.

Per quello che riguarda l’impatto della notizia sul patrimonio di Banco BPM, a livello di CET 1, l’acquisto del 65 per cento del capitale delle joint-venture assicurative e la vendita a Credit Agricole delle assicurazioni danni Vera Assicurazioni e Banco BPM Assicurazioni, l’effetto dovrebbe essere di -15 punti base pre applicazione del Danish Compromise che sarebbero poi confermati conservativamente a +58 punti base post autorizzazione al Danish Compromise.

Chi volesse comprare azioni Banco BPM, può usare quelli che secondo noi sono i 2 migliori broker con focus sull’azionariato che oggi sono presenti in Italia:

eToro: deposito minimo di 50 dollari per iniziare ad operare (tra i più bassi sul mercato) e la demo è sempre gratis >vai sul sito ufficiale eToro<

Fineco Bank: 50 ORDINI GRATUITI, 12 mesi a zero canone e consulenti sempre disponibili anche online >>Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui<<

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram