L’indice FTSE MIB di Borsa Italiana ha chiuso negativamente l’ultima sessione della settimana precedente, con un calo dell’1,13%. La giornata aveva aperto con una prestazione stabile rispetto alla chiusura del giorno precedente, seguita poi da una serie di flessioni nel corso della riunione e, dunque, una contrazione a quota 22.381,35 punti.

Nel medio termine, lo scenario tecnico per il principale indice di Borsa Italiana sembra essere ancora positivo, mentre gli indicatori di breve termine sembrano sottolineare la presenza di una frenata nella fase di spinta, in contrasto con l’evoluzione dei prezzi che, a questo punto, potrebbero comunque scegliere di puntare verso la prima resistenza, posta a quota 22.622,90 punti. Una volta consolidata questa soglia, con una chiusura superiore a tale livello, i tori potrebbero portare l’indice a testare la successiva resistenza chiave, posta a 22.985,2 punti.

Di contro, se dovesse affermarsi una tendenza negativa, il primo supporto da sperimentare sarà quello posto a 22.260,6 punti, superato il quale il trend ribassista sarà chiamato a fare i conti con il livello di 22.139,8 punti.

Evidentemente, in questo ambito non mancano, comunque, delle possibili incertezze. Quella più immediata sembra essere rappresentata dall’evoluzione della crisi di governo, con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte impegnato nel cercare di puntellare la propria maggioranza, e presentarsi alle Camere domandando il voto favorevole di qualche (ex) esterno.

Terrà ancora banco l’evoluzione della crisi pandemica e della gestione dei vaccini. Pfizer ha annunciato un rallentamento nella fornitura delle dosi per il nostro Paese, dalla Norvegia arrivano perplessità su alcune morti avvenute a breve distanza dal vaccino, mentre dal Brasile arriva una variante che potrebbe rivelarsi molto più pericolosa delle precedenti, e in grado di resistere agli anticorpi vaccinali.

Insomma, uno scenario non certo ideale per avvicinarsi alla parte centrale dell’inverno.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.