Probabilmente avrai sentito parlare di investitori istituzionali sui giornali finanziari o in alcuni casi nei comuni telegiornali. Per esempio si parla spesso di investitori istituzionali in fase di IPO, quando questa categoria ha un accesso privilegiato all’acquisto delle azioni della nuova società che si quota in borsa.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

In questa guida vedremo chi sono gli investitori istituzionali e le differenze con i trader al dettaglio, ovvero gli investitori retail, coloro che investono piccole somme proprie.

Chi sono gli Investitori Istituzionali

Gli investitori istituzionali sono intermediari finanziari che ha come obiettivo quello di investire un capitale per conto di soggetti che si trovano in surplus economico.

Parliamo quindi di investitori che fanno trading non con soldi propri, ma con il patrimonio di grandi aziende pubbliche o private per loro conto.

Investitori Istituzionali
Chi sono gli Investitori Istituzionali?

Gli investitori istituzionali possono muovere grandi volumi di denaro, che sono in grado di influenzare il mercato. Infatti negoziando grande somme di denaro è possibile muovere il mercato verso una determinata direzione.

È quindi possibile per gli investitori istituzionali controllare il mercato? In un certo senso sì e ci sono stati anche alcuni esempi che lo testimoniano. Per esempio quando Soros nel 1992 affondò la sterlina britannica.

L’imprenditore attraverso il suo fondo Quantum investì 1 miliardo di dollari contro la sterlina britannica (GBP) e investì anche contro la lira italiana. La conseguenza di questa speculazione, che coinvolse anche altri investitori istituzionali, fu l’uscita dallo SME (Sistema Monetario Europeo) della lira italiana e della sterlina britannica.

Vuoi investire anche tu sulle valute del Forex? Potresti provare il broker eToro che offre un conto demo gratuito per fare pratica senza rischi con 100.000€ virtuali.

Scopri eToro con un conto demo da 100.000$ virtuali!

Categorie di Investitori Istituzionali

Abbiamo visto la definizione di investitori istituzionali, vediamo ora quali sono le categorie che possono rientrare fra i trader istituzionali, che possiamo riassumere nel seguente elenco:

Fra queste categorie rientrano anche le banche d’investimento, fra le più famose in Italia c’è Mediobanca, mentre a livello internazionale citiamo Jp Morgan, Goldman Sachs e Morgan Stanley.

Spesso queste banche d’affari offrono servizi di consulenza su alcune operazioni di mercato come per esempio l’IPO, le fusioni e acquisizioni o le riorganizzazioni delle società.

Hedge Funds (Fondi Speculativi)

Investitori Istituzionali definizione
Gli Hedge Funds rientrano fra gli Investitori Istituzionali

Gli hedge funds, la cui traduzione in italiano è fondi speculativi, sono chiamati anche fondi in gestione libera perché decidono in piena libertà come investire il proprio patrimonio. Dunque questi fondi possono anche fare operazioni ad alto rischio con l’obiettivo di ottenere un forte ritorno economico.

I fondi speculativi fanno uso anche della vendita allo scoperto, della leva finanziaria e di strumenti derivati come opzioni e futures.

Dal nome di questi particolari investitori istituzionali possiamo citare l’hedging, che è la copertura del rischio per proteggersi dai rischi associati ad un’altra operazione. Infatti in caso di perdite con la strategia dell’hedging il fondo potrebbe posizionarsi su un altro asset per controbilanciare la perdita.

In Italia per accedere a un fondo speculativo bisogna investire almeno 500.000€, inoltre il fondo oltre a seguire alcuni criteri normativi non può pubblicizzare la cessione di quote di partecipazione del fondo speculativo.

Fondi Comuni di Investimento

Chi sono gli Investitori Istituzionali
Fondi comuni di investimento: categoria di Investitori Istituzionali

Un’altra categoria degli investitori istituzionali che vogliamo approfondire sono i fondi comuni di investimento mobiliari e immobiliari.

Come si evince dal nome i fondi immobiliari investono il 2/3 del capitale a disposizione in beni immobili, in diritti reali immobiliari e nell’ottenimento di quote in società immobiliari. I fondi mobiliari sono fondi che non investono in immobili.

Chi deposita denaro in un fondo comune di investimento viene definito fondista. Questo capitale verrà poi gestito dalla società, ma viene versato in banche depositarie, che hanno anche il compito di controllare l’attività del fondo.

Fondi pensione

I fondi pensione non differiscono molto dai fondi comuni di investimento. La differenza sta nella raccolta del denaro, che avviene tramite i contributi previdenziali dei clienti.

Investitori Istituzionali vs investitori retail

Probabilmente ora ti sarà chiaro chi sono gli investitori istituzionali, ma in caso di dubbi non avere timore nel fare domande nel riquadro dei commenti in fondo all’articolo, ti risponderemo nella maniera più veloce ed esaustiva possibile.

Gli investitori istituzionali operano con un conto di trading non di loro proprietà, ma dell’istituto dove lavorano, che rientra nelle categorie precedentemente descritte. Il trader retail (o trader al dettaglio) invece investe denaro con un conto di trading individuale o personale.

Con il tempo agli investitori retail sono stati concessi più strumenti, una volta permessi solo agli investitori istituzionali. Oggi alcune differenze di accesso permangono, come nel caso delle IPO o i contratti a termine.

Oggi, però, con il trading online puoi operare su diversi asset finanziari direttamente da casa tua con il tuo PC, ma anche ovunque con il tuo smartphone grazie alle migliori app.

Se sei interessato a investire sui mercati finanziari, nei prossimi due paragrafi ti presenteremo due ottimi broker regolamentati, parliamo di eToro e Plus500.

1 – eToro

eToro Daimler

eToro è il primo broker di cui ti parliamo se sei un trader retail e vuoi investire sui mercati finanziari. Si tratta di uno dei migliori broker sul mercato ed è in piena espansione. Nel 2021 ha raggiunto e superato i 20 milioni di trader in tutto il mondo.

Cosa puoi fare su eToro? Innanzitutto puoi investire sulle azioni senza commissioni di gestione o di ticket. Rispetto ai fondi comuni di investimento, che rientrano fra le categorie degli investitori istituzionali, il costo dell’investimenti è molto ridotto.

Altra particolarità di eToro è il social trading. La piattaforma di eToro è un vero e proprio social network, tutti i trader possono comunicare fra loro e commentare l’andamento di tutti gli asset presenti sulla piattaforma.

  • Regolamentazione: CySEC (Cipro), FCA (Regno Unito) e ASIC (Australia).
  • Piattaforme: possibilità di investire sui titoli azionari con 0% commissioni sia dal computer che dallo smartphone.
  • Deposito minimo: 50$
  • Vantaggi: Social trading e copy trading
  • Conto demo: gratuito e 100.000$ virtuali a disposizione

Vuoi provare eToro? Puoi testare la piattaforma con 100.000$ virtuali da investire con simulazioni su qualsiasi asset disponibile sulla piattaforma!

Testa la piattaforma di eToro con un conto demo gratuito da 100.000€!

2 – Plus500

Plus500 è il secondo broker che ti presentiamo se non rientri fra gli investitori istituzionali, ma sei un trader al dettaglio. Parliamo di un broker esclusivamente CFD, ma con una disponibilità di asset finanziari molto ampia.

Inoltre se sei amante del calcio forse avrai sentito nominare Plus500 in quanto sponsor ufficiale di Atalanta e Atletico Madrid.

plus500 Daimler

Per poter investire su Plus500 potrai iniziare con un conto demo gratuito oppure con un conto reale dal deposito minimo di 100€, considerato uno dei più bassi fra i broker in circolazione.

Plus500 offre inoltre spread molto bassi e zero commissioni. Il broker non chiederà infatti commissioni nell’apertura e nella chiusura di nuove posizioni, soprattutto non ci saranno commissioni su prelievi e depositi.

Il conto demo è gratuito e ti permette di testare la piattaforma di Plus500. Il broker ti mette a disposizione 40.000€ virtuali, che puoi usare su tutti gli asset presenti.

Scopri il conto demo gratuito di Plus500 da 40.000€ virtuali!
Chi sono gli Investitori Istituzionali?

Gli investitori istituzionali sono intermediari finanziari che ha come obiettivo quello di investire un capitale per conto di soggetti che si trovano in surplus economico.

Qual è la differenza fra un Investitore Istituzionale e un trader retail?

Gli investitori istituzionali operano con un conto di trading per conto dell’istituto dove lavorano, che rientra nelle categorie descritte nell’articolo. Il trader retail (o trader al dettaglio) invece investe denaro con un conto di trading individuale o personale.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC, Consob, CNMV, BaFin, KNF
Strumenti Intregrati
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.