Opzioni Binarie: opinioni, strategie di trading, demo e broker
EnglishItalian

Come utilizzare l’analisi tecnica?

L’analisi tecnica, come più volte rilevato, può essere definita come la disciplina che studia i mercati utilizzando esclusivamente i grafici. Il suo obbiettivo è quello di predire il prezzo futuro delle azioni, commodities, futures o anche altri titoli, basandosi esclusivamente sul prezzo che aveva in precedenza e sugli eventi passati.

In linea di massima, l’analisi tecnica può essere classificata secondo 3 principali metodi di analisi:

  • utilizzo delle informazioni del grafico;
  • utilizzo azione del prezzo;
  • utilizzo indicatori tecnici.

Come possiamo utilizzare l’analisi tecnica?

Con Utilizzare l’analisi tecnica intendiamo l’applicazione di una semplice legge dell’economia: la legge della domanda e dell’offerta per capire poi come funziona il mercato delle azioni, dei titoli di cambio, identificando quelle che sono le tendenze o meglio le direzioni e quindi guadagnare con esse.

Quello che oggi qui andremo a proporvi, riguarda proprio la qualità del supporto tecnico a favore del trader attraverso l’utilizzo dell’analisi tecnica.

Innanzitutto andiamo a vedere come si compone il grafico e come utilizzare l’analisi tecnica a supporto del trader.

Il grafico, si compone di due variabili;

  • la variabile del prezzo sull’ascissa;
  • la variabile tempo sull’ordinata.

I movimenti che un qualsiasi grafico evidenzia, non sono però lineari, ma essi si muovono procedendo a zig-zag, man mano che domanda e offerta si incontrano. L’incontro di queste due variabili forma il prezzo.

seguendo quindi questo zig-zag, si formano nel corso del tempo poi delle onde con minimi e massimi, che sono appunto una caratteristica del trend.

grafico-analisi-tecnica

Quindi lo scopo del trader, sarà quello di andare poi ad individuare quali sono i supporti e le resistenze il quale sono questi ad indicare i punti di svolta del trend.

Per approfondire l’argomento su supporti e resistenze clicca qui>>

Il grafico sopra riportato (non a caso), mostra un segnale di incertezza, in quanto non delinea in quale direzione il mercato di un determinato bene si sta muovendo; solo nella parte finale possiamo notare che dopo un impennata del prezzo, questo tende a calare vertiginosamente.

Questo è un primo segnale a cui dovete prestare molta attenzione, in quanto il mercato è incerto e vi può far perdere tutto il capitale investito in poco tempo. Quindi non vi è una tendenza principale del mercato.

Cosa si intende per Tendenza principale?

Nell’utilizzare l’analisi tecnica, possiamo anche andare a vedere quella che è la tendenza principale; quest’ultima viene intesa come il movimento principale che i prezzi tendono ad avere in maniera, appunto prevalente, in un dato periodo di tempo. Il grafico qui sotto ci aiuta a capire meglio.

grafico-analisi-tecnica-tendenza-principale

Stando a quanto visto dal grafico, potrebbe sembrare a prima vista che l’analisi della tendenza principale, sia completata; allora l’analisi tecnica non serve a niente?! Ma più che altro, quali sono le informazioni che essa ci fornisce? Quanti di voi si saranno posti queste domande?

Innanzitutto partiamo con il dire che utilizzare l’analisi tecnica vuol dire:

  • determinare oggettivamente la tendenza; ovvero non lascia spazio all’interpretazione personale da parte del trader;
  • l’orientamento del prezzo che si muove tra un massimo ed un minimo dell’azione ne determina la tendenza. Quindi:
    • massimi e minimi crescenti implicano un trend rialzista;
    • massimi e minimi decrescenti descrivono una tendenza ribassista;
    • massimi e minimi in linea di massima costanti, dimostrano l’assenza di una tendenza, o una tendenza laterale o ancora una tendenza neutrale.

grafico-analisi-tecnica-tendenza-massimi-minimi

Tenendo ben presente i grafici, possiamo andare ad affermare con certezza che l’analisi tecnica, non è uno strumento che ci consente di determinare al 100% l’andamento del prezzo, ma ci indica la possibile direzione che assumerà con un margine di errore minimo.

Quindi il grafico ci consente di individuare quale sarà la direzioni del prezzo, classificandolo in base al tipo e alla durata.

Quindi non riuscendo a prevedere fino a quando, il trend segue una determinata direzione, il trader deve valutare il contesto in cui opera e nel caso, ridurre le proprie posizioni rialziste. In sostanza il trader deve comportarsi in questo modo, in base ad una previsione di un trend che possa finire e non che esso sia effettivamente terminato; quindi assume un comportamento preventivo.

I grafici per utilizzare l’analisi tecnica

Possiamo quindi vedere che per utilizzare l’analisi tecnica al meglio, possiamo utilizzare questi 4 grafici:

  1. Grafico a linee; utile per andare ad individuare quelli che sono i prezzi di chiusura delle azioni in un determinato arco di tempo;
  2. grafico a barre e grafico a candele; sono utili per andare a determinare quali sono i minimi e i massimi in un determinato periodo di tempo;
  3. grafico a punta; molto utili per individuare quei movimenti, definiti importanti, per un determinato periodo di tempo.

Quindi in sostanza l’analisi tecnica è un supporto utile all’utente per prevedere l’andamento futuro del mercato attraverso:

  1. i grafici;
  2. lo studio del prezzo;
  3. la volatilità;
  4. le figure grafiche;
  5. i valori medi;
  6. gli indicatori.

Attenzione perché nell’utilizzare l’analisi tecnica, possiamo prevedere l’andamento del prezzo, ma non abbiamo la certezza che il prezzo segue quel determinato trend. Quindi l’analisi tecnica potrà essere utilizzata su ogni tipo di mercato con ogni tipo di timeframe.

E possibile utilizzare l’analisi tecnica per fare previsioni, al rialzo o al ribasso per:

  • azioni;
  • indici di Borsa;
  • materie prime;
  • valute;
  • ecc.

Con un timeframe che sia:

  • a breve termine;
  • a medio termine;
  • a lungo termine;
  • 1 minuto;
  • 5 minuti;
  • 60 minuti;
  • giornaliero;
  • settimanale;
  • mensile;
  • ecc.

Quindi per operare nei mercati azionari è indispensabile conoscere bene l’analisi tecnica per poter prevedere l’andamento di quello che poi sarà il prezzo.

Ancora, per utilizzare l’analisi tecnica al meglio, dobbiamo andare a capire quello che viene inteso con supporto e resistenza.

– Il supporto fa esplicito riferimento ad un prezzo minimo; questo prezzo è inteso come il prezzo che un titolo raggiunge prima che i commercianti lo facciano salire, comprandolo. Questo viene indicato con la linea inferiore.

– La resistenza, invece, fa riferimento ad un prezzo massimo che un titolo può raggiunge prima che i proprietari lo facciano scendere, vendendo le proprie azioni. Questa viene indicata con  la linea superiore.

La linea di supporto, utilizzata insieme alla linea della resistenza, vengono utilizzate per identificare quando la direzione cambia.

Attenzione perché entrambi, supporti e resistenze non sono dei livelli fissi, ma fluttuano.

Quindi ricapitolando possiamo affermare con certezza che utilizzare l’analisi tecnica è molto semplice; inoltre ci indica l’andamento futuro del prezzo, con una previsione ed un margine d’errore minimo, quindi tutto sommato possiamo avere una giusta previsione pari +o- al 90%.

Questo ci lascia intendere che non abbiamo una certezza del 100% sull’andamento del prezzo e per questo motivo, andremo ad utilizzare, in caso di perdita, uno Stop Loss.

Tipi di grafici

Ora andremo a proporvi una serie di grafici che meglio esprimono l’analisi tecnica facendone una descrizione sintetica ma efficiente, sopratutto per quelle che sono alcune figure classiche dell’analisi tecnica.

1. Testa e spalle

testa-spalla-semplice

Il primo dei grafici che andiamo ad analizzare riguarda proprio la figura costituita da tre rialzi consecutivi, i quali sono però separati da due ribassi. Questo andamento prende il nome di Testa e spalle per via della forma che andrà ad assumere.

In pratica, avremo 3 picchi, di cui uno più alto, quello centrale, che forma la cosiddetta testa e gli altri due un po più bassi ma non per forza di eguale altezza, il quale formano le spalle.

Questo grafico sta ad indicare che a breve ci sarà un’inversione di tendenza dell’indice, quindi avremo alto basso, alto basso, alto basso e viceversa. Da qui il nome di Testa e spalle rovesciato, dove avremo tre ribassi speculari ma il significato resta uguale.

2. Breakout

grafico-breakout

Il breakout anche se solitamente viene indicata come figura, esso non è una figura, ma  un concetto fondamentale nell’analisi tecnica.

Come potete vedere dall’immagine, si tratta di un punto, in cui il prezzo riesce a liberarsi da un determinato trend. Oltre questo livello minimo, difficilmente potrebbe andare a scendere. Questo meglio si comprende utilizzandolo in concomitanza con supporti e resistenze.

3. V-Bottom

Il grafico V-Botto,. indica un rapido declino di un indice, il quale è seguito da un altrettanto veloce rimbalzo verso l’alto.

Qui, le quotazione raggiungono un minimo per poi tornare a salire. Il suo nome deriva dal fatto che l’indice andrà ad assumere una forma a V la quale può poi essere seguita in tempi molto brevi da un altro movimento simile. In questo caso però avremo la forma di una doppia V: W

4. Bandiere e pennant

grafico-Flag-e-pennant

Il grafico Bandiere e pennant, invece, indica che l’indice cresce molto rapidamente, formando per così dire l’asta della bandiera.

Questo è poi seguito da una serie di movimenti, sia al rialzo sia al ribasso, con una successione rapida, dove le oscillazioni sono sempre comprese in una fascia di valori, la quale andrà appunto a formare la bandiera, per poi via via a diminuire di intensità . Questo lascia intendere che vi è un proseguimento di un trend rialzista o ribassista.

4 Cunei

grafico-cuneo

L’ultimo grafico che esaminiamo, riguarda il cuneo.

Molto simile al grafico a bandiera, non presenta però l’asta, ma solo delle oscillazioni, in successioni molto rapide dei prezzi.

Queste possono andare avanti anche per lunghi periodi, ma hanno sempre la caratteristica di possedere sempre delle ampiezze decrescenti.

Quindi avremo che se il cuneo è rivolto verso l’alto, ci indica l’inizio di un trend al ribasso;viceversa, se invece il cune è rivolto verso il basso, dovrebbe preludere a un trend rialzista.

Per approfondire l’argomento, sull’analisi tecnica, clicca qui >>

Migliori Broker Opzioni Binarie
#BrokerDettagli
1 24option Bonus: 100%
Payout: 89%
Deposito min: 250$
Visita 24option Opinioni 24option 5 stelle
2 IQ Option Bonus: 10000$
Payout: 90%
Deposito min: 10$
Visita IQ Option Opinioni IQ Option 5 stelle
3 BDSwiss Bonus: 100%
Payout: 85%
Deposito min: 100€
Visita BDSwiss Opinioni BDSwiss 5 stelle
4 Optionweb Bonus: Risk Free Trade
Payout: 90%
Deposito min: 200$
Visita Optionweb Opinioni Optionweb 5 stelle
5 Banc De Binary Bonus: 10000$
Payout: 90%
Deposito min: 250$
Visita Banc De Binary Opinioni Banc De Binary 4 stelle
Miglior Robot Opzioni Binarie
Broker Come utilizzare l’analisi tecnica? Visita Come utilizzare l’analisi tecnica? Opinioni Binary Option Robot 4 stelle

Termini di ricerca:

  • previsione borsa analisi tecnica come
  • analisis pergerakan harga mengikut harga yang lepas
Meteofinanza.com

Meteofinanza.com