Oggi per la borsa di Milano non è stato un giorno come tutti gli altri. A Piazza Affari, sponda Ftse Mib, è andato in onda uno degli ultimi appuntamenti con lo stacco dei dividendi. La maggior parte delle quotate del Ftse Mib aveva già vidimato l’appuntamento con la cedola 2023 (a valere sull’esercizio 2022) lo scorso 22 maggio che, non per caso, è stato poi ribattezzato come dividend day del paniere di riferimento di Piazza Affari.

Oggi le quotate che hanno staccato la cedola sono state solo 4. Nulla in confronto ai numeri del 22 maggio scorso. Tuttavia si è trattato di 4 titoli pesanti che hanno impattato sull’economia complessiva del Ftse Mib.

fronte del palazzo sede della Borsa italiana
Facciata sede di Borsa Italiana a Milano – MeteoFinanza.com

Il paniere di riferimento della borsa di Milano si sta apprestando a chiudere la seduta con una flessione dello 0,55 per cento a quota 27708 punti.

Senza considerare l’effetto stacco cedole, il Ftse Mib registrerebbe un ribasso di appena lo 0,2 per cento.

L’effetto stacco dividendi, quindi, c’è ma è limitato.

E allora vediamo come le 4 quotate coinvolte hanno reagito all’appuntamento con il dividendo.

Solitamente i titoli coinvolti nello stacco della cedola tendono a performare negativamente. Questa è un pò una linea di tendenza che non è detto sia destinata a verificarsi sempre ossia alcune volte ci sono delle quotate che sono impegnate a staccare il dividendo che però non sono tinte di rosso.

Diciamo che oggi la tendenza stacco dividendo>>titolo in ribasso è stata rispettata.

Forse ti può anche interessare — Dividendi: cosa sono e come funzionano

I 4 titoli del Ftse Mib impegnati con lo stacco della cedola

Le quotate del Ftse Mib alle prese oggi con lo stacco della cedola sono state: Poste Italiane, Terna, Snam e Hera. Ad eccezione di Hera, per tutti gli altri tre casi si è trattato di saldo cedola (quindi non il dividendo complessivo ma solo la seconda quota dopo che la prima a titolo di acconto era stata già staccata).

Vediamo nel dettaglio:

  • Azioni Poste Italiane: Poste Italiane si avvia a chiudere la seduta con un ribasso dello 0,1 per cento a quota 9,62 euro. La quotata gialla ha staccato un saldo dividendo 2023 pari a 0,44 euro. Considerando i prezzi di chiusura nella sessione di borsa di venerdì scorso, il dividend yield garantito è del 4,36 per cento
  • Azioni Terna: Terna si appresta a chiudere la seduta con un calo dell’1 per cento a quota 7,76 euro. La società ha staccato un saldo sul dividendo 2023 pari a 0,2083 euro. Ai prezzi dello scorso venerdì, il rendimento da dividendo per Terna è del 2,59 per cento
  • Azioni Snam: Snam viaggia verso una chiusura degli scambi in rosso dell’1,66 per cento a quota 4,8 euro. Anche in questo caso è stata staccato il saldo del dividendo (0,1651 euro). Tendendo conto dei prezzi di venerdì, il dividend yield offerto è del 3,27 per cento
  • Azioni Hera: anche per le azioni Hera quella di oggi non è stata una giornata vibrante. L’utility emiliana ha anzi evidenziato la performance peggiore tra quelle messe a segno dalle 4 del Ftse Mib alle prese con lo stacco della cedola. -1,9 per cento a 2,72 euro il passivo di Hera a pochi minuti dalla fine della seduta. La quotata ha remunerato gli azionisti con un dividendo tale pari a 0,125 euro, con un rendimento del 4,3 per cento ai prezzi dello scorso venerdì.

Inserire in portafoglio azioni da dividendo è sempre un’idea molto interessante da considerare per avere una rendita costante.

Per comprare azioni si può ricorrere a numerosi broker. Tra i migliori ci sono i seguenti:

Tra le piattaforme migliori per acquistare titoli azionari ci sono:

eToro (qui la recensione): questo broker il deposito minimo per iniziare ad operare è di soli 50 dollari ed è possibile usare la demo gratuita per esercitarsi >vai sul sito ufficiale eToro<

Una alternativa valida ad eToro è Fineco, banca italiana. Fineco prevede  50 ORDINI GRATUITI e 12 mesi a zero canone. Inoltre essendo banca italiana, Fineco opera anche da sostituto di imposta >>Maggiori info sul sito ufficiale, clicca qui<<

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram