Molte volte sui siti di informazione finanziaria avrai sentito nominare il target price, specialmente in borsa per quanto riguarda le azioni.

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

Il target price è un dato ricercato soprattutto per le azioni italiane più popolari, come per esempio Saipem, Enel, Eni, Unicredit, Intesa, Generali, Leonardo e Telecom Italia; ma anche per le azioni quotate all’estere come Nio, Tesla, Amazon, Apple e Alibaba.

Oggi in questa guida vedremo cos’è il target price, la sua definizione vera e propria e come si calcola nell’analisi tecnica.

Target Price definizione: cosa significa e traduzione

Target price possiamo tradurlo in italiano con prezzo obiettivo. Nel corso della nostra guida alterneremo sia il termine italiano che quello inglese, considerando però che quest’ultimo è quello più utilizzato dai trader e dai siti di cronaca finanziaria.

Target price definizione

Il termine target price viene utilizzato perlopiù nel mercato azionario, ma è possibile usarlo anche per altre categorie di asset finanziari, come le materie prime, il Forex e le criptovalute.

Cos’è il Target Price?

Dunque cos’è il target price? Esso non è altro che il livello di prezzo, prefissato dal trader, in cui è ideale chiudere la posizione.

Quando un trader apre una posizione finanziaria, che sia long (acquisto) o short (vendita) identifica il suo target price, ovvero il livello ideale per liquidare la propria posizione e ottenere dei profitti.

In questo caso parliamo di target price soggettivo, ossia scelto dal trader seguendo una sua strategia. In realtà i target price possono essere oggettivi e si possono ottenere dopo aver eseguito una corretta analisi tecnica.

Non stiamo dicendo che il target price soggettivo sia sbagliato, ogni trader ha infatti le proprie esigenze e può ritenere autonomamente un livello di prezzo ottimale.

Spesso un confronto con altri trader può essere utile per capire se le proprie intuizioni possano essere risolutive o fallaci. Una piattaforma che ti consente di interagire con trader più esperti è eToro, dove è possibile iniziare discussioni su qualsiasi asset finanziario e allo stesso tempo si può investire sugli stessi con un conto di trading.

Vuoi provare eToro? Con un conto demo gratuito puoi testare la piattaforma senza versare denaro, inoltre eToro ti mette a disposizione 100.000$ virtuali, utili per iniziare a fare simulazioni di trading su tutti gli asset presenti.

Prova il conto demo gratuito di eToro con 100.000$ virtuali!

Come calcolare il Target Price nell’analisi tecnica

Tutti i metodi per calcolare il target price passano attraverso l’analisi tecnica. Infatti esistono diversi indicatori e oscillatori che danno vita a molte strategie di trading, le quali portano un investitore a capire qual è il suo target price.

Per chi investe al rialzo il livello da raggiungere spesso si trova intorno a una determinata resistenza, ovvero una linea immaginaria che possiamo tracciare tenendo conto l’andamento passato del prezzo di un determinato asset che stiamo studiando. Se si investe al ribasso la linea da tener conto si chiama supporto.

Si possono trovare online i Target Price?

Cos'è il target price

Sei un trader principiante e non sei pronto per calcolare autonomamente il tuo target price? Ricorda che puoi trovare i target price dei titoli azionari su moltissimi siti di informazione finanziari, alcuni nati proprio per fornire questo dato.

In siti di finanza più specifici e di settore puoi trovare anche i target price relativi al Forex, alle materie prime e alle criptovalute.

Come impostare automaticamente un Target Price

Se hai individuato il tuo target price puoi inserirlo nel momento dell’apertura di una posizione finanziaria. Ormai quasi tutte le piattaforme di trading ti consentono di effettuare questa operazione, una di queste è quella di Plus500.

Per facilitarti nella comprensione prendiamo come esempio proprio l’apertura di una posizione finanziaria sulla piattaforma di Plus500, nel caso specifico una posizione di acquisto sul titolo Amazon, come vediamo nella seguente immagine.

Esempio target price
Esempio di acquisto azioni Amazon (prezzo non aggiornato in tempo reale)

Nell’esempio vogliamo comprare 2 azioni Amazon a 3.278,37$ (tasso nel momento dell’esempio) e spuntiamo l’opzione Chiusura in profitto a 3.350,00€.

La chiusura in profitto non è altro che il take profit, come viene comunemente chiamata questa opzione a livello internazionale. Se il prezzo delle azioni Amazon dovesse raggiungere 3.350,00€ automaticamente Plus500 chiuderebbe la posizione per noi e il profitto andrebbe direttamente nel nostro saldo.

Inoltre, come puoi osservare dall’immagine puoi anche selezionare l’opzione Chiusura in perdita, che è più conosciuta come stop loss. Se il prezzo delle azioni Amazon dovesse raggiungere la cifra che indicheremo Plus500 chiuderebbe la posizione in perdita automaticamente.

Il take profit e lo stop loss sono molto utili per i trader perché da una parte appena raggiunto il target price otterremmo un profitto e se anche poi il prezzo dovesse scendere a noi non ci riguarderebbe più; dall’altra parte lo stop loss ci aiuta ad evitare una perdita ancora più grande, soprattutto all’inizio di un trend negativo.

Vuoi provare Plus500? Il broker ti permette di aprire un conto demo gratuito. Vuoi provarlo? Fallo ora, gratis e senza rischi! Per te subito 40.000€ virtuali da usare come e dove vuoi!

Testa Plus500 con un conto demo gratis!

Perché è importante il Target Price?

Prefissarsi un target price è molto importante perché fa inevitabilmente parte della tua strategia. Pensare già a quando monetizzare il tuo investimento ti aiuta a capire molti fattori, tra i quali possiamo citare i seguenti.

  • Se l’investimento ne vale la pena, infatti se il target price che hai trovato non ti offre un buon profitto (secondo le tue esigenze) potrebbe non essere una buona idea aprire la posizione.
  • In quanto tempo potrebbe il prezzo potrebbe raggiungere il suo obiettivo. Ci vuole troppo tempo secondo i tuoi calcoli? Oppure è un tempo ragionevole?

Non impostare un target price per un trader principiante potrebbe significare navigare a vista e quindi non una buona idea. Prima di aprire una posizione potrebbe essere opportuno studiare il titolo, conoscere il target price dato dagli analisti e confrontarlo con le tue esigenze.

Cosa significa Target Price?

La traduzione letterale è Prezzo Obiettivo.

Cos’è il Target Price?

È il livello di prezzo ideale per chiudere la posizione finanziaria. Leggi l’articolo per saperne di più.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.