Opzioni Binarie: opinioni, strategie di trading, demo e broker - martedì, 23 maggio 2017

Comprare azioni o negoziare CFD?

Comprare azioni o negoziare CFD è una domanda che molti aspiranti trader spesso si chiedono, perché interessati ad investire i propri risparmi nel trading online. Però, la differenza tra i CFD e le azioni in Borsa è evidente e netta: si tratta di due mondi completamente diversi, che ovviamente funzionano in maniera diversa e richiedono un investimento di capitale diverso. In questo nostro articolo andremo quindi a valutare i pro e contro dei CFD, così come i pro e contro dell’investire in Borsa, per chiarire le idee in merito a queste due forme di trading online molto utilizzate.

Comprare azioni o negoziare CFD: differenza tra azioni e CFD

Comprare e vendere azioni è il principale modo con cui i trader possono guadagnare in Borsa, il tutto comodamente da casa propria. Infatti, al giorno d’oggi quasi tutti i broker operano online: vi basterà accedere al sito del broker, aprire un account di trading, depositare il vostro capitale, e avrete così accesso alla piattaforma di trading per iniziare fin da subito a comprare azioni. Ovviamente, prima di tuffarvi nel mondo della borsa, dovete comunque studiare le basi del trading online, come analisi tecnica, analisi fondamentale, interpretazione dei grafici, e così via.

Ma anche con i contratti CFD (Contract For Difference) è possibile investire sulle azioni, ma vi è una netta differenza tra un’azione e un contratto CFD. Vediamola qui di seguito:

  • Titolo azionario: può essere comprato e venduto, lo scambio avviene sempre tra un trader ed un altro trader. Ciò significa che se io compro 100 azioni della società X, deve esserci qualcuno che mi vende le 100 azioni della società X. Una volta che si compra un titolo azionario, si diventa socio (seppur di minoranza) di tale società.
  • Contratto CFD: può essere comprato e venduto, lo scambio però avviene sempre tra un trader ed il broker stesso. Ciò significa che il broker sarà sempre la controparte dello scambio, e mai farò scambi con altri trader. Inoltre, è bene specificare che un contratto CFD permette di speculare sull’andamento di un titolo azionario: si tratta di un contratto stipulato tra trader e broker, quindi non si possederanno mai realmente i titoli azionari su cui si investirà.

Sia che si tratti di titolo azionario o di contratto CFD, i trader possono sempre guadagnare dalla variazione del valore del titolo azionario. Quindi possono investire sia al rialzo (posizione long), sia al ribasso (posizione short). Per quando si tratta di titoli azionari, spesso vi è una commissione quando si acquistano e vendono le azioni. Mentre con i CFD molto spesso non vi sono commissioni sull’apertura e sulla chiusura delle proprie posizioni.

Comprare azioni o negoziare CFD: breve o lungo termine

Un’altra differenza tra titoli azionari e contratti CFD è proprio il periodo di tempo per il proprio investimento. Quando si fa trading online, di solito si parla di lungo termine quando un investimento deve essere tenuto per molti mesi, e spesso anche più di un anno, prima di poterlo rivendere per avere un sostanziale profitto. Viceversa, quando si tratta di breve termine, si parla di un investimento che può essere tenuti anche per giorni o settimane prima di poterli rivendere e incassare un profitto.

Quando si comprano e vendono titoli azionari, di solito l’arco temporale da prendere in considerazione è quello di mesi, o come minimo settimane, perché i titoli azionari richiedono comunque tempo per cambiare di valore. Se compro 1000 titoli azionari a $14,40, e dopo una settimana il titolo vale $14,90, avrò guadagnato $0,50 ad azione, che moltiplicato per 1000 azioni equivale a $500 di profitto (a fronte però di un investimento di $14.400 per comprare le 1000 azioni). Come potete vedere, dovremo perciò aspettare ulteriore tempo prima di rivendere e ottenere un profitto maggiore.

Quando invece si comprano e vendono contratti CFD, l’arco temporale da prendere in considerazione è quello di giorni o settimane, dato che nei contratti CFD entra in gioco lo strumento della leva finanziaria, che andiamo a vedere proprio nel prossimo paragrafo del nostro articolo.

Comprare azioni o negoziare CFD: leva finanziaria e capitale per iniziare

La caratteristica principale dei contratti CFD è la leva finanziaria, ovvero uno strumento per aumentare il capitale a proprio disposizione quando si investe sui CFD. Si tratta di una sorta di “prestito” fatto dal broker, che ci permette quindi di disporre id un capitale maggiore del nostro. Per esempio, sfruttando una leva finanziaria 1:100 e investendo €100, in realtà potremmo muovere ben €10.000 (dato che per ogni euro investito, ne equivalgono cento). Ovviamente, vi sono diversi tipi di leva finanziaria e ogni broker ne offre più di altri. Tra le leve principali ricordiamo:

  • Leva 1:2
  • Leva 1:5
  • Leva 1:10
  • Leva 1:50
  • Leva 1:100
  • Leva 1:200
  • Leva 1:400

La leva nel trading forex è però un’arma a doppio taglio: può sia amplificare i vostri profitti, sia le vostre perdite. Dopotutto, il guadagno viene calcolato sul capitale mosso tramite la leva e non su quello realmente investito da voi (seguendo l’esempio precedente, si tratta dei €10.000 investiti tramite la leva 1:100). Bastano anche piccole oscillazioni nel prezzo di una coppia di valute per farvi guadagnare cifre importanti (così come farvele perdere).

rischi-trading-onlinePiù alta è la leva che utilizzerete, maggiore sarà il rischio che correrete. Se infatti utilizzate una leva 1:100, il prezzo della coppia di valute su cui avete investito dovrà muoversi di ben 100 pips nel movimento opposto per farvi perdere il capitale investito (ciò significa che se investite al rialzo, il prezzo deve calare di 100 pips; se investite al ribasso, il prezzo deve aumentare di 100 pips). Se invece utilizzate una leva ancora più alta, come la leva 1:400, il prezzo in questo caso dovrà muoversi di soli 25 pips nel movimento opposto.

Per i trader alle prime armi, è consigliabile fermarsi ad utilizzare massimo una leva di 1:100, perché il rischio di subire perdite rimane alto (specialmente quando non si ha mai fatto trading forex prima d’ora e si deve ancora fare molta pratica).

Per quanto riguarda il capitale con cui iniziare, fare trading con azioni richiede sicuramente più capitale id fare trading CFD. Investire in azioni presuppone avere a disposizione almeno un paio di migliaia di euro, se non di più (di solito si parla di almeno cifre vicine o sopra i €10.000 per iniziare). Quando si parla di trading CFD invece, i broker CFD permettono di aprire un account con di solito €100-200, proprio perché nel trading CFD vi è la presenza della leva finanziaria ed è possibile investire grosse cifre anche iniziando con piccole somme.

Comprare azioni o negoziare CFD: asset disponibili

Un altro punto diverso tra azioni e CFD sono proprio gli asset che possono essere comprati e venduti. Quando si parla del classico mercato azionario, ovviamente si possono solamente comprare o vendere titoli azionari. Ma quando si parla di contratti CFD, allora la lista degli asset disponibili si allunga, come possiamo vedere qui di seguito:

  • Titoli azionari
  • Indici azionari
  • Coppie di valute del Forex
  • Materie Prime
  • ETF

Grazie ai contratti CFD infatti è possibile speculare sull’andamento di tutti questi tipi di asset, dato che come abbiamo spiegato in precedenza, quando si compra o vende un contratto CFD, non stiamo realmente acquistando o vendendo l’asset sottostante. Inoltre, già soltanto prendendo in considerazione i titoli azionari come asset, quando si opera in Borsa di solito si ha accesso soprattutto a titoli nazionali; mentre con il trading CFD è possibile investire sui titoli azionari di tutte le Borse più importanti al mondo.

Conviene comprare azioni o negoziare CFD?

Migliori Broker Trading Forex e CFD
#BrokerDettagli
1Markets.com Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
25€ GRATIS (senza deposito)
Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni Markets.com 5 stelle
224Option Licenza: CySEC - CONOSB
Conto demo gratuito
Deposito min: 250 €
VISITA
Opinioni 24Option 5 stelle
3IG MARKETS Licenza: CONSOB - FCA
Demo gratuita 30.000€
Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni IG MARKETS 5 stelle
4eToro Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
VISITA
Opinioni eToro 5 stelle
5TRADE.com Licenza: CySEC - FCA
Demo gratuita
Deposito min: $ 100
VISITA
Opinioni TRADE.com 5 stelle

Come abbiamo visto, vi sono varie differenze tra titoli azionari e CFD. Una prima suddivisione tra i due può essere fatta con il capitale che si ha a disposizione da investire: ricordatevi che i titoli azionari richiedono almeno un paio di migliaia di euro. Se non potete permettervi tale cifra, allora è bene considerare l’alternativa del trading CFD. In questo caso, vi ricordiamo di scegliere solamente broker cfd regolamentati e sicuri per il vostro trading CFD, per evitare di incappare in spiacevoli truffe.

Indipendentemente dal tipo di trading che sceglierete, dovrete sempre e comunque fare tanta pratica. Cercate un broker che vi offra un account demo, possibilmente gratuito, così da poter fare pratica con soldi virtuali e non rischiare mai il vostro capitale. Non scordatevi poi di utilizzare sempre una strategia di trading testata e affidabili, oltre a studiare le basi del trading online come analisi tecnica, analisi fondamentale e interpretazione dei grafici finanziari.

Leggi anche:

Migliori azioni da comprare oggi – 2017

Migliori Broker Trading Forex e CFD
#BrokerDettagli
1Markets.com Licenza: CYSEC, FSA, MIFID
25€ GRATIS (senza deposito)
Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni Markets.com 5 stelle
224Option Licenza: CySEC - CONOSB
Conto demo gratuito
Deposito min: 250 €
VISITA
Opinioni 24Option 5 stelle
3IG MARKETS Licenza: CONSOB - FCA
Demo gratuita 30.000€
Deposito min: 100 €
VISITA
Opinioni IG MARKETS 5 stelle
4eToro Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Deposito min: 200 $
VISITA
Opinioni eToro 5 stelle

Termini di ricerca:

  • comprare azioni
  • broker cfd azioni
  • cfd azioni
  • Quali azioni comprare cfd
  • societá di trading con cfd

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

Meteofinanza.com

Meteofinanza.com